Utente 231XXX
Salve sono un ragazzo di 28 anni, ho eseguito la richiesta per l’invalidita civile dal medico curante che poi ho fatto trasmettere ad un patronato.
Chiedevo :
Quando mi chiameranno a vistita, devo presentare documentazioni specifice, quali vistite eseguite presso una qualsiasi struttura pubblica, che attestino la mia patologia? o devono essere vidimate anche a loro volta da un medico legale?
Le mie patologie sono :
Craniostenosi (radiografie e cartelle cliniche)
Asimmetria facciale con malocclusione corretta con interventi chirurgici (radiografie e cartelle cliniche)
Ambliopia occhio sx
Asma estrinseco
Gastrite cronica

Con tali patologie che percentuale potrei raggiungere?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

certamente alla visita deve presentarsi con tuta la documentazione medica; temo, però, che le sue patologie non le consentano di arrivare alla soglia minima per il riconoscimento di invalido civile.
Ovviamente, solo con una visita diretta è possibile esprimere una opinione più precisa.

invalidità civile e L.104/92
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=12
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=5

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 231XXX

Se possible vorrei sapere "giusto in maniera del tutto indicativa", che percentuale raggiungerei con tali patologie.
Un altro particolare che vorrei chiederle è :
Circa 27 anni fa in seguito ad intervento di craniostenosi subii piu di una trasfusione di sangue. Tale trasfusione mi ha reso HCV+, cosa che i miei genitori sono venuti a conoscenza quando avevo 10 anni, quando ero prossimo ad un altro intervento chirurgico. Da circa 18 anni ogni anno eseguo HCV quantitativo con risultato Negativo, lo stesso indica la presenza di anticorpi, mentre HCV qualitativo è +, sono stato da vari epatologi il quale mi riferivano di effettuare solo un HCV quantitativo una volta l'anno.
Le mie domande sono :
- è vero che non posso intraprendere delle procedure legali contro la sanità in quanto sono trascorsi piu di 10 anni?
- Con l'HCV qualitativo positivo , e il quantitativo negativo posso raggiungere qualche percentuale?
Da premettere che i miei genitori hanno sempre pensato alla mia salute e mai hanno pensato di intraprendere procedure legali contro terzi.
GRAZIE

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
per esprimere un "punteggio" sono necessari analisi diretta della documentazione e la visita medico-legale.

Per l'epatite HCV-correlata, il termine per un richiesta di risarcimento da responsabilità sanitaria si prescrive dopo 10 anni da quando si è venuti a conoscenza del fatto dannoso; nel suo caso, quindi, essendo trascorsi 18 anni, il termine è prescritto.

Per informazioni sull'indennizzo da parte dello Stato, troverà informazioni utili presso questo sito dell'associazione onlus EpaC
http://www.indennizzolegge210.it/default.asp?id=352
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it