Utente 278XXX
Gentili Dottori,
ho 60 anni e soffro da alcuni anni di cattive digestioni con mal di testa frontale, che inizia in fase digestiva dopo circa 3 ore dal pasto, che dopo qualche ora si concentra come un chiodo nella parte destra della fronte e dura fino all'indomani. Non mi aiuta nessun antidolorifico, inizia a diminuire a completa digestione.
Ho fatto tante indagini senza aver trovato una causa precisa, solo un pò di gastrite e colon irritabile motivate dal mio carattere ansioso.
Ormai mi alimento con cibi veramente leggeri.
Circa tre mesi fa ho fatto una ecografia epato-biliare e il gastroenterologo che mi ha fatto l'esame mi ha detto che ho il fegato un pò ingrossato e la colecisti a pareti ispessite, senza calcoli, che non contraendosi bene mi crea cattive digestioni e conseguenti mal di testa.
Mi ha prescritto Domperidone da 10, che già assumevo, compresse di Creon (enzimi digestivi) e compresse di cardo mariano (duoliver) e carciofo. Li assumo da più di due mesi, sinceramente il primo mese vi è stato un miglioramento, ma da circa un mese sono quasi ritornato come prima ad avere spesso maldigestioni con mal di testa. Magari il corpo si è assuefatto ai prodotti che assumo?
Le desidero gentilmente chiedere cosa ne pensa della cura per aiutare la colecisti e se, per Sua esperienza, potrei aggiungere altri prodotti efficaci, come per esempio sarebbe utile Deursil oppure Cantabilin?
Devo anche dirLe che ho da sempre avuto il colesterolo al limite tra 200 e 220. Ultimamente ho fatto gli esami del sangue con questi risultati: colesterolo tot. 243, HDL 46, LDL 155, trigliceridi 155, gammaGT 24, transaminasi got e gpt 25, glicemia 80, CPK 84, LDH 145. Questi esami li ho fatti dopo aver assunto per tre mesi una compressa di Colestat, integratore naturale di riso rosso fermentato, e il colesterolo tot. si è abbassato di 30 (era 275). Sono quasi normopeso e cammino abbastanza. Da 10 giorni, su consiglio del mio medico curante, assumo una compressa di Simvastatina da 10 la sera. Il mio medico mi ha detto che è statina naturale.
Le volevo gentilmente chiedere: visto che i miei problemi digestivi dipendono da una insufficienza epatica, con colecisti ispessita, ed avendo il colesterolo alto, essendo nel mio caso soprattutto endogeno, quindi dipende anch'esso dal fegato che ne produce in eccesso, allora si può dire che vi è una comune causa tra cattive digestioni e colesterolo alto?
Per aiutare la colecisti ed il fegato mi può essere utile assumere anche Deursil o cosa?
La ringrazio di vero cuore se vorrà darmi Suoi consigli.
Cordiali saluti, Rosario !

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La sua ipercolesterolemia può essere causa sia del fegato grasso che di cefalea.
Gli acidi biliari possono tornare utili specie in caso di bile densa.
La diagnosi di gastrite è solo istobioptica dopo gastroscopia.
Naturalmente anche il colon irritabile contribuisce ai suoi disagi.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 278XXX

Gentile Dottore, grazie per la risposta.
Desidero gentilmente dei chiarimenti sulle indicazioni di questi farmaci.
Leggendo le indicazioni sui bugiardini ho capito che:
Deursil si usa soprattutto per aiutare asciogliere calcoli oppure fango nella colecisti, mentre cantabilin, se ho capito bene, serve per rendere più "elastica" la colecisti che, nel mio caso, essendo ispessita, fa più fatica ad aiutare la digestione. La mia colecisti è infatti a pareti ispessita e senza calcoli.
Ho capito bene?
Che ne pensa, in tal senso, dell'uso di cardo mariano?
Dottore mi scusi la mia ignoranza, desidererei capire quando Lei dice che l'ipercolesterolemia può essere causa di cefalea, ed in tal caso che fare? Faccio bene da 10 giorni ad aver iniziato ad assumere la statina?
In particolare Simvastatina da 10.
La ringrazio tanto e cordiali saluti, Rosario !

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si, ha capito bene.

Quanto al Cardo Mariano, esso stimola lo svuotamento della cistifellea.

L'aumentata viscosità del sangue, legata all'ipercolesterolemia, può essere fonte di disturbi come la cefalea.

L'opportunità di utilizzare tali presidi va concordata con il suo curante,
poichè, come sa, i consulti on-line
https://www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp
hanno solo funzione di supervisione ed orientamento.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 278XXX

Gentile Dottore, grazie per i Suoi consigli.
Quindi se ho capito bene per me è più efficace Imecromone.
Mi conviene assumerne 2 compresse due volte al giorno prima dei pasti?
Lei mi faceva riferimento al colon irritabile, che in realtà è pure un mio problema.
Purtroppo io ho tendenza alla stipsi e se assumo un qualsiasi farmaco per il colon irritabile mi peggiora la stipsi.
Assumo anche Enzimi digestivi e pro e prebiotici, con lattobacilli per la flora batterica. Che posso fare di più?
Mi alimento con cibi veramente semplici e leggeri.
Ormai sono insopportabili le frequenti indigestioni e soprattutto il conseguente mal di testa. Non lo diminuisce nessun antidolorifico, devo aspettare che si completa la digestione. Ho pure assunto, per mesi, come preventivi: laroxyl, flunarizina, ma senza migliorare.
La ringrazio ancora e cordiali saluti, Rosario !

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Cattiva digestione, ipercolesterolemia, dispepsia biliare, ansia,
sono un insieme di problemi,
i quali tutti, in misura percentualmente diversa possono arrecarle i disturbi riferiti,

atteso che i procinetici ed i colagoghi potrebbero agevolarle la digestione,

è utile che sia un medico di sua fiducia a disporre una ottimale e composita terapia del caso.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it