Utente 741XXX
Egregi Specialisti,
nel 2000 mi hanno certificato un’invalidità del 67% a causa di agenesia delle quattro dita della mano destra, in parte del pollice e del palmo ed una condrocalcinosi grave alle ginocchia con continui idrartri e dolore.
Successivamente la condrocalcinosi mi ha portato a delle tendiniti croniche a braccia mani e pianta dei piedi.
La limitazione della vita attiva che vorrei, mi ha portato ad una depressione con assunzione di antidepressivi.Dallo scorso anno ho un Raynould alla mano sinistra non conseguente a connettivite. Vorrei chiedervi se la domanda di aggravamento dell’invalidità più la richiesta di accertamento dell’ handicap per usufruire dei permessi lavorativi sarebbero fuori luogo e senza speranza.
Ringraziandovi, porgo cordialissimi saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

tutto dipende sopratutto dal grado della limitazione funzionale delle ginocchia, ammesso che vi sia una limitazione dei movimenti articolari oltre alla sintomatologia dolorosa.
Le consiglio di rivolgersi ad un Patronato, che può mettere a disposizione gratuitamente una visita medico-legale per valutare l'opportunità di una richiesta di aggravamento dell'invalidità civile.

Sulla legge 104/92 sono molto più dubbioso.

http://www.medico-legale.it/invalidita'_civile.html
http://www.medico-legale.it/handicap_legge_10492.html
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/177-invalidita-civile.html
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/178/legge-104-92-l'handicap

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it