Utente 577XXX
Ho un problema con la diarrea.

È da quasi due settimane che ho la diarrea.
Per i primi sette giorni ho lasciato correre assumento enterogermina.
Dopo mi ha prescritto una terapia con tre compresse di cui due sono anti infiammatori presumo, per 10 giorni.
Prima della cura emettevo feci liquide anche sei volte con il picco raggiunto dopo il cenone del 24.
Erano talvolta presenti sangue e muco.
Oggi le feci assumono la forma a salame (sono al settimo giorno di cura) ma restano chiare, talvolta più scure.
Occasionalmente c’è la presenza di sangue e muco.
Vado tre volte al giorno, soprattutto mattina e pomeriggio.
Non sto mangiando fritti e sto evitando cibi che possano peggiorare la situazione.

Sono un ragazzo di 20 anni e premetto che in questi mesi universitari la mia dieta è stata molto squilibrata, con poca assunzione di frutta e verdura.
Normalmente vado in bagno tre/quattro volte al giorno, da sempre.
Non riscontro perdite di peso
Un mio amico ha emesso feci liquide per circa 10 giorni, magari è un virus?

Ora vi chiedo è normale la mia situazione?

Leggendo su internet mi sto preoccupando di un tumore al colon.
Non riesco ad essere tranquillo.

Aspetto un vostro consulto.

Grazie per il vostro tempo, ho visto che c’è un consulto simile su questo sito, ma voglio spiegare meglio la mia situazione.

Grazie

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Lasci perdere il tumore, che alla sua etá non esiste. Può esserci, invece, una situazione infiammatoria, quindi bisogna fare una colonscopia con biopsie per avere una diagnosi certa è relativa terapia specifica, non a caso.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente 577XXX

La ringrazio per la risposta. Ci sono possibilità che questa diarrea passi da sola? Posso attendere un mese per effettuare la colonscopia?
Grazie infinite

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Se è dovuta, come credo , a una situazione infiammatoria, può avere degli alti e bassi
Prof. alberto tittobello