L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 370XXX
Ho una sorella sofferente da diversi anni di depressione e ansia curata con innumerevoli psicofarmaci. Negli anni ha preso veramente di tutto, senza mai arrivare nemmeno a una minima risoluzione del problema. Ha consultato psicologi, neuropsichiatri, psicoterapeuti in tutta Italia, che l'hanno sempre caricata di farmaci provocandole una sorta di "intontimento" permanente. I risultati sono stati pessimi, in quanto non è riuscita, a causa dell'effetto "annebbiante" dei farmaci, a terminare gli studi (le manca un solo esame per la laurea che da 10 anni non riesce più a dare) e a crearsi una vita autonoma e indipendente con un aggravamento dello stato depressivo.

Di recente ha fatto autonomamente diverse ricerche in internet, in cui è emerso che l'eliminazione dei farmaci in molti casi ha portato risultati migliori. Ha ridotto i dosaggi delle medicine che prendeva ed effettivamente la situazione è migliorata senza però darle la "guarigione" attesa.

Dalle ricerche da lei condotte sembra che in questi casi il problema vada ricercato altrove, ad esempio indagando su un'eventuale carenza/perdita di altri componenti, come ad esempio semplici vitamine (es. B12) e sali minerali, che in molti casi è stata una delle vere cause della malattia depressiva.

Vorrei un vostro parere in merito o sapere se la medicina non convenzionale può in questi casi aiutare nella cura del problema.
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,
è molto improbabile che la causa della depressione sia la carenza di vitamine o minerali, quella semmai potrebbe essere una conseguenza.
Con l'omeopatia, se si è seguiti da un medico esperto, si possono ottenere ottimi risultati con gli stati depressivi/ansiosi arrivando a scalare, gradualmente e a seconda delle condizioni cliniche, la terapia farmacologica.

Cordiali saluti
Dr. Tancredi  Ascani
Medico omeopata unicista

www.omeosan.it