Utente 364XXX
Buongiorno, sono un artigiano di 60 anni, pur percependo una pensione INPS da circa 2 ANNI (ottenuta dopo aver versato i miei 40 di contributi) ho continuato a lavorare e a settembre ho subito un infortunio frattura calcagno con intervento + fratture 2 vertebre attualmente sono ancora in infortunio. Desideravo sapere se alla chiusura dell'infortunio avrò diritto a una rendita inail in base alla mia inabilità permanente? Penso che non sarò più in grado di effettuare il lavoro che svolgevo, a seguito dei postumi della schiena.
Dovrò rivolgermi a qualche medico legale o sarà inail a intervenire?
Preciso che ho continuato a lavorare dopo la pensione a gli stessi ritmi precedenti versando tutti i contributi dovuti sia INPS che Inail.

Grazie e saluto distintamente.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Certamente dovrà essere indennizzato dall'Inail ! Generalmente alla stabilizzazione della situazione clinica, l'Inail chiude l'infortunio riconoscendo un periodo d'inabilità temporanea e un "danno biologico" (espresso in punteggio percentuale)che, dal 6% al 15% dà diritto ad una liquidazione del danno e dal 16% in poi dà diritto ad una rendita mensile secondo delle tabelle previste dal D.L. 38/00. Le suggerisco, una volta considerato guarito con postumi da valutare, di andare da un medico-legale per una perizia medico-legale di parte. Auguri.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
23297

Cancellato nel 2008
Gentile utente


sicuramente anche L'INAIL dovra' liquidare il danno biologico e

l'inabilita' temporanea con punteggio specifici che se dal 16% le

consentira' di essere indennizzato con rendita mensile seguendo le

tabelle del D.L38/2000.Deve richiedere supporto ad un medico-legale per le richieste di

riconoscimento.

Cordialmente



DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
_______________________________
Dott.Virginia A.Cirolla