Utente 183XXX
ho avuto un primo IMA nel 2000 angioplastica su anteriore discendente,due stent,ancora stesso anno stenosi intrastent angioplastica ed applicazione pacemaker sentinella,FE 58%,nel 2002 ottengo il riconoscimento dell'80% di invalidità,fino al 2005 coronarografia ogni anno per angina instabile e stenosi al 70% coronaria destra,inizio un percorso con il C.I.M. diagnosi depressione maggiore,sindrome bipolare,i betabloccanti scatenano una BPCO marcata,nel 2005 ottengo il riconoscimento dell'80% di invalidità 85% e legge articolo 104 art 3 comma 3 rivedibile 2 anni,vengo iscritto dalla azienda alla lista dei lavoratori portatori di handicap,nel 2006 contraggo la epatite B,lavoro nei laboratori analisi,2007 vari ricoveri ed un secondo infarto,nuova angioplastica con la applicazione di uno stent medicato tra i due precedentemente messi sulla discendente anteriore più un altro stent sulla coronaria destra,FE 37% vari problemi un ristagno apicale per acinesia marcata.
nel 2008 continuo a lavorare gli attacchi di angina diminuiscono, da 1-2 al giorno ad 1-2 in un mese, la depressione peggiora anche per problemi lavorativi,la BPCO migliora da marcata a lieve,ho tre sincopi in questo periodo inizio 2009 compare un nuovo sintomo due neurologi hanno diagnosticato "drop attack" camminando il ginocchio dx cede leggermente, a volte uso una stampella per sicurezza,non sono mai caduto,non posso fare la RMN altri test possibili ma aspecifici negativi. nel 2009 cambio il pacemaker FE43%,la commissione medico legale ASL riconosce la mia idoneità alla funzione ma con limitazioni e lavoro sedentario la azienda mi impone un trasferimento in altra città da me rifiutato,lavoro con la auto per loro non la posso usare, il medico aziendale ribadisce la idoneità alla funzione ma non all'auto, periodo con pesanti ripercussioni attacchi di panico, inizio ad avere di nuovo attacchi anginosi. 2009 riconosciuto il 100% mi viene anche riconosciuta legge 104 articolo 3 comma tre definitiva, compare dicitura malattie psichiatriche.
nel 2010 faccio 3 mesi riabilitazione cardiaca la FE arriva al 48% il medico aziendale mi dichiara idoneo, la terapia psichiatrica non fa effetti da pochissimo, inviato dal C.I.M. presso università mi sento molto meglio.
oggi vado a rinnovare la patente di guida il correttamente dichiaro il mio stato di handicap lui mi invia correttamente a visita medico legale per patente speciale.
ho paura che la commissione mi tolga la patente, sto migliorando ho fatto richiesta di inabilità due volte rifiutata, se mi tolgono la patente per me è la fine.
so che il mio problema coinvolge più professionalità, chiedo scusa ma stasera sono disperato.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
effettivamente la sua è una situazione molto complessa.
Di fatto è una possibilità che la sua patente venga sottoposta al vaglio della commissione patenti in maniera approfondita sia per il problema cardiologico sia per l'assunzione di farmaci psicoattivi.
Sia chiaro, se le tolgono la patente credo le dovrebbe essere riconosciuta anche l'inabilità dall'inps stante il complesso quadro da lei descritto.
Chiaramente tutto non si può avere, ovvero ottenere inabilità/invalidità e mantenere la patente di guida, se il quadro clinico che è alla base del riconoscimento della prestazione da parte dello Stato è grave e coinvolgente le sue capacità di guida.
Temo però che non possa fare altro che sottoporsi all'accertamento della commissione patenti.
Buona fortuna
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 183XXX

la ringrazio, ho preso ora l'appuntamento e andrò in visita il 16 c.m.
la documentazione richiesta è parziale e non comprende la 104 dove compaiono le problematiche psichiatriche, che oggettivamente stanno migliorando da quando non vado più al C.I.M. e vado presso un centro universitario, calato molto gli antidepressivi, aumentato uno stabilizzatore dell'umore, sostituito un sonnifero, dormo veloce, non ho un risveglio facile ma per il resto sono rinato, ho ripreso la mia vecchia passione sto facendo un presepe dentro una televisione rotta prima vegetavo nel letto e basta.
dalla invalidità documentazione chiesta si evince gli infarti ed un drop attack alla gamba destra.
spero di passare la visita.