Utente 162XXX
Gent.li Dottori,
a seguito di un infortunio sul lavoro e ricovero ospedaliero per frattura di 5 costole, pneumotorace e versamento pleurico con toracentesi mi rivolgo a Voi per un indicazione di massima sulla valutazione del danno alla mia identita' psicofisica.
Nei limiti del possibile vorrei sapere a quanti punti di invalidita' corrisponderebbe il danno che ho subito.
In attesa di rivolgermi al patronato per tutti i risvolti del caso attendo una Vs. risposta perche' per ora sono a casa per la degenza post-ricovero.

Ringrazio anticipatamente per l'interesamento.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

se il pneumotorace ed il versamento pleurico non lasciano residuati, come aderenze pleuriche che limitino l'espansibilità polmonare, resterebbero da valutare solo gli esiti delle fratture costali.

Le posso indicare le voci tabellate nel DM del 7/2000 di valutazione del danno biologico INAIL:
- alla voce 218 esiti di frattura di una costa apprezzabili con indagini strumentali: 2%
- alla voce 219 esiti di fratture costali multiple, viziosamente consolidate; per ogni costa: fino a 1%
- alla voce 331 danno anatomico (tipo: placche pleuriche...) in assenza o con sfumata ripercussione funzionale: fino al 5%

Considerando che il punteggio minimo per avere diritto ad un indennizzo INAIL è del 6%, la sua situazione potrebbe essere poco sotto o poco sopra tale range.
Impossibile essere più preciso senza una disamina accurata della sua radiografia attuale e della sua condizione respiratoria.

infortunio inail
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=89894
http://www.medico-legale.it/infortunio_inail.html

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 162XXX

Gent.mo Dott.Corcelli la ringrazio per la risposta e' stato molto gentile ad interessarsi della mia domanda e
aggiungo, solo a livello personale, che mi dispiacerebbe molto dopo 25 gg d'ospedale e tanto dolore, se il mio range dovesse essere sotto il 6%, non essere indennizzato. Sia il pneumotorace che il versamento pleurico non credo abbiano lasciato residuati cosi' come non credo di aver avuto danni anatomici, e di questo ne sono felice, pero' se per legge al di sotto di quella soglia per questo infortunio mi devo solo accontentare di un brutto ricordo dico pazienza. Grazie molto per la cortesia di aver ascoltato anche questo piccolo sfogo e nell'augurarle buon lavoro le invio i miei saluti.

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

capisco il suo sfogo,
perché io sono dell'idea che almeno gli esiti delle lesioni obiettivabili, come le fratture, dovrebbero essere sempre indennizzabili, anche per punteggi inferiori al 6%.
Pensi, però, che fino al 2000 il minimo indennizzabile era dell'11%.

Buona serata
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it