Utente cancellato
A seguito di un infortunio in itinere ho riportato lesioni superiori al 16 % per cui percepisco una rendita inail, capitalizzata per l'ammontare totale in euro 175000 euro. L'assicurazione r.c.a. mi vuole risarcire di 174.000 euro. Quindi 174.000 euro r.c.a - 175.000 inail = meno 1000 euro. Vale a dire che non c'è danno differenziale e che non ho diritto ad essere risarcito dalla assicurazione r.c.a.

Ho fatto bene i calcoli?
Ho diritto ad avere un ulteriore risarcimento r.c.a. oltre a quello inail che percepisco in rendita?
Il danno morale va pagato comunque?

Buongiorno e grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

il danno morale non è più risarcito come voce autonoma, ma può contribuire ad aumentare il danno biologico di una certa percentuale, che, a seconda dei casi, va dal 25% al 50%.
L'INAIL ha il diritto di rivalersi sia sul danno biologico temporaneo che su quello permanente fino al recupero dell'intero carico economico.
Più o meno, le nuove tabelle del danno biologico INAIL (DM 7/2000) sono sovrapponibili a quelle in uso per la valutazione del danno biologico in ambito di risarcimento civilistico, ma in alcune voci comporta punteggi più bassi.

Pertanto, per sapere se il calcolo fatto dall'assicurazione rca è corretto, bisognerebbe conoscerne i dettagli.
Se la cifra stimata dall'assicurazione di € 174000 fosse corretta, tutta questa somma va stornata all'INAIL.
Tuttavia, non è questo consulto la sede più adatta per considerazioni di tipo monetario; le consiglio di rivolgersi al medico legale che lo ha seguito in questa vicenda.

http://www.medico-legale.it/danno_biologico.html
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/163-danno-persona.html
http://www.medico-legale.it/calcolo_del_danno_biologico.html
http://www.medico-legale.it/infortunio_inail.html
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/165-infortunio-inail.html

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
195190

dal 2011
I dati sono corretti e gli l'importi sono complessivi di tutte le voci e che nello specifico l'importo inail che ne risulterebbe è superiore all'importo totale r.c.a compresso del danno morale nonostante la percentuale di invalidità inail sia inferiore di un punto in percentuale rispetto a quella r.c.a .
Mi conferma che allo stato dei fatti non c'è danno differenziale e quindi non ho diritto a essere risarcito.
Il mio medico legale si è occupato solo di farmi una perizia medico legale di parte, invece l'avvocato di tutto il resto e mi ha detto che allo stato dei fatti non c'è danno differenziale ma prima di questa comunicazione mi aveva sempre riferito che il danno morale andava escluso dal calcolo differenziale e quindi pagato comunque ( evidentemente si sbagliava ).
La risposta più sensata e quella che mi ha detto lei prima "si rivolga a uno professionista", lo sto facendo, ma in tema di danno differenziale li trovo tutti confusi (medici legali, avvocati ecc.)per questo mi trovo a scrivere su medicinaitalia.it .
Grazie al dott. Corcelli per la precedente risposta