Utente 155XXX
scintigrafia ossea , somministrati:16mCi pari a 592 MBq di tc 99m MDP , a paziente di sesso femminile di eta' 55.
REFERTO: L'ESAME SCIENTIGRAFO DELLO SCHELETRO ESEGUITO CON SCANSIONE WHOLE_BODY DOPO LA SOMMINISTRAZIONE E. V. DEL RADIOFARMACO , HA EVIDENZIATO PLURIME E DIFFUSE IPERFISSAZIONI DEL TRACCIANTE NEI VARI SEGMENTI SCHELETRICI ESAMINATI.
RICEVUTO L'ESITO SU SCRITTO DESIDEREREI UN VS PARERE E SE FOSSE POSSIBILE ANCHE UN'INDICAZIONE SUL DA FARSI.
CERTI DI UN VS SOLLECITO RISCONTRO, PORGO
DISTINTI SALUTI.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrebbe (NON IN STAMPATELLO per favore) trascrivere

1)L'indicazione alla esecuzione dell'esame (per quale ragione e per quale accertata o presunta patologia)

2)Il referto che allega non ha una conclusione diagnostic che probabilmente Lei ha omesso di trascrivere.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 155XXX

Scintigrafia ossea , somministrati 16mCi pari a tc 99m MDP a paziente di sesso femminile di eta' 55. referto: l'esame scientigrafo dello scheletro eseguito con scansione whole_body dopo la somministrazione E.V. del radiofarmaco , ha evidenziato plurime e diffuse iperfissazioni del tracciante nei vari segmenti scheletrici esaminati.
Questo purtroppo è l'unica cosa che il medico che ha eseguito l'esame ha scritto sul referto. Il motivo per cui è stato fatto quest'esame è perché il pneumologo che ha visitato la paziente ( per via di un trascorso di TBC di circa 10 anni fa ) ha ipotizzato una metastasi procurata da un focolare della stessa.
Per completezza devo aggiungere che da una risonanza magnetica effettuata circa un mese fa si è riscontrato uno schiacciamento di una vertebra e un'ernia abbastanza grave.
Il dubbio per cui è scattata la molla per tutta questa serie di esami è ( oltre che il dolore intenso, procurato dall'ernia) il fatto per cui, vista l'età della paziente(56 anni domani)ci si possa imbattere in una vertebra schiacciata.
Vero è anche che da un'altro esame effettuato si è riscontrato un problema di "osteoporosi".
Capisco che il quadro descritto in questo modo non risulti molto chiaro, indi per cui se lo ritenesse opportuno saremmo disposti a inviarle tutta la documentazione via mail, affinché lei possa farsi un'idea della situazione.
Volendo per sommi capi riassumere la cronistoria, possiamo cominciare dal dire che:
Paziente di anni 56, con un trascorso di TBC circa 10 anni fa, nel mese di Dicembre circa accusa forti dolori alla schiena.
A Gennaio viene eseguita una Densitometria, dove viene riscontrato un problema con l'Osteoporosi.
Fatto un esame del sangue, si evidenzia un valore molto alto della VES e proseguendo con una radiografia alla zona lombare viene evidenziata una vertebra schiacciata e qualche ernia, di cui una piuttosto grave.
Il medico insospettito da questa vertebra schiacciata( e dal trascorso di TBC) consiglia di fare prima una risonanza magnetica(dove esce fuori quello già visto nella radiografia ma in modo più chiaro)e poi una scintigrafia, di cui sopra il referto.
E' evidente che per una valutazione adeguata lei abbia bisogno di vedere il materiale cartaceo e per questo motivo ci mettiamo a disposizione per recapitarglielo anche via mail.
Se mi posso permettere, ritenendo il caso meritevole di attenzione, per velocizzare la corrispondenza le posso indicare anche il mio indirizzo e-mail personale ( cercasitempo@gmail.com), in questo modo le potrei far recapitare tempestivamente i vari supporti prodotti.
In caso contrario rimaniamo in attesa di una sua risposta, sperando che adesso il quadro sia un poco più chiaro.
Distinti saluti