Utente 152XXX
Salve,

ho 34 anni normo peso con abitudini alimentari direi buone.

Circa 12 anni fa mi è stata diagnosticata una gastrite antrale con cardias incontinente.
I sintomi riscontrati erano principalmente una sensazione di nodo alla gola con blocco improvviso dell'appetito.


Il gastroenterologo che mi ebbe in cura mi prescrisse pariet da 20 + nei 20-30 giorni successivi alla gastroscopia un cucchiaio di plasil prima dei pasti.
In un paio di mesi di trattamento i sintomi sono scoparsi per cui in accordo con il gastroenterologo ho sospeso la cura in modo graduale (pariet da 10 e negli ultimi giorni una compressa ogni 2gg)
Negli anni successivi ho ripreso la cura solo in caso di necessità comunque sempre per periodi molto brevi non avendo mai avuto episodi particolarmente acuti.


Da settembre circa ho iniziato ad avvertire una leggera difficoltà nella deglutizione di cibi come carne rossa magra, pizza, pasta (non quotidiana ma comunque frequente) successivamente intorno a novembre si è ripresentato il nodo alla gola con episodi di abbassamento della voce e dolori retrosternali.

Ho iniziato quindi un nuovo ciclo di pariet 20 ma a distanza di 20 giorni non ho notato benefici per cui il medico curante mi ha prescritto del riopan 80mg in gel da prendere mezz'ora dopo ii due pasti principali e avendo dei miglioramenti visibili dopo la prima confezione mi ha consigliato una sola bustina prima di dormire.


In questo periodo tuttavia ho iniziato a soffrire di una forte stitichezza con feci malcomposte ma di colore accettabile rilevando piccole macchie di sangue sulla carta igienica.
Ho deciso quindi di ridurre e sospendere pariet e riopan gradualmente ed effettivamente la stitichezza sta svanendo.
Negli ultimi giorni però ho visto una paio di macchie rosse nelle feci il chè mi ha fatto allarmare.


Circa 10 gg fa ho eseguito degli esami del sangue di chimica generica, emocromo, VES, PCR (non ho eseguito esame del sangue occulto) risultati tutti nei limiti.


Ad oggi ho la sensazione che la difficoltà nel deglutire stia tornando, ho un fastidio dietro la spalla sinistra ed inoltre queste macchie di sangue nelle feci non mi fanno stare completamente tranquillo.
In attesa di incontrare il mio gastroenterologo dopo l'epifania per verificare la fattibilità di una nuova gastroscopia vorrei sapere se posso effettuare qualche esame complementare/aggiuntivo per scongiurare qualcosa di serio dato che il medico curante al momento mi ha detto che il tutto è riconducibile esclusivamente allo stress ed all'ansia (sono obbiettivamente un soggetto ansioso ma mi pare superficiale ricondurre sempre tutto allo stress quando si possono fare esami).


Vi ringrazio anticipatamente per il vostro parere.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Attenda tranquillamente la visita senza pensare affatto a brutte patologie

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it