Utente 464XXX
Egregio dott.
Non sapendo a chi rivolgermi ,prima di procurarmi un appuntamento o quant'altro volevo almeno sentire un parere online.
Cercherò di spiegare in breve la situazione;
Ho 19 anni quasi 20 sono alto circa 183 cm se non erro, per un peso di circa 52kg
Purtroppo Essere magro è nella mia costituzione , mangio regolarmente pranzo e cena(es: pasta abbondante braciola di maiale e contorno , nella norma)
Non salto mai pasti ne soffro di qualche disturbo legato al cibo
Purtroppo questi anni ne ho risentito psicologicamente e da quando lavoro ( circa 15 mesi) ho subito un forte indebolimento corporeo e un abbassamento di peso legato a forte ansia( economica familiare e nel lavoro) e depressione non grave
Per quanto io mangi tutto quel che serve il corpo sembra sempre consumare piu di quanto riesca ad immagazzinare.
L'ansia è abbastanza forte, in questo momento sono sul divano a scrivere questo e avrò all'incirca 95bpm
Gli stati variano e si sovrappongono
Non so davvero come porne rimedio, i giorni passano e divento sempre più magro , mi chiedo davvero dove finisca tutto il cibo che mangio.
Avreste qualche consiglio?
Colgo l'occasione per ringraziarvi per avermi dedicato del vostro tempo
Cordiali saluti .
F.s.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Le calorie introdotte con l'alimentazione non scompaiono nel nulla.
Quando si dimagrisce le alternative sono poche:

1) si crede di mangiare la giusta quantità ma, in realtà si mangia meno del necessario.

2) si mangia il giusto ma si assorbe meno del normale: in questo caso si deve, necessariamente, emettere una grossa quantità di feci nelle 24 ore.

Faccia una visita gastroenterologica.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia