Utente 129XXX
Sono andato da un professore endocrinologo a fine novembre perchè dalle analisi risultava un tsh di 7,170 con ft4 nella norma, idem anticorpi e pure l'ecografia era perfetta.
Non mi è stato dato nessun farmaco ma mi è stato consigliato di seguire un'alimentazione sana e di perdere 5 kg (cosa che ho fatto). Diagnosi: Ipotiroidismo subclinico.
Il 27 gennaio ho rifatto gli esami e il tsh è rientrato però è stata rilevata una carenza grave di vitamina D che curo con DiBase e Syrel selenio. Il medico negli ultimi giorni ha riscontrato una tachicardia in piedi (116 battiti e pressione 145/97) che passa immediatamente mi sdraio (130/75 e 75 battiti). A dicembre avevo fatto una visita completa cardiologica ed era tutto ok ma non avevo questa stanchezza, soprattutto alle gambe e dolori alle giunture. Che cosa potrebbe essere? Dimenticavo che la mia temperatura corporea fino a prima che iniziasse questo era sui 35,2-35,5 e ora è ritornata sui 36,5-36,8.

ESAMI SANGUE:

CHIMICA - CLINICA
Sideremia 80 mcg/dL ( 75 - 170 )

F E R T I L I T A'
Prolattina 16,50 ng/mL
UOMO 2,6 - 13,1
DONNA 3,3 - 26,7
menopausa 2,7 - 19,6
Testosterone 3,17 ng/mL
UOMO 1,75 - 7,81
DONNA 0,10 - 0,75

M E T A B O L I S M O O S S E O
PTH Intatto 36,0 pg/mL ( 15,0- 88,0 )

F U N Z. I P O F I S I S U R R E N A L I C A
Cortisolo 16,5 ug/dL
MATTINO 6,7 - 22,6
POMERIGGIO 0,1 - 10,0

I M M U N O C H I M I C A
Ferritina 164,3 ng/mL ( 24,0 - 336,0)
Vitamina B 12 296,0 pg/mL ( 180 -914 )
Vitamina D * 9,2 ng/ml ( 14,0- 49,8 )

F U N Z I O N A L I T A' T I R O I D E A
FT3 2,64 pg/mL ( 2,50- 3,90 )
FT4 0,80 ng/dL ( 0,54- 1,24 )
TSH 3^ Generazione 3,160 uUI/mL ( 0,340-5,600 )

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
in effetti gli esami ematochimici che produce, del 27/01 sono perfettamente nella norma.
Avendo seguito una dieta, presumo ferrea, che le ha fatto perdere 5 Kg, è probabile che Ella abbia introdotto poca vitamina D, il cui livello di deposito è calato.

Premesso che deve fidarsi di chi l'ha in cura realmente, potrebbe trattarsi di un iperparatiroidismo secondario a carenza di vitamina D, che annovera tra i suoi sintomi ipertensione,astenia intensa, sonnolenza, incapacità a concentrarsi, sindrome ansioso depressiva.
La modesta ipertensione omerale in ortostatismo, potrebbe tuttavia essere sintomo di una ipersimpaticotonia primitiva nel passaggio dal clinostatismo all'ortostatismo. Tenga presente che io non la "conosco" come Paziente.... Idem per la tachicardia.
Il mio consiglio, PREVIO IL CONSULTO CON IL COLLEGA CURANTE, è quello di esegure calcemia, fosforemia, fosfatasi alcalina, ridosare la Vit.D e il PTH in questa fase.

Un holter pressorio/24h, potrà darci la tangibile prova dell'andamento della sua pressione durante una giornata vissuta in piena routinarietà.

La temperatura è ampiamente nel range di normalità. Le consiglio di non misurarla perchè non è iperpiretico.

Resto a disposizione per chiarimenti ulteriori, ove lo desideri.
Cordialità.


Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 129XXX

Grazie dottore per la gentilezza.
Ho fatto oggi la visita completa cardiologica ed in effetti pure il cardiologo ha riscontrato questa differenza di battiti da sdraiato a in piedi e mi ha fatto mettere l'holter cardiaco 24h. Prorpio ora mi è passata l'ansia dopo ore che avevo assunto Xanax 0,50 (purtroppo usandolo per dormire, causa risvegli tachicardici di panico da ben 3 anni, oramai sono assuefatto) e i battiti solo ora stanno ritornando normali anche da sdraiato.
Farò le analisi richieste da lei che devo aggiungere al acth e dhea che mi ha detto di fare il mio endocrinologo. Sono sicuro che c'è una causa comune per tutto questo, non può venirmi tutto adesso con 300 sintomi però sia il mio endo che cardiologo hanno detto che dovrò prendere betabloccanti, ahimè a malapena riesco a fare le scale senza avere in cuore in gola e le gambe deboli, eppure facevo sport agonistico e a luglio avevo fatto la visita sportiva....
Non ho mai avuto patologie, mai! Sono sempre stato un ansioso con dap ma ultimamente sono peggiorati.
Le farò sapere gli esiti degli esami appena me li consegneranno, grazie.
Ps: ridosare il pht? Non prendo nulla per quello e le gocce di DiBase sono poche 25 gocce 2 volte a settimana per il primo mese?

Grazie

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
proprio perchè prende poca Vitamina D potrebbe avere sviluppato un iperparatiroidismo secondario: la diagnosi si fa dosando il paratormone.
Se risulterà alto la diagnosi sarà confermata e molte cose saranno più chiare.

Attendo sue notizie.
Serena notte.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 129XXX

Grazie dottore

Il PHT intatto l ho fatto ed è 36,0 (15,0-88,0) ed è riportato sopra, sulle analisi che ho pubblicato.
Sono analisi fatte il 27 gennaio.

Grazie ancora, farò tutte le analisi e chiedo al medico se posso aumentare la dose di vitamina D.

[#5] dopo  
Utente 129XXX

Ho i risultati di altre analisi:

DHEA S 573. Ug/dl. (106 - 464)

D-4 androstenedione. 4,3. Ng/ml. (0,7-3,6)

Acth 49,1. Pg/ml. (Fino a 46)


Calcio. 10,2. Mg/dl. (8,5-10,7)

Fosfatasi alcalina 165. Ui/L. (80-320)

Fosforo. 3,2. Mg/dl. (2,5-5,0)

Per i risultati di aldosterone da seduto e in piedi, catecolamine urinarie ed eco reni e surreni devo aspettare.

[#6] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Caro Signore,
non comprendo la ratio, in tutta franchezza, di dosare il DHEAS e Delta 4 Androstenedione.

Si vuole valutare la funzionalità della zona reticolata del corticosurrene? O nel caso del Delta 4 androstenedione anche quella delle cellule di Leydig del testicolo?
Francamente non vedo un nesso con la sua sintomatologia.
Il DHEAS è fuori range, ma lei è giovane, in una età in cui questo ormone è prodotto in abbondanza. Idem per il Delta 4 androstenedione!
Ad ogni modo, se il suo Curante lo ritenga, valuti almeno con una ecografia surrenalica se vi sia iperplasia della corticale. Del che dubito fortemente.
Inoltre: che significato ha dosare l'ACTH basale senza contemporamenamente valutare il cortisolo alle ore 08:00?
Gli esami si programmano per un percorso diagnostico elaborato con criterio e non si fanno un poco alla volta. Tenga presente che l'ACTH risente molto dello stress quindi quel valore è del tutto inutile ai fini diagnostici. E' aria fritta!
A meno che non si voglia sospettare un microadenoma ipofisario ACTH secernente: ma con un cortisolo DEL 27 GENNAIO scorso pari a 16.5mcgr /dl il dubbio sarebbe deleggittimato.
A maggior ragione andavano ripetuti nella stessa seduta di prelievo ACTH e Cortisolo!

Prorpio non capisco come alcuni colleghi impostino un "piano diagnostico per confermare o dirimere un sospetto".

Sul resto degli esami nulla da dire: presumo che il PHT sarà nel range di normalità.

Ora che ha fatto questi esami, a random, chieda al suo curante: "cui prodest"?
Servono realmente a capire i suoi disturbi? O ne alimentano ulteriori, aggiungono ansia all'ansia e, finalmente, servono a nulla?
Se lo faccia spiegare dai Suoi Curanti.....
Io resto a sua disposizione per qualunque chiarimento ma lei stia sereno.
Cari saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#7] dopo  
Utente 129XXX

Grazie dottore,

Si il PHT era nei range 36 (15-88) e non saprei che dire, ho questi risvegli frequenti con tremore e/o una leggera tachicardia da 3 anni, adesso è venuta fuori questa tachicardia ortostatica che tengo a bada con mezzo Cardicor 1,25 ma non capisco perché tutto uno dietro l altro.....

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
io credo in tutta onestà che su di lei è stato montato un caso clinico che non ha ragione di esistere.

-Il TSH fuori range, con FT4 nella norma ed ecografia tiroidea non suggestiva di iperstimolazione parenchimale, dubito fortemente che sia rientrato nella norma a causa della perdita di 5Kg con una dieta verosimilmente drastica, sbilanciata, che l'ha portata alla diminuzione non drammatica delle vitamine liposolubili (nella specie di fatto la Vit. D).
L'errore di laboratorio, quando i conti non tornano, va sempre messo tra le possibilità. In ogni caso al secondo controllo, va aggiunto un terzo controllo di TSH - FT3 - FT4 - anti TPO per verificare che l'assetto tiroideo si mantenga in limiti accettabili o vi sia nuovamente il riscontro di valori fuori range.

- Dice di aver fatto la visita cardiologica e di aver applicato l'Holter ECG.
Quale è il referto dell'Holter ECG?
Durante la visita cardiologica è stato eseguito un attento ecocolordoppler cardiaco e nel caso le è stato consigliato?
Il referto di questo esame quale è stato?

Se vuole mi faccia sapere.
E sia SERENO!!
:-)

Con simpatia.


Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#9] dopo  
Utente 129XXX

Salve dottore e grazie per la risposta.

Il referto dice:
Ritmo sinusale stabile durante tutta la registrazione con FC media 61 m. Bradicardia durante le ore notturne con FC Media 48 m'. Durante le ore diurne alternanza di FC di circa 60m a momenti con FC 100 m. FC (quando ero in piedi praticamente) max durante sforzo (salita di scale) 130m.

Si ha fatto una visita completa con elettrocardiogramma ed eco color doppler e a parte il solito lieve prolasso mitrale non è cambiato nulla dai vari controlli passati che ho fatto sempre con lui privatamente.

Avverto anche una inappetenza che oggi sembra minore in quanto mi sento più in forze dei giorni passati e anche un notevole calo di libido ma vallo a sapere se è ansia o l'Entact....

Rifarò gli esami tiroidei completi con anticorpi per vedere che succede.

[#10] dopo  
Utente 129XXX

Ritirato anche i risultati dell aldosterone che non ho potuto fare all ospedale ma al centro Dimisem di Perugia.

Clino. 148,79 (30-170 pg/ml)

Orto. 229,48. (34-273 pg/ml)

[#11] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Beh,
direi che siamo nel range di normalità. Del che non avevo dubbi.

Un ulteriore elemento per essere sereno.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#12] dopo  
Utente 129XXX

Si, vorrei solo capire perché ho questa tachicardia ortostatica. La mattina dopo le ore di sonno appena scendo il cuore inizia a pompare forte e sento una tensione alla schiena, non capisco cosa sia. Sono stati 3 anni di grande stress ma possibile che il sistema nervoso si sia così alterato?

[#13] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
"Ritmo sinusale stabile durante tutta la registrazione con FC media 61 m.
Bradicardia durante le ore notturne con FC Media 48 m'.
Durante le ore diurne alternanza di FC di circa 60m a momenti con FC 100 m. FC (quando ero in piedi praticamente) max durante sforzo (salita di scale) 130m."

Dov'è il problema?

Tutti noi abbiamo una frequenza giornaliera oscillante tra 60 - 100 bpm
Se salendo le scale la frequenza non aumentasse la pressione arteriosa crollerebbe. E lei perderebbe conoscenza.

Non ci pensi al suo cuore: fa il suo dovere per bene.
Lo lasci lavorare in tranquillità.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#14] dopo  
Utente 129XXX

Grazie,

Il problema è che da calmo, fermo e immobile il cuore arriva a 100 e più e gli sforzi come salire le scale sono diventati faticosi. Con mezzo Cardicor 1,25 la situazione si stabilizza ma la mattina appena metto i piedi per terra sento questa tensione alla schiena e subito parte la tachicardia, speravo fosse ansia ma nemmeno lo xanax agisce su di essa. Comunque mi hanno prescritto tutti i controlli tiroidei e anti recettori tsh.

[#15] dopo  
Utente 129XXX

Salve dottore,

Le catecolamine urinarie sono a posto, purtroppo questa tachicardia ortostatica persiste e oggi appena sceso dal letto era molto alta. Da 3 giorni ho l orecchio sinistro tappato e un fischio.....
Le gambe spesso le sento strane, un dolore è una specie di sensazione di costrizione. Devo fare qualche esame più specifico? Enzimi cardiaci o renina o visita neurologica, qualsiasi cosa pur di regolarizzare questa situazione. Grazie

[#16] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
le rinfresco il referto dell'Holter ECG.....

"Il referto dice:
Ritmo sinusale stabile durante tutta la registrazione con FC media 61 m. Bradicardia durante le ore notturne con FC Media 48 m'. Durante le ore diurne alternanza di FC di circa 60m a momenti con FC 100 m. FC (quando ero in piedi praticamente) max durante sforzo (salita di scale) 130m."

Le ribadisco che per me dagli esami postati lei è solo un grande ansioso.

Ora che ha sintomi neurologici, il suo referente è un bravo neurologo.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#17] dopo  
Utente 129XXX

Gentile dottore,

Intanto la ringrazio per la grande gentilezza nel rispondere con grandissima professionalità e poi per dirle che ha ragione, sono una persona più che ansiosa ma in cura con Entact 20mg, 10 gocce il pomeriggio e poi con Xanax 0,50. Anche stamane prima di scendere dal letto ho preso uno Xanax eppure la tachicardia si è manifestata esattamente nel momento in cui mi sono alzato, con molta lentezza per cercare di riattivarmi, e anche se l'holter dice che è tutto ok nel tracciato si vede che da 60 battiti sdraiato salivano immediatamente a 100 e più in piedi.
Mah, intanto con mezzo Cardicor 1,25 mi stabilizzo e cerco di fare movimento aerobico moderato per vedere se funziona e aspetto i risultati degli esami tiroidei.

Grazie

[#18] dopo  
Utente 129XXX

Ho i risultati degli esami:

Ft3 3,15 (2,50-3,90)

Ft4. 1,02. (0,54- 1,24)

Tsh 3^ generazione. 2,240. (0,340-5,600)

Ab anti tireoglobulina 0,2. (Fino a 4,9)

Ab AntiTPO 0,7. (Fino a 9)

TR Ab. <1. Negativo: <1
Dubbio: fra 1,0 e 1,5
Positivo: >1,5

Eco reni e surreni è tutto a posto ma ha detto che per fare uno studio accurato tocca fare Tac o RM.
Il tsh è sceso da solo, che significa? È possibile essere ipotiroidei e poi non più?

[#19] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Francamente penserei più ad un errore di laboratorio nel primo dosaggio.

Tanto più che questi esami confermano la perfetta funzionalità della sua tiroide.

Sono perfettamente d'accordo che la valutazione accurata dei surreni si fa con RM o TC contrastate, ma dato che le sue catecolamine sono normali uno sguardo di "insieme" con una eco mi pare al momento sufficiente.

Come vede non ha nulla: è solo ansioso.

Lei non ci crederà ma quando immagino i pazienti più sereni o francamente rasserenati, sono felice anche io.
In fondo anche molti Medici hanno un cuore.......

Cari saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#20] dopo  
Utente 129XXX

Grazie dottore,

La sua gentilezza mi commuove, veramente grazie di cuore di tutto! Spero che con 10 gocce di Entact tutto passi perché non voglio prendere un betabloccante a 31 anni con un cuore supersano, che poi mezzo Cardicor da 1,25 è praticamente nulla.

Grazie ancora

[#21] dopo  
Utente 129XXX

Salve,


Il dottore mi ha detto di provare a vedere la renina in piedi e da seduto, tanto per essere certi al 100%. Il betabloccante funziona ma certe volte mi sento con la testa leggera e un rumore nell'orecchio sinistro continuo ma che dire? Forse aumentando Entact 20mg starei meglio?

[#22] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve a lei,
L'Entact è aumentabile a 20 mg/die ma ne deve parlare con il suo medico.
In quanto alla iper - reninemia, se c'è in piedi provoca ipertensione severa anche da seduto e in clinostasi.
Aumentando la Angiotensina II alla fine della cascata biochimica, questa resta in circolo ed esecita la sua azione sia in ortostatismo che in clinostatismo.

Comunque lei deve fare quello che dice il suo medico.

Cordiali saluti e buon Week - end!

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#23] dopo  
Utente 129XXX

Grazie dottore,

Il dottore mi ha cambiato il Dibase 10000 con il Dibase 100000 fiale una ogni 15 giorni e mi ha consigliato di prendere il Syrel selenio è un sublinguale di vit B12 che per lui anche quella è bassa.
Entact lo aumento a 15 ( che è la stessa dose che prendevo pochi anni fa).

Ho ancora perso peso, però mi è stato detto di continuare così che il tsh è tornato a posto perché mi sono curato nell'alimentazione e ho limitato il glutine.

[#24] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
se il suo curante ha detto questo, va bene così.
Diversamente non sarebbe il suo Curante.

Di nulla.

Arrivederci.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#25] dopo  
Utente 129XXX

La renina la fanno solo in ortostatismo nella mia regione e non fanno l'attività reninica plasmatica (PRA) perché dicono che è un esame obsoleto.....
Eppure in altre regioni lo fanno perché s mira più affidabile. Che dire? Pure il discorso betabloccante per alcuni bisogna smetterlo di prendere dalle 2 settimane precedenti all'esame mentre per altri non interferisce con l'esame, chi ha ragione?

RENINA ORTO. 19,11 Pg/mL. (5,41-34,53)

[#26] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
la PRA non mi risulta essere un esame obsoleto.
Comunque: la sua renina plasmatica in ortostatismo è normale.
Il discorso Beta Bloccante ha un fondo di verità: specialmente i beta bloccanti Beta 1 selettivi inibiscono la secrezione di renina dalle cellule iuxta glomerulari.
La attività inibitoria non è massima ma potrebbe influenzare l'esame.

Si consiglia quindi di sospendelo con gradualità, effettuare il dosaggio, e tornare ad assumerlo.
Il tutto in una settimana non in 15 giorni e per mera precauzione.

Cari saluti e Buona Pasqua!
V.C.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#27] dopo  
Utente 129XXX

Grazie! Buona Pasqua anche a lei!

[#28] dopo  
Utente 129XXX

salve dottore,

Parlando con un dottore del centro per lo studio delle scienze metaboliche mi ha detto che in Umbria non fanno più la PRA ma vedono aldosterone e renina e poi fanno un calcolo particolare, presumo sia una nuova tecnica.

Un cardiologo mi ha detto che il betabloccante abbassa i battiti con un meccanismo differente e quindi non influenza la renina, il mio dottore dice che influenza ma di poco eppure se ha emivita breve la sua azione non svanisce ogni 24 ore? Difatti il giorno dell'esame che non l'ho preso avevo tachicardia e difatti mi fecero fare le scale con mia grande fatica per poi farmi il prelievo; il fatto è che un altro medico amico di famiglia mi ha detto che se ti fanno mettere seduto per pochi secondi la renina subisce una immediata riduzione e anche quello conta.........

Non ho più tanta ansia con Entact e va benissimo, se ora risolvessi questa grandissima rottura sarei felice. Prendo Syrel (selenio) e una soluzione di iodio, potassio e acqua denaturata per aiutare la tiroide "pigra" e poi la vit B12, il Dibase 10000 25 gocce al giorno (il mio medico di base non è d'accordo ma il mio endocrinologo me lo ha imposto perché la vitamina D deve risalire in fretta.

Intanto ho ripreso colorito, lo hanno visto tutti in famiglia e spero di seguire la giusta terapia.

Grazie

[#29] dopo  
Utente 129XXX

Buonasera,

Negli ultimi esami è tutto a posto tranne il colesterolo a 240 (nonostante mangi leggerissimo, non mangio insaccati, fritti etc dal dopoguerra), filamenti di muco nelle urine e l'acido urico a 6,8 (max 7,0).....

Grazie