Utente
Buongiorno.

Sono una ragazza di 22 anni leggermente sottopeso (1.58 per 44 chili).

Un anno fa ho avuto un episodio di gastroenterite con diarrea e sangue nelle feci, attribuito dagli specialisti ospedalieri ad un problema emorroidario viste le numerose scariche diarroiche giornaliere.
Ho fatto una cura di Normix per un settimana e tutto è tornato normale.

Un mese fa invece ho iniziato ad avere forti dolori di stomaco per gonfiore, con flatulenze ed episodi di diarrea molto maleodoranti.
Adesso il gonfiore è migliorato, ma persiste la diarrea, che è davvero liquida e si accompagna a flatulenze nel momento dell'evacuazione, senza nessun odore particolare.
Da circa una settimana c'è anche presenza di sangue rosso viso sulla carta igienica, con dolore e fastidio nella zona anale.
Il mio dottore mi ha prescritto di nuovo il Normix, ma la cura non ha avuto alcun effetto, e adesso mi ha prescritto le bustine di Diosmectal, ma la situazione continua a sembrare stabile, non migliorata.
Vado in bagno circa cinque volte al giorno, indipendentemente da quanto e cosa mangi.
Prendo anche regolarmente fermenti lattici, non ho intolleranze né sono stata all'estero.

In attesa di fare tutti gli esami del caso (mentre scrivo ho il ciclo e l'influenza, quindi l'esame delle feci e del sangue che mi sono stati consigliati potrebbero essere alterati), avete idea di cosa potrebbe essere?

Sono molto preoccupata ed agitata.

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di una colite, ma serve una colonscopia per controllatelo stato della mucosa.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno.
Ho eseguito esami del sangue e relativi alla calprotectina fecale.

I valori dell'esame che non rientrano nella normalità sono:
- Leucociti: 13,9 x1000/uL
- Emoglobina 11,3 g/dL
- Ematocrito 35%
- MCV 81,9
- MCH 25,9 pg
- Eosinofili 8,3% (1,160 x1000/uL)
- Neutrofili 8,840 x1000 u/L
- Ferro nel sangue 19 ug/dal

Calprotectina fecale: superiore a 1000 ug/g


Il gastroenterologo ha detto che potrebbe essere morbo di Crohn o rettocolite, e mi ha consigliato una colonscopia+ileoscopia che eseguirò a breve, mentre il medico di base ha detto che è una semplice infiammazione tranquillamente gestibile.
Cosa potrebbe essere secondo voi? C'è la possibilità che sia un tumore del colon-retto? (In famiglia non vi sono casi simili)
La situazione sintomatica oggi sembra migliorata, la diarrea è passata e permane solo un po' di meteorismo, di cui ho sofferto sin da piccola. Sono inoltre sempre stata anemica, a causa soprattutto di mestruazioni molto abbondanti.

Ringrazio se mi risponderete, sono molto preoccupata.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Già risposto

https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/735369-calprotectina-e-colite.html
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore.
Ho eseguito la colonscopia, ed il risultato è il seguente:
Progressione dello strumento fino all'ileo terminale, di aspetto regolare.
Colon dx e trasverso prossimale rivestiti di mucosa rosea, indenne da lesioni, con reticolo vascolare conservato.
Il restante colon trasverso fino alla flessura splenica presenta scomparsa del reticolo vascolare, mucosa focalmente iperemica ma indenne da lesioni erosive.
Il colon discendente e il sigma presentano scomparsa quasi completa dell'haustratura, mucosa congesta e fragile, multiple erosioni fibrinose. Non lesioni ulcerative.
Il retto appare rivestito da mucosa rosea, solo focalmente eritematosa, reticolo vascolare presente seppur distorto e rarefatto, indenne da lesioni.

Che cosa mi può dire in base a tale esito?
Ringrazio cordialmente.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessuna biopsia ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Mi scuso per la mia dimenticanza: sì, mi sono state fatte alcune biopsie perché i dottori non hanno saputo dare un'interpretazione ai risultati. Avevano sospettato una rettocolite ulcerosa, ma poi hanno visto che lo stato del retto tutto sommato non è così negativo.
L'esito delle biopsie però lo avrò tra circa tre settimane, e nel frattempo volevo chiedere se, da questi dati, si può intravedere (ovviamente in modo approssimato) una possibile causa del problema.
Un altra domanda che volevo porre è: il mio colon, da quanto risulta dalla colonscopia e indipendentemente dalla causa dell'infiammazione, è messo ora come ora così male? È una situazione grave?
Ringrazio di cuore per i consigli.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessuna situazione grave. Le biopsie ci diranno un eventuale stato infiammatorio.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente di cuore, Dottore.
Volevo chiederLe ancora un'informazione. Ad oggi la situazione sintomatica sembra essere migliorata, non ho più scariche di diarrea, ho molto appetito e ho riacquistato in breve tempo il (poco) peso che avevo perduto.
Secondo Lei, tenendo conto dell'esito della colonscopia riportato in precedenza, anche se si trattasse di una malattia infiammatoria intestinale cronica, è essenziale ed imprescindibile una cura a base di cortisone?
Essendo che tale farmaco (che avevo già preso in passato per un'altra malattia) mi provoca forte tachicardia e dispnea, è possibile secondo Lei che mi venga prescritta un'altra cura? Oppure in base alla mia situazione il cortisone è l'unico farmaco neccessario?
Ringrazio di cuore.