Utente 128XXX
Gentili dottori,
ecco il quesito che vorrei sottoporvi.

Si tratta di un bambino di 12 anni che è caduto nell'hotel dove alloggiava con la famiglia, riportando un trauma cranico e una ferita alla testa a cui sono stati applicati 17 punti di sutura.
La mia domanda è la seguente: è possibile chiedere all'hotel il risarcimento per il danno derivato dalla cicatrice risultante dalla ferita (che in parte è coperta dall'attaccatura dei capelli, ma è per la maggior parte visibile sulla fronte)?
quanti "punti" di risarcimento può comportare una cicatrice come questa?
è possibile chiedere il risarcimento per lo 'stress emotivo' anche dei genitori? (l'episodio è stato definitivamente traumatico per loro, vista la profondità della ferita).

Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto che vorrete darmi e per il prezioso lavoro che sempre svolgete qui.

Buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

certamente può chiedere il risarcimento del danno biologico sia temporaneo che permanente, oltre ad eventuali spese mediche sopportate.

Su quanti "punti" possa essere valutato il danno, non è possibile esprimerlo senza una visita diretta del bambino.

Quanto allo stress emotivo dei genitori, secondo me non ricorrono le condizioni perchè non può essere obiettivato ed è destinato comunque a non lasciare sequele.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it