Utente 250XXX
oggi sono stata chiamata dalla commissione medica di verifica presso ministero dell'economia e delle finane perche' so facendo la pratica per la pensione
dopo un carcinoma ovarico stadio figo c3 ecc. ecc. con invalidita' al 100% rilasciata dall'inops con legge 104 a seguito..premesso che sono dipendente ente locale ..quindi pubblico...e ce ogni mese nonostante abbia invalidata' al 100 % con totale e permamente inabilita' lavorativa art. 2 e 12 l. 118/71 rfino ad ottobre 2013..
ecco il cruccio che nesssuno mi risolve...oggi parlando con questa commissione mi hanno dwetto appunto che sto per finire i mesi 9 a pagamento stipendio intero , ma basta che mi rivolga al MIO DISTRETTO di appartenenza e che mi facccia fare un certificto per riconoscimento grave patologia, da portar al mio datore di lavoro in modo che non mi possano toccar gli atri nove mesi a stipendio a scalare...
bene io ci sono stata m ma il dr del distretto snche incazzato mi ha detto che non spetta lui. che devo andare dal quelli della medicina legale,, fra l'altro gia0' mi sono rivolta per il riconoscimento dei giorni di terapia da non conteggiare come malattia..........................
non so piu' dove sbattere la testa. nessuno e chiaro nessuno chiarisce.. tuti passano da ponzio a pilato................... per favore ditemi cosa devo fare e dove devo andare per ver sto certificato non quelli che quelli della commisione di oggio siano degli sprovveduti chissa quanti casi hanno gia' visto purtroppo............................. grazie mpia

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

innanzi tutto deve verificare che nel Suo contratto di lavoro sia previsto il beneficio al quale Lei fa riferimento, cioè quello di fruire di periodi non conteggiabili quali assenze ordinarie per "grave patologia o terapia salvavita od assimilabile".
Negli articoli del contratto che trattano tale fattispecie sarà inoltre precisato quale è l'organismo sanitario che dovrà verificare tale condizione, ed eventualmente attestarla.
Di solito la competenza è del "Collegio Medico" della ULSS, alla quale va inoltrata richiesta secondo le modalità che ciascun ente sanitario prevede.

Per tale aspetto, Le suggerisco di consultare un Ente di Patronato, oppure per la ULSS di Verona può rivolgersi all'Ufficio Relazioni col Pubblico (Tel. 045 807 5656).

Distinti Saluti.



Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]