Utente 955XXX
egr. dottori non so se sia il campo giusto quello a cui sto chiedendo deucidazioni.
Ieri sono andato a mare e sono rimasto lì tutto il giorno sotto l'ombrellone; toranato ieri sera a casa dopo aver fatto la doccia ho iniziato a sentire brividi di freddo e la fronte che scottava. Ho misurato la temperatura e si aggirava attorno ai 38-38,5 C°. Ho pensato subito ad un colpo di calore; ho iniziato a fare impacchi freddi e ghiaccio sui polsi, effettivamente la temperatura si è abbassata di circa un grado (sotto i 37). Stamattina al mio risveglio tutto e ricominciato e fino ad ora (sono le 18.00) questa febbre non vuole andare via. Varia da un minimo di 36,9 ad un max di 38,7 C°. Il mio medico curante mi ha detto di prendere la tachipirina. Altri sintomi di questo malessere sono cefalea continua e tachicardia (cuore che da ieri sera non scende sotto i 100 pulsazioni a minuto).
Secondo voi egr. dottori può essere un colpo di calore e per quanto tempo ancora resisterà questa forma di patologia??

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

il colpo di calore solitamente produce arresto della sudorazione e aumento della temperatura corporea e ovviamente tachicardia, oltre ad altri disturbi, tra cui la cefalea.
Bene ha fatto con l'applicazione di ghiaccio e impacchi freddi.
Questi sintomi regediscono nel giro di pochi giorni.

Dato il tempo trascorso dalla sua richiesta di consulto, presumo che le siano passati. E' così?

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 955XXX

grazie della sua risposta infatti la febbre è durata 2 giorni e poi ho avuto una tonsillite causata da batteri (confermata da visita ORL). ho finito proprio oggi il ciclo di antibiotico.
Dopo due giorni mi sono svegliato con la febbre a 37,6 e con la gola che mi fa male dal lato sx toccandola si sente un pò gonfia e mi fà male mi sembra come se avessi gli stessi sintomi della volta scorsa ma molto più affievoliti, sono andato dal medico ORL che mi ha riscontrato un ematoma alle gengive e la parte bassa della lingua screpolata e che sanguinava con placche; questo è dovuto ad una pulizia dei denti fatta ieri un pò troppo profonda. Infatti il "dentista" mi ha praticamente ferito le gengive e la lingua senza prescrivermi antibiotico; il medico ORL mi ha prscritto Augumentin due volte al girno per sei giorni. Oggi ho finito quest'altro ciclo di antibiotico e speriamo che vada bene.