Utente 577XXX
Buongiorno, il mio problema è il seguente: da anni leggermente sovrappeso (81 kg per 172 cm), a inizio novembre noto un calo di 2 kg circa, non dò alcun peso perché avevo ridotto pane e formaggi nella mia alimentazione da pochi giorni.

Prima delle vacanze natalizie noto che il peso è sceso a 77, a quel punto vado in ansia.
Il medico curante decide di fare analisi per valutare eventuale insorgenza di diabete e ipertiroidismo, risultato di emocromo-conta leucocitaria-glicemia-insulina-tsh-costisolo-albumina-proteine totali-cpk-colesterolo-trigliceridi-egfr-creatina-bilirubina-ast-alt-ggt-fosfatasi alcalina-amilasi-sideremia-ferritina-transferrina-urea-sodio-cloruro-calcio ironizzato e totale-osmolalità-lipasi-pcr tutte entro tante tranne calcio ionizzato (3, 81), osmolalità (271) -colesterolo hdl (42) e percentuali neutrofili e linfociti (rispettivamente 78 e 14).
Sangue occulto feci:negativo.


Due mesi fa ecografia addome e collo, risultava fegato steatosico e nodulo di 3 mm a tiroide non significativo.


Nell'attesa dei risultati intanto in una settimana, pur mangiando, perdo altri 2 kg fermandosi a 75, dove sto rimanendo impegnandomi a mangiare un poco di più.


Ho iniziato a temere una neoplasia, ho fatto per conto mio psa terza generazione/cea/ca19-9 aggiungendo, giacché c'ero, ldh, pt, ptt, ves, ft3, elettroforesi: tutto perfetto (solo Beta 1 a 0, 53 con massimo del range a 0, 52).

Il medico, comprendendo la mia ansia, mi ha fatto fare gastroscopia: lieve fenomeno di reflusso, null'altro.
Il medico esclude la colonscopia in assenza di sangue occulto e con valori ematici ok, al massimo mi ha detto di fare la calprotectina.


Mi consigliate una tac torace e addome con mdc?

[#1]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Consigliare esami strumentali, peraltro con mezzo di contrasto, senza avere avuto l’opportunità di interrogarla e visitarla opportunamente non sarebbe corretto. La prescrizione degli esami infatti è successiva al momento dell’anamnesi e dell’esame obiettivo durante il quale il medico si rende conto della situazione e si orienta verso una serie di possibili malattie. La negatività di tutti gli esami eseguiti tenderebbe ad escludere patologie di rilievo. Certamente, se il calo ponderale dovesse proseguire, sarà il caso di rivalutare la situazione magari con l’ausilio di una consulenza specialistica internistica. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 577XXX

Nel ringraziare per la cortesia e per la risposta, aggiungo che nel frattempo ho ricevuto il risultato dell'analisi urine (perfette, ph 5,5, urinocoltura negativa) e mi sono sottoposto - per qualche fastidio che sentivo e volendo escludere anche questo aspetto - a visita da urologo, con ecografia vescica e reni, con diagnosi di lieve prostatite.

Il calo ponderale al momento è fermo, ma pur mangiando un po' di più di prima non riesco a riprendere peso(cosa che prima avveniva anche con troppa facilità, perciò dovevo prestare attenzione a contenermi a tavola).

Sono in attesa di esito calprotectina per valutare necessità di colonscopia (comunque in assenza, come detto, di sangue occulto).

Mi resta il dubbio sulla necessità, per tranquillità, di una tac addome con mdc

[#3] dopo  
Utente 577XXX

Aggiungo il risultato della calprotectina, inferiore a 5 microgrammi/grammi.

Mi resta il dubbio sulla opportunità di tac addome con mdc, con peso ora oscillante fra 74,5 e 75

[#4] dopo  
Utente 577XXX

Buongiorno,

Torno a disturbare per aggiornare la situazione: ho fatto tac addome con mdc (la radiologa, alla quale ho chiesto consiglio, ha escluso la necessità di tac torace in presenza di rx di 20 giorni fa negativa) e non è risultato nulla se non lieve diverticolite nella.parte alta del colon discendente e una cisti pericentimetrica parenchimale a sx (se ritenete utile posso trascrivere il referto o inviarlo via mail).



Il calo ponderale, che ricordo nella settimana natalizia era stato di 2 kg abbondanti oltre ai 4 persi fra ottobre e dicembre, è fermo da 20 giorni (mi peso ogni giorno e poi settimanalmente dal mio medico curante che mi monitora).

Devo fare ulteriori approfondimenti? (Colonscopia, rmn testa...)

Il mio medico dice di no, ma io sono in grande ansia

[#5]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Per quanto è possibile esprimere in questo contesto senza avere la possibilità di visitarla sarei d’accordo con il suo medico di medicina generale. Cordialità.
Mauro Granata

[#6] dopo  
Utente 577XXX

Buongiorno,

torno sull'argomento per segnalare che nel frattempo mi sono sottoposto a visita da medico internista, che ha confermato l'assenza di problemi rilevanti e mi ha prescritto la ripetizione della ricerca sof (fatta, negativa) ed esame colturale, micologico e parassitologico feci(fatto, negativo), nonché esami sangue Ana, ama e Anti DNA nucleo (sono in attesa risultati).

Il calo ponderale si è fermato.

Nel frattempo, preoccupato da un fastidio nella deglutizione e dal calo di voce, mi sono sottoposto a visita otorinolaringoiatria con fibrolaringoscopia. Esito: corde vocali "disturbate" dal reflusso gastroesofageo, null'altro di rilevante specialmente alla palpazione ghiandole salivari sottomandibolari. Per maggior sicurezza il medico mi dava indicazione (su mia richiesta, devo ammettere) per ecografia.

Mi sono sottoposto ad ecografia tiroide/collo/parotidi, risultato: nulla di particolare a ghiandole e linfonodi, la tiroide presenta 3 piccoli noduli di colloide ritenuti, anche dopo test doppler, non pericolosi, ma il radiologo alla luce della struttura della tiroide ipotizza lieve tiroidite auto immune e mi suggerisce tireoglobulina, Anti tireoglobulina, Anti tpo, Anti tsh.

Farò anche questi esami e li porterò all'internista, ma devo consultare anche un edocrinologo?

a questo punto devo ipotizzare un bolo isterico? E quale specialista devo consultare per questo?