Utente 139XXX
Gentilissimi buonasera,

oggi mi è capitata a casa una mia cara amica, che, tutta entusiasta di questa cosa, ha passato un'oretta a parlarmi dell'acqua e dei benefici del corallo. Mi ha fatto notare che l'acqua del rubinetto che beviamo ogni giorno è leggermente acida invece di essere neutra o basica, e che ha un residuo fisso troppo alto (mg/l 402 ) che fa male ai reni, oltre ad essere non ricordo cosa (ionizzazione vattelapesca insufficiente?), insomma un valore che deve andare da -100 a -200 per essere buono, e invece è di 390 erotti.

Mi ha spiegato che in questo modo l'acqua del rubinetto è più dannosa che altro, che acidifica il corpo, e che non idrata realmente il corpo e le cellule.

Aggiungendo questo corallo all'acqua mi ha fatto vedere che è diventata neutra-basica (con cartina tornasole) e che quel famoso valore da 396 o quel che era è andato a -180 (misurato con un apposito strumento).

Mi ha inoltre parlato di un dottore che da una goccia di sangue preso sul posto capisce tutto, facendo al microscopio (microscopio a campo oscuro) un'analisi qualitativa del sangue, e non quantitativa come viene fatta dai laboratori. Mi ha fatto vedere che prima del trattamento aveva tutti i globuli rossi appiccicati l'uno all'altro, diceva a causa della disidratazione, tracce di urea e chiazze di colesterolo, e che dopo il trattamento con questo corallo i globuli rossi erano tutti staccati.

Mi ha parlato poi dei radicali liberi, che verrebbero creati in grande quantità stando esposti ai campi elettromagnetici (es. lavorando al computer o stando davanti alla tv ecc), e grazie a delle pastiglie chiamate h 500 che rilasciano l'elettrone mancante ai radicali liberi, questi ultimi vengono annullati senza conseguenze.

Gradirei avere una vostra opinione riguardo queste ricerche e prodotti.

Grazie anticipate.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Ho letto moltissimi libri delle più varie specialità mediche ma non ho mai letto simili fantasie!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 139XXX

Salve Dottor Bacosi,

beh di acqua alcalina e dei suoi (presunti) benefici sulla salute e potere idratante per il corpo se ne parla spesso http://www.benessere360.com/acqua-alcalina-ionizzata-benefici-effetti-collaterali-e-controindicazioni.html (in qualche articolo anche dei suoi effetti dannosi sulla salute, se assunta per periodi troppo lunghi), soprattutto per chi, come me, soffre di esofagite da reflusso (e mi è stata infatti data una cura omeopatica, tale polverina "alkimo", da assumere prima di andare a dormire, che tramite calcio zinco e magnesio credo renda l'acqua alcalina e le diano un effetto antiacido).

Idem riguardo l'acidità dell'acqua del rubinetto, me l'ha dimostrata in modo scientifico (cartina tornasole), così come le immagini dei globuli rossi ottenute col microscopio elettronico (a meno che non fossero dei fake, ma non credo).

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
L'acqua si può anche ironizzare.
La ionizzazione durare be frazioni di secondo per cui al momento dell'ingestione non sarebbe più ionizzata....
Senza contare che l'organismo è dotato di sistemi "tampone" che mantengono tutta la vita il pH a 7,4
Anche la medicina tradizionale per il reflusso consigliava il bicarbonato di sodio prima dei moderni antisecretori.
Creda pure a quello che vuole....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 139XXX

Nono, io credo prima di tutto alla scienza ed alla medicina tradizionale, non a caso chiedo qua, a Lei. Avevo già letto anche dei sistemi tampone dell'organismo di cui parla infatti, il problema è che sono allergico all'omeprazolo (rush cutanei e prurito), quindi sono alla ricerca di cure alternative per il mio reflusso, e soffro di colon irritabile (la cui unica soluzione per ora è assumere la trimebutina, alias antispastici, che non curano la causa ma soltanto i sintomi). Quindi, ad ora, la medicina tradizionale non ha risolto manco uno dei miei due problemi (per quanto siano poco importanti, per fortuna, per carità.).

[#5] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Se è allergico ai PPI può tentare con la vecchia ranitidina.
Per quanto riguarda l'intestino irritabile, non se ne conosce la causa quindi la terapia può essere solo sintomatica!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 139XXX

E' una supposizione, perchè durante l'assunzione di omeprazolo la calprotectina mi era andata leggermente positiva (108 su un max di 50). Interrotta l'assunzione e riprovata la calprotectina nei due mesi seguenti è risultata entrambe le volte negativa, e in più, la volta dopo che ho fatto terapia con omeprazolo mi sono venuti fuori pure i rash cutanei sulle braccia e un prurito fotonico. (Appena interrotta, anche lì mi è passato tutto subito). Quindi... direi si che sono allergico/intollerante ai ppi...

Per quanto riguarda l'ibs, eh lo so mannaggia, però il problema ovviamente ,trimebutina o no, continua, quindi ovviamente sono alla continua ricerca di cure che mi facciano stare meglio (da lì i discorsi di questa mia amica, che diceva che con sto corallo il corpo si depura dalle tossine, si idrata e anche il colon, più idratato e ossigenato, lavora meglio e passa pure l'ibs).

In realtà volevo chiedere consiglio prima di fare cavolate, perchè l'ultima volta che ho fatto esperimenti fai da te (vedesi assunzione di aloe vera senza aloina, della foreverliving, un bicchierino al giorno a stomaco vuoto la mattina), mi sono cominciate una cosa come 25-30 scariche di diarrea giornaliere fino alla totale disidratazione quasi da ricovero ospedaliero... per fortuna interrotta quella è tornato tutto a posto... (e qui sempre sta mia amica diceva che l'aloe è perchè depura e dice che io sono pieno di tossine e quindi avrei dovuto cominciare con un cucchiaino da thè al giorno sciolto in un bicchiere d'acqua invece che con un bicchierino intero che come secondo lei ovvio ha avuto questa reazione violenta).

Grazie del consiglio adesso mi informo sulla ranitidina :)