Utente 281XXX
buonasera gent.mi Dottori,
vorrei sottoporrre a vs. valutazione la situazione di mia moglie:
- insufficienza aortica e mitralica di grado moderato
- morbo di basedow in ipertiroidismo, curato con terapia a radio-iodio (passato in ipotiroidismo).
In base a quanto elencato, potreste per cortesia indicarmi le relative percentuali di invalidità e se esistono le condizioni per usufruire della legge 104?
in attesa di un vs. cortese cenno a riguardo, colgo l'occasione per augurare a tutti voi un buon lavoro e soprattutto un Santo Natale. grazie anticipatamente, Mauri.

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
deve rivolgersi alla ASL di pertinenza
Dott. Ugo Miraglia http://www.cardiologiamoderna.it

[#2] dopo  
Dr.ssa Concetta Battimelli

24% attività
0% attualità
12% socialità
ANGRI (SA)
SANT'ANTONIO ABATE (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentilissimo sig. Mauri di certo potrà rivolgersi anche al servizio di medicina legale dell'Asl di appartenenza per un ulteriore approfondimento - come le ha suggerito il collega Miraglia, ma credo, che allo stato il tasso di invalidità di sua moglie, in base a quanto da lei riportato sia valutabile nel range del 41-50% (secondo la tabella di legge in vigore; cod. 6442, miocardiopatie o valvulopatie con insuffcienza cardiaca moderata; clinicamente riconducibile alla II Classe NYHA).
La patologia tiroidea allo stao in compenso farmacologico sostitutivo non credo sia per analogia rapportabile a voce tabellata...
Aspetti, le spiego, per valutare il tasso di invalidità c'è la Tabella ai sensi del D.M. febbraio 1992 (può trovare questa Tabella facilmente in internet...)
In essa c'è una classificazione delle patologie in apparati o sistemi con codici...
Fin qua sembra tutto abbastanza semplice!!! Ma, sight!, non sempre la tabella prevede tutte le voci patologiche (sarebbe davvero molto utile!!!) e quindi occorre considerare una patologia in analogia con un'altra... .
Ovviamente quando si tratta di valutare UNA sola patologia e quando questa è "Tabellata" il problema non c'è... Quando invece le patologie sono più di una allora il discorso è diverso... Premetto che il massimo grado di invalidità a cui si può arrivare è il 100%.
La Tabella a seconda della patologia può prevedere un punteggio fisso oppure un valore minimo e massimo.
Nel caso della patologia cardiaca di sua moglie la "scelta del tasso % " tra il valore minimo di 41% e quello massimo di 50%, dipende dal grado di incidenza della patologia (che sarà documentata sia strumentalmente che clinicamente).
Quando le patologie sono più di una il valore finale non deriva dalla "somma" di ogni singola percentuale (si andrebbe ben oltre il 100%) ma si applica una formula riduzionistica, nota anche come formula a scalare di Balthazard (non vorrei confonderle le idee... ma troverà facilmente anche questa su internet),
Riassumendo:secondo la tabella di legge sua moglie potrebbe avere un grado di invalidità compreso tra 41e 50% e in quando invalida può chiedere di usufruire anche dei benefici della legge 104.
Ovviamente potrà usufruire dei benefici solo se ne farà espressamente richiesta (si può rivolgere o ad un ente autorizzato, patronato o al suo medico curante).
Sperando di aver risposto alla sua richiesta, resto a sua disposizione per ogni ulteriore chiarimento. Cordiali saluti e felice Natale anche a lei e famiglia.
Dott.Concetta Battimelli