Utente 491XXX
Egr. Dott.ri,
causa incidente stradale ho riportato le seguenti lesioni:
distorsione rachide cervicale, marcata contrattura.
Obiettivamente dolore e importante limitazione funzionale al rachide cervicale dolore irrradiato al rachide dorsale modesta cervicobrachialgia sx
referto fisiatrico: limitazione antalgica alla mobilità del RC su tutti i piani di 1/3. sindrome vertiginosa con nausea. lombalgia sx, viva dolorabilità alla mobilizzazione dell'anca sx da contusione.
Referto psichiatrico: reattività ansiosa causa incidente stradale, riposa poco la notte.
ho già effettuato visita ortopedica che mi ha prescritto ecografia al collo e all'anca e visita neurologica.
A quanto può ammontare il danno subito? in merito ai punti e ai giorni di inabilità?
Grazie mille per l'aiuto.
Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

quasi sempre un colpo di frusta cervicale non lascia alcun postumo permanente significativo, ma solo una sindrome soggettiva consistente in una sorta di impaccio doloroso dei movimenti del collo.
Col passare del tempo anche tale sindrome soggettiva tende a regredire; spesso la persistenza dei sintomi è dovuta ad altre cause, come la presenza di fatti artrosici e discopatie o anche semplicemente una suscettibilità individuale.
Se la sindrome soggettiva rimane anche a distanza di tempo e se ritenuta attendibile può dar luogo ad un risarcimento.

La sindrome vertiginosa, dovuta all'azione del meccanismo succussivo-concussivo sul labirinto, è determinata da una temporanea movimentazione di piccoli calcoli nel liquido labirintico (cupololitiasi o canalolitiasi), che poi si riposizionano del tutto nel giro di qualche mese; per questo motivo, un esame vestibolare fatto dopo poco tempo dal trauma può essere alterato ma poi quasi sempre ritorna normale.

Fatta questa premessa, devo dirle che non è possibile rispondere alla sua domanda, cioè a quanto ammonta il danno subito senza un esame della documentazione clinica e senza una visita medico-legale.
Anche perché oggi la valutazione degli esiti di un colpo di frusta è stata resa più complicata dalla recente legge nr 27 del 24 marzo 2012, che stabilisce che non vi è danno permanente risarcibile se la lesione non è stata dimostrata da accertamento strumentale.
Legga a riguardo la mia news
http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=blog_news&id=10

Ecco perché solo in sede di accertamento medico-legale sarà possibile stabilire se le spetta nessun risarcimento oppure solo inabilità temporanea e spese oppure anche danno permanente e in che misura.


Buona giornata
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it