Utente 124XXX
salve,questa volta invece non sono qui a scrivere per me ma per un mio parente
con dei grossi problemi del ernia discale

vorrei sapere se:dopo gli esiti di microdiscectomia per ernia discale L4-L5,
ernia discale L5-S1
se ha il diritto di invalidità,e tante spiegazioni al riguardo.

anticipatamente ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

se la patologia del suo parente è rappresentata solo dagli esiti della microdiscectomia, siamo lontani dal minimo grado di invalidità (34%) per avere diritto ad un qualche beneficio dall'invalidità.

Se vi sono altre patologie queste vanno valutate assieme alla complessiva situazione clinica.

Per ulteriori informazioni sull'invalidità civile:
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=86486
http://www.medico-legale.it/invalidita'_civile.html
http://www.medico-legale.it/handicap_legge_104.html

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Concordo, non ha diritto ad alcuna invalidità civile, se lavora potrebbe fare vedere la documentazione al medico competente aziendale.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
se per esiti intende modeste sequele con sintomatologia dolorosa più o meno importante, il Collega Corcelli Le ha già risposto.
Se i postumi dovessero invece riguardare importanti menomazioni funzionali motorie,il discorso è diverso e l'ipotesi di più alte percentuali di invalidità (Corcelli ne converrà) sarebbe più concreta.
Al di là di questo argomento, dal punto di vista del neurochirurgo Le chiedo se tali esiti siano inemendabili, ovvero se non è possibile capirne la causa e quindi eventualmente provvedere con la terapia appropiata.

Cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4] dopo  
Utente 124XXX

ok. grazie per avermi dedicato del vostro prezioso tempo