L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente cancellato
Gent.mi Dottori, ho un problema che si protrae ormai da 4/5 anni, ovvero soffro di allegia che inizia verso fine gennaio e si protrae fino verso la fine di aprile inizi di maggio. PRIMA NON SAPEVO COSA FOSSE L'ALLERGIA.............. Quando mi era comparsa avevo fatto attraverso un esame del sangue un controllo ed era emerso che ero allergico alle batulle, ma dopo quel controllo non ho più fatto nulla ma avevo assunto per un breve periodo (1 mese circa) un prodotto che si chiamava BFXCR2; a dir la verità l'ho assunto solo un mese in quanto non ho trovato alcun beneficio. Le prime due - tre annate della comparsa dei sintomi era stato un disastro, con forti starnuti, naso e occhi che colavano, calore in faccia come se avessi avuto la febbre, tosse stizzosa e naso chiuso di notte con perdità del sonno. Per fortuna adesso sono già due o tre anni che i sintomi almeno quelli che percepisco si sono direi abbastanza alleviati e non capisco il perchè non avendo più fatto nulla per curarmi; comunque il problema sussiste ancora e la cosa che ho notato è che pressochè sempre "PARLO NEL NASO" come si suol dire anche nel priodo che non percepisco alcun altro sintomo che si possa riferire all'allergia. A causa di altri mille problemi compresi quelli pertinenti il mio lavoro non vorrei sottovalutare la questione allergia in quanto ho già anche un altro problema che mi attanaglia ed al quale non ho potuto ancora dare risoluzione e che è sempre legato alla salute ovvero quando mi passa il periodo dell'allergia per tutta l'estate (e il problema si presenta già da alcuni anni) soffro di una stanchezza molto forte, con facile affaticabilità e fiato corto per poco esercizio fisico. Per il problema della stanchezza mi sono sottoposto a visite e controlli cardiologici dai quali è emersa una aritmia extrasistolica ventricol monomorfa che mi è stato detto non deve preoccupare e non deve essere trattata, mentre da esami del sangue era risultato il valore dell'aldosterone basso = 47 che successivamente è tornato a valori normali, mentre dagli ultimi esami di due mesi fa è risultato il valore dell'ACTH = 125 per il quale sono in attesa di visita endocrinologica. Detto tutto questo comunque Vi ho scritto perchè infine vorrei sapere cosa posso fare se ci sono dei rimedi per questa allergia e il PARLARE NEL NASO, se mi devo sottopore a qualche ulteriore controllo se devo fare delle inalazioni ma possibilmente non assumere medicine convenzionali quali aintistaminici anche perchè mi è stato detto che trascurare potrebbe portare ad altre problematiche quali l'asma, e la poliposi nasale. In attesa di Vs gentile riscontro ringrazio e saluto distintamente

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è certo che lei debba sottoporsi a trattamento medico per attenuare i sintomi e per evitare che la cronicizzazione dei suoi disturbi le comporti ulteriori aggravamenti.
Se gradisce seguire un percorso alternativo/complementare deve rivolgersi ad un collega esperto;
consideri che per il suo problema l'approccio terapeutico spesso è piuttosto articolato e il medicinale che ha già assunto non le ha dato i risultati sperati perchè è solo uno dei tanti disponibili da utilizzare nel soggetto allergico.

Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
110546

dal 2014
Gent. mo Dott. Ferrero Leone rispondo al Suo cortese riscontro in quanto proprio a suffragio del problema che le ho posto nella precedente richiesta di consulto vorrei sapere qualcosa in più circa l'allergia di cui soffro, in particolare sapere come mai pur non avendo effettuato pressochè alcuna cura rispetto a 3/4 anni fa quando mi era sorta ad oggi la percepisco meno, e nonostante la percepisca meno gradirei sapere
cosa posso fare per ovviare al problema del parlare nel naso e se potrebbe essere necessario ed opportuno intervenire ovviamente con la medicina non convenzionale attraverso anche delle inalazioni o altro. Le sarei molto grato se vorrà ancora rispondermi con i migliori saluti