Utente 441XXX
Cordiali dottori buongiorno. Scrivo a voi spero davvero possiate aiutarmi perché non vivo più. Due mesi fa ho avuto una brutta tracheobronchite e dopo episodio febbrile ho iniziato il clavlin 1 ogni 8 ore per 6 giorni e successivi 4 giorni 1 ogni 12 ore. Premesso che il forte mal di gola dopo tutti questi giorni era diminuito ma non sparito..al contrario della febbre che andò via subito. Comunque a distanza di 12 ore dall ultima pillola ho avuto una reazione allergica con gonfiore alla gola e alla base lingua e sensazione di avere qualcosa in gola. Sono stata in ps e dopo due iniezioni di medrol da 8mg la situazione si è attenuata.. Nelle ore successive è arrivata una forte asma. Curata per due settimane con cortisone. Ora la mia domanda è può essere stata una reazione allergica alla penicellina? Premetto che nel 2012 ho avuto una reazione analoga e stavo assumendo penicellina più diflucan più daflon. Quindi non saprei quale farmaco mi diede reazione. A oggi persistono i sintomi di sentire questa lingua gonfia e a volte anche la gola. E poi ho sempre il viso rosso e sento dei bruciori sia sul viso che nel corpo, questi bruciori a volte mi svegliano di notte, e altro sintomo mi capita di svegliarmi con viso deformato dal gonfiore ( prima non accadeva) che sparisce nel giro di un paio di ore, e rossore cuoio capelluto.Ho effettuato visita allergologa e il medico dopo prick test allergeni più comuni(tutti negativi) mi ha liquidata dicendo che non ho niente. Io sento che non è così! Aiutatemi

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Effettivamente la storia clinica sembrerebbe proprio quella secondaria ad una reazione iatrogena allergica. Per cui quanto meno ritengo importante segnalare l'accaduto ogni volta che le verranno prescritti nuovi farmaci o antibiotici, con particoalre riferimento a quelli contenenti pennicilina o suoi derivati. Un consulto presso un Centro allergologico specializzato in queste problematiche potrebbe risultare esaustivo nella definizione della sua condizione specifica. Saluti cordiali.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 441XXX

Grazie mille dottore. Le posso chiedere se può indirizzarmi in qualche Centro su Roma?

[#3] dopo  
Utente 441XXX

Scusi professore se approfitto ancora di questo spazio.
Dall influenza di novembre che le ho scritto ed ho avuto reazione all antibiotico, ancora ne porto strascichi.. Si presume che ci sia un allergia che mi dia fastidio..ma io sono due mesi che avverto ad intermittenza febbriciattola. A 37.2 massimo 37.5. Ho effettuato emocromo ed è tutto nella norma..non avverto linfonodi ingrossati. Ho eseguito due visite otorinolaringoiatria ed entrambi mi hanno detto che il problema è il reflusso. Fatta anche fibrolaringoscopia che ha evidenzato due lieti edemi tipici del reflusso..ma allora questa febbre da dove viene? Io che ho sempre avuto il problema opposto con temperatura neanche a 36!

[#4] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
I valori della temperatura rientrano nella norma. Mi risulta che al Policlinico Umberto I sia attiva una ottima equipe di allergologi. Cordialità
Mauro Granata