L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 289XXX
Dopo 8 mesi di letto perchè sembrava che la mia bimba volesse nascere prima ora che finalmente sono alla 38 sembra che non voglia proprio andarsene e secondo il mio medico andrò addirittura oltre il termine!! Ho già fatto un parto indotto con ossitocina, e non mi è piaciuto affatto....ho letto che l'olio di enotera preso sia oralmente sia inserito in vagiona potrebbe aiutare all'induzione del travaglio... che ne pensa?

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
l'olio di enotera non è un induttore del parto, ma è utilizzato per preparare la distensione della cervice uterina.
Per quanto non siano descritte controindicazioni, le consiglio di consultare sempre direttamente il ginecologo che la segue per ogni assunzione (interna o locale) di sostanze ad azione farmacologica.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 289XXX

Il mio medico conosce solo la medicina allopatica per tutto il resto ovviamente me lo "nega" in quanto non lo conosce, io ho fatto qualche ricerca in rete sull'olio di enotera, certo non è un induttore ma ho letto che contiene prostglandine quindi potrebbe favorire....quello che mi preoccupa e che non abbia effetti collaterali sulla bambina...