Utente 469XXX
i primi di maggio ho avuto un incidente durante il ritorno dal lavoro e sono in infortunio in itinere fino ai primi di agosto. ho avuto la frattura pluriframmentaria della D12 con conseguente intervento. ora porto un busto c35 che dovrò portare almeno fino alla prossima visita neurochirurgica. Insomma la cosa si prospetta abbastanza lunga. Mi hanno detto che alla scadenza dei giorni che mi ha dato il pronto soccorso mi daranno altri giorni, che però non sono più di infortunio ma di malattia, è vero? in tal caso sono soggetta agli orari della malattia?Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

se si tratta di infortunio lavorativo in itinere e come tale riconosciuto dall'INAIL, lei può tranquillamente farsi rinnovare i certificati dal suo medico di famiglia come "continuazione di infortunio", fino alla stabilizzazione della frattura.

infortunio inail
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=89894
http://www.medico-legale.it/infortunio_inail.html

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 469XXX

Ma a me il pronto soccorso in cui mi hanno portato la sera dell'incidente mi ha detto di tornare lì che mi rinnovano loro. E' la stessa cosa?
Intanto la ringrazio per la risposta precedente, è stato molto gentile. Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
che sia l'ospedale o il suo medico di famiglia, l'importante è che qualche medico le faccia il certificato di continuazione d'infortunio
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 469XXX

ancora tante grazie!!!!!!!!!!!!!!