Utente 204XXX
Gent.le Dottore,
mi rivolgo a Voi a guarigione avvenuta, per chiedere una consulenza medico legale, in seguito ad un incidente stradale avvenuto a piedi, in cui ho avuto la frattura del piede sinistro al primo cuneiforme, mentre stavo per essere investita da un furgone in retromarcia. Dalla relazione medico legale che mi è stata rilasciata, dal medico legale dell'agenzia a cui mi sono rivolta per il risarcimento del danno, risulta che i parametri valutativi per l'inabilità temporanea parziale sono al 75% giorni 30, al 50% giorni 30, al 25% giorni 30.Danno biologico nella misura del 3%. Spese mediche sostenute 486 euro.
In seguito sono stata invitata alla visita medico legale, richiesta dall'assicurazione della controparte. Dal medico legale della controparte, l'agenzia mi ha detto che non è stata data la relazione scritta, che invece, io ho richiesto, e a voce mi è stata fatta una proposta che io ho rifiutato. Il resoconto medico legale dell'assicurazione è: danno biologico 2%, inabilità al 75% giorni 20, al 50% giorni 10, al 25% giorni 10. Al 30° giorno camminavo con le stampelle, ho 90 giorni certificati di malattia; perchè ho sostenuto 3 cicli di fisioterapia. Chiedo,cortesemente, se sono adeguati i parametri valutativi della visita legale a cui mi sono sottoposta, come mi posso comportare per un risarcimento adeguato? Ringrazio cortesemente.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
credo che la valutazione che le è stata offerta sia tutto sommato congrua (chiaramente prenda tale considerazione con le pinze in quanto non posta sulla base di una visita medico legale) ad eccezione, probabilmente, della valutazione del danno biologico temporaneo che mi sembra forse un pò riduttivo.
Buona serata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni