L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 586XXX
A gennaio mio figlio di 8 anniè stato ricoverato per un dubbio di asesso peritonsillare.I sintomi erano mal di gola tonsille ingrossate e scialorrea .Nel corso del ricovero un esantema diffuso al tronco , iguine,ascelle e "mascherina" al volto a fatto propendere per una scarlattina smentita poi dal tampone negativo.Nel frattempo la pcr a 58,77 GB17,800 con N=71,30 faceva supporre una forma batterica non riconosciuta esludendo la mononucleosi,dato le transaminasi nella norma e un esito di Ab anti Epstein Barr IgG 3,270 index<0,9 neg >1,1 pos Ab antiEpstein Barr IgM <0,8 index <0,9 neg >1,1 pos che parlava di mononucleosi pregressa.L'omeopata dice che proprio la mononucleosi a scatenato tutto il quadro sopra descritto e ha consigliato di fare l'esame del genoma del vvirus toxo e citomegalovirus, tutti negativi.Oltre a questi anche L'Hla DQ-DR per verificare una eventuale predisposizione alla celiachia visto che da tempo sostiene che è un bambino allergico(iprtrofia adenoidea e dei turbinati dai tempi dell'asilo).I risultati degli anticorpi anti-transglutaminasi sono di u/ml 4,5 con valore di riferimento fino a 12,0.La tipizzazione tissutale sistema Hla-DR-DQ ha dato come responso DR:DR7-DR14 (DRW52;DRW53)DQ:DQ2-DQ5.Cosa ne pensa? E inoltre:la glicemia a 126 presa durante il prelievo ospedaliero fatto nel tardo pomeriggio è da non considerare visto che il bambino anche se poco qualcosa aveva mangiato oppure l'esame è da ripetere?La ringrazio fin d'ora per la sua eventuale risposta e cortesia .Cordialmente.

[#1] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Dovrebbe precisare --- onde si possano valutare meglio sia i sintomi che lei, gentile utente, riferisce, sia la batteria delle indagini di laboratorio effettuate --- se il bambino ha praticato terapie antibiotiche e cortisoniche per il passato, soprattutto a ridosso della nascita, oltre che in seguito, e per quante volte in un anno, e per quanti anni.

A parte l'ipetrofia adenoidea e dei turbinati espressesi all'epoca dell'asilo, ha avuto in precedenza crosta lattea?

Quanto pesa ora esattamente e quanto è alto?

Quali vaccinazioni ha eseguito?

Ha avuto mai prurito perianale, soprattutto in corrispondenza con le scariche, oppure nelle feci ha notato o nota "pezzetti" bianchi?

Vi sono animali in casa, o vi sono stati?

Può fornire il risultato dell'ultimo emocromo, oltre che di una nuova glicemia a digiuno, e della sideremia?
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#2] dopo  
Utente 586XXX

Buongiorno,La ringrazio per l'interesse mostrato e Le dico che in effetti il bambino ha conosciuto appena nato il sapore dell'antibiotico dovuto all'esito positivo del mio pap-test.A sei mesi circa,dopo l'assunzione della sua prima pappa lattea(dopo pochi cucchiai)comincia a manifestare gonfiori e rossori delle palpebre e un po' in tutto il viso.Ogni volta che mangiave ricotta spuntava semre qualche chiazza sulle guance.A un anno di eta' è stato ricoverato per 3 giorni, causa scariche diarroiche con febbre con esiti negativi per i vari test di routine quali rotavirus e non mi ricordo gli altri.IN seguito non ha assunto molti antibiotici e mai cortisoni.Non ha sofferto di crosta lattea,pesa 25kg per 130 cm di altezza vaccinazioni obbligatorie(parziali no richiamo 6 anno dpt e hb).L'anno scorso ha avuto episodio parassitosi(ossiuri) debellati, almeno spero, dopo una serie di tentativi fra omeopatia , fitoterapia e vermox.Emocromo con formula leucocitaria del 19-01 giorno del ricovero:leucociti 17,83-eritrociti 5,30-emoglobina 14,29-ematocrito 43,8-m.c.v 82,6-m.c.h 28,1-m.c.h.c 34'0-piastrine 326 rdw12,6-pdw 11,2.Formula leucocitaria neutrofili12,70-linfociti3,32-monociti1,54-eosinofoli 0,25-basofili 0,02.Ho trovato questi valori alterati: tempo di protombina 1,34 (0.80- 1,15)creatinina 0,50 (0,60-1,40)altezza 145 cm(sbagliata)volume filtrato glomerulare 125 ml/min/1,73mq >90.NON ho effetuato nuova glicemia e non c'è riferimento a sideremia.Spero di aver fornito notizie utili La ringrazio della considerazione e attendo sua risposta.Saluti SAndra.Ps :non so' se significativo ma ricordo verso 2e3 anni addome spesso gonfio e feci molli.

[#3] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Ok. Si sono appurate tre cose importanti: a) una antibioticoterapia che non ho ancora capito se pre e/o post concepimento, e se protratta pre e/o post partum; b) una intolleranza precoce a latte e latticini; c) una parassitosi che si suppone sia stata debellata.

Prima di fornirle qualche indicazione, avrei bisogno di conoscere i dati dell'emocromo, che dalla sua replica non ricavo.

Attendo notizie.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#4] dopo  
Utente 586XXX

L'antibiotico è stato assunto da me tramite flebo durante travaglio ,ed è stato somministroto a lui appena nato

[#5] dopo  
Utente 586XXX

Scusi se continuo questo dialogo a pezzi ma è la prima volta che chiedo consulto on-line.Dicevo , l'uniche analisi che possiedo sono queste , sprovviste dell'emocromo da lei richiestio.Per quanto riguarda la glicemia la dottoressa non ha trovato opportuno ripeterla perche il bambino potrebbe aver ricevuto in mattinata sciroppo tachipirina ( non ricordo se l'ha preso )e/o mangiato qualcosa a colazione.

[#6] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Avrei bisogno, come le accennavo, di altre notizie, ma quelle fornite sono sufficienti a far comprendere che, al momento, stando anche i dati in ingresso (recente ascesso perintossillare, e quanto si ricava dalle indagini di laboratorio), sono presenti:

1) una disbiosi di vecchissima data;

2) una parassitosi che non si sa se realmente "dominata" con vari farmaci, poichè non si può escludere affatto una ulteriore presenza dell'ossiuro, o di altro, in forma cistica, e che produce i suoi effetti dischiusivi quando il quadro immunitario -- magari a causa di forse necessarie, al momento, terapie antibiotiche, nonchè cortisoniche -- si deprime ulteriormente;

3) una modesta iperglicemia, sulla quale occorre indagare con più precisione, ma che potrebbe essere legata ai due punti precedenti.

Non posso, e me ne spiace, fornirle qui ragguagli anche terapeutici e alimentari, in merito a quanto le ho detto.

Saluti.

Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#7] dopo  
Utente 586XXX

ANTIBIOTICO ENDOVENA ROCEFIN 1 GR + 25 MG CORTISONE ALL'OSPEDALE +10 GIORNI DI AUGUMENTIN A CASA, QUESTA LA TERAPIA FATTA DI RECENTE.Da diversi anni sotto terapia omeopatica con diversi preparati, da mucosa compositum a ovix e ultimamente lymphomiosot e histaminum.Ma anche diversi oligoelementi l'ultimo manganese non so se tutti questi rimedi possono aver ripristinato un terreno disbiotico.Aggiungo che abbiamo fatto in passato anche uso di fitoterapia usando rosa canina ,carpino, ribes anche di noce e altro.Quello che ero interessata anche a sapere è se secondo lei la mononucleosi è pregressa o recente e se una lieve allergia alle graminacee(prick-test)puo' scatenare un ipertofia adenoidea?Conosce la dott.Clark e i suoi prodotti antiparassitari ?

[#8] dopo  
Utente 586XXX

Cmq a parte tutto quello che è stato detto, sarei interessata a sapere se posso trarre qualsiasi informazioni dall'esame dell'hla e se è possibile effetuare una cura base omeopatica per ipertrofia turbinati e adenoidi.I tre anni sotto cura valida dottoressa non hanno ancora risolto situazione.a presto

[#9] dopo  
Utente 586XXX

Scusate per i mancati ringraziamenti, ma ero talmente presa dall'argomento e dal fatto che sono una "principiante" che sono passati in second'ordine.SCUsate ancora e GRAZIE, GRAZIE E GRAZIE.

[#10] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Informarsi sull'hla è sicuramente una cosa utile per chi vuole studiare a fondo le foglie dell'albero genetico-immunitario, ma per risolvere una situazione che data da anni sarebbe preferibile studiare le radici.

Queste, le ho detto prima, sono la disbiosi e la parassitosi, a mio parere irrisolte.

Su un tale "terreno", microbi che normalmente se ne stanno lì, come il virus della mononucleosi, e che "emergono" e vengono "cerniti" con le più sofisticate tecniche di laboratorio, non testimoniano altro che la deficienza di tale terreno.

L'ascesso peritonsillare, a seguire la Clark, potrebbe essere proprio il luogo in cui si è impiantata una colonia (od una singola unità: questo ancora nessuno mi pare lo abbia potuto stabilire) di parassiti, che, nel caso del suo bambino, potrebbe ben essere l'ossiuro, il quale contiene a sua volta, proprio così, il virus della mononucleosi.

Ma questo si autoperpetua e lancia in circolo le sue uova quando il terreno immunitario continua ad essere scadente: accade, ad esempio, nel caso dei ricorsi agli antibiotici, giocoforza utilizzati.

Deve eliminare latte e latticini del tutto dalla dieta, che deve essere a base prevalente di buona carne di manzo o di pesce selvaggio e fresco (gli aminoacidi che formano citochine, neurotrasmettitori, ormoni ed enzimi sono lì), di riso venere (una manciata), di lattuga biologica, di premute di agrumi biologici. E basta. Almeno per un mese. Deve poi provare ad alcalinizzare il terreno (provi a visitare il mio blog, ed in uno dei primi articoli della categoria medicina
troverà una utile miscela alcalinizzante: segua tutte le istruzioni).

Ribes nigrum e rosa canina vanno bene.

Quanto all'ossiuro, o ad altro parassita concomitante, ci si provano i migliori esperti, la Clark compresa, con tutto il suo giusto e pur complesso programma terapeutico, a cercare di eliminarlo da un terreno defedato, ma occorrono anni di attenzione terapeutica, senza mai stancarsi, se cisti e larve hanno preso direzione e impianto in organi.

Cominci, avendo in conto tutte le altre cose che le ho detto, anche con del semplice cloruro di magnesio, a combattere il parassita, ma cerchi di aggiustare la disbiosi continuamente, inserendo nel protocollo terapeutico - però dopo un mese degli accorgimenti che le ho suggerito - anche fermenti lattici che raggiungano indenni il colon.

Spero di averla potuto aiutare.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#11] dopo  
Utente 586XXX

La ringrazio molto e aggiungo che quella sul magnesio era una domanda che volevo porLe.Io assumo cloruro di magnesio (30 gr. per lt. d'acqua) puo' per il bambino andare bene e se si in quale dose?Per quanto riguarda i fermenti ho notato che gli rallentano il circolo defecatorio portandomi poi a doverli sospendere.La ringrazio vivamente per la sua attenzione .

[#12] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Oltre a tutti gli altri accorgimenti, nessuno escluso, una bustina di cloruro di magnesio va benissimo per il bambino, un'ora dopo che avrà preso la miscela alcalinizzante che le ho detto (possibilmente presa verso le sette di mattina), con la possibilità che debba prenderla anche la sera, e a lungo.

Quanto ai fermenti lattici, non subito: deve prima riaggiustare il terreno, le ho detto, e poi, dopo un mese, inserirli in terapia, altrimenti una eventuale concomitante candidosi (possibile a trovarsi anche in cavo orale, a far le opportune indagini, non sempre quelle comuni di laboratorio) come la manda via se non "ricolonizza" la flora batterica intestinale, che comunque trova giovamento soft già con la modifica della dieta e con gli altri accorgimenti: non li dimentichi.

Due litri di acqua oligominerale al giorno, senza stancare il bambino, magari intiepidendola.

Saluti.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#13] dopo  
Utente 586XXX

Visitero' senz'altro il suo blog e faro' tesoro dei suoi consigli.La terro' aggiornato e per il momento grazie di tutto.

[#14] dopo  
Utente 586XXX

Buongiorno dottore e mi scusi se torno sulla chiara spiegazione ,ma per problemi di orario la mattina mi resta difficile somministrare miscela e magnesio.Posso farlo la sera a distanza di mezz'ora una da l'altra? Sciogliendo la soluzione in un litro d'acqua come sono solita fare ,quanti cucchiaini devo dargniene ? Grazie e buona giornata.Ps:HO visitato parte del suo blog ed è pieno di informazioni utili,grazie anche per quello.

[#15] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Gentile Signora,
poichè non riesco a collegarmi sul sito, mi invii la sua email e le rispondo.

Saluti.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#16] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Ripeto qui, in ogni caso, la risposta, sperando che questa volta vada in porto.

La miscela alcalinizzante, per motivi cronobiologici, di metabolismo, dovrebbe essere presa la mattina a digiuno, quando uno si sveglia.
Va bene anche nel corso della giornata, per i motivi più vari, in particolare tra le 15 e le 18.

Quanto al cloruro di magnesio, anch'esso andrebbe preso a stomaco vuoto, ma va bene ugualmente un qualunque altro periodo della giornata, sia se preso in dose singola in un bicchiere d'acqua, sia se sciolto in un quarto di litro, mezzo litro, un litro o due, da sorseggiare nel corso della giornata.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#17] dopo  
Utente 586XXX

Approfitto della sua disponibilita'per ulteriori chiarimenti.Da circa una settimana do' a mio figlio due cucchiaini di magnesio(30 gr in 1 litro)la sera .Continuo con questa dose?Inoltre mia figlia che in seguito ad episodio vomito (4 volte in una notte)ha problemi di acetone da 3 giorni e non si riesce a mandarlo via,puo' trovare giovamento con il magnesio?Riferisco anche che le sue feci sono molto chiare (acoliche?)e la sua "aria" di cattivo odore.MI scusi se continuo a disturbarla ma i suoi consigli sono molto importanti.Scusi anche i tanti errori grammaticali che rileggendo scopro di aver fatto.Grazie

[#18] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Le dosi del cl mg le ho già fornite, ma esso va dato insieme a tutti gli altri accorgimenti che le ho elencato

Quanto alla bambina, se ha acetone (posso riferirmi solo a quello) vuol dire che non è a posto con la dieta. Il vomito acetonemico non è altro, nella maggior parte dei casi, che la risultante di una dieta iperglicidica (beveroni di latte-zucchero-biscotti, più pasta e farine 00) e scarsa di vitamine e oligoelementi naturali.

Oltre a cercare di cambiare subito dieta, provi, ove abbia nuove crisi di vomito, a bloccarle con la miscela detta, sia subito dopo che iniziandola, ogni mattina, non dico per sempre ma siamo lì, ad assumerla. E' una miscela che, di questi tempi "acidi", sia in senso alimentare che comportamentale, vale per tutti.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#19] dopo  
Utente 586XXX

La bambina non ama molto il latte di fatto ne beve poco,per quanto riguarda la dieta cerchiamo di mangiare pasta di kamut ,riso integrale ,pesce ,carne eminestra di verdura con alghe e miso ,purtroppo c'è posto anche per i biscotti con cui mia figlia preferisce fare colazione.Comunque l'acetone si è manifestato dopo l'episodio virale che ha decimato tra l'altro tutta la sua classe.Il fatto che lei non ha vomito ma un po' di malessere (pancia e testa)e la "sriscia "continua ad essere viola nonostante siano passati 3 giorni e prenda quotidianamente lycopodium e senna.Grazie

[#20] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Ok. Bene così.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#21] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Se la carica infettante di un virus dev'essere notevole per l'attecchimento, è altrettanto vero che lo stesso deve trovare anche un terreno immunitario in condizioni precarie per poter svolgere la sua azione, chè, se le due cose predette non sussistono, sarebbe quasi impossibile superare la barriera immunitaria di cui ci ha dotati il Padreterno.

Dei cibi alternativi (lei ne ha citati solo alcuni)io quasi non mi fido più, perchè esiste da tempo un sabotaggio commerciale. Si può agire sia sulla provenienza (quante aree contaminate radioattivamente o zeppe di pesticidi, oggi, nel mondo!), sia direttamente, al confezionamento. E hai voglia di metalli pesanti ed altro, che passano nei cibi: vedi il pesce del bacino mediterraneo.

Io preferisco l'insalatina impacchettata (discreta fonte di clorofilla e fibre), il pesce congelato dell'atlantico africano, la pasta scura di marca, le mele mature dei supermercati (poveri commercianti al dettaglio!). Ma neanche qui puoi stare sicuro: all'interno di una stessa catena commerciale, a volte (e questo vale anche per i farmaci, sia allopatici che alternativi), se non per sistema, esistono un mare di "mbrusature", come dicono a Napoli.

Insomma, ci vuole molta attenzione, e non basta; a volte, colloquiare con nostro Signore rimane la migliore cosa: "cosa mai hanno fatto dei tuoi doni - invece di ben utilizzarli e ringraziarTi - le creature che hai voluto rendere simili a Te!". Cose che riporto anche nelle categorie non mediche del mio blog.

Meno male, però, che esistono ancora persone di buona volontà, cui ci si può spesso affidare, per tentare di risolvere i piccoli problemi quotidiani personali e di chi ci circonda, ivi compresi, e forse in primis, dei volontari ed anche inconsci boicottatori del corpo e degli spiriti semplici, mi perdoni l'excursus.



Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it

[#22] dopo  
Utente 586XXX

Gentile dott. Montuori,La volevo ringraziare per la sua "dritta" sulla miscela, che stamani dopo essere stata assunta , seguita da cloruro, ha sconfitto quell'acetone che da giorni ,nonostante senna ,lycopodium,biochetasi e miele a go-go,'non voleva andarsene.Ora se la guarigione sarebbe comunqua avvenuta non so', ma sono rimasta cosi' entusiasta e incuriosita che ho esteso la terapia a tutta la famiglia.Devo dire che da quando ho scoperto questo portale, il tempo che posso trascorrere al computer lo utilizzo leggendo le sue risposte e quelle di altri dottori che come lei mettono al servizio la propria esperienza e professionalita' pretendendo alla fine un solo umile grazie.E allora un po' scherzando ma sicuramente con molta sincerita' vi dico-<GRAZIE DI ESISTERE>.

[#23] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
Non so se la istantanea guarigione, che la bambina perseguiva da tempo, sarebbe comunque avvenuta o no.

Certo è che quella semplice miscela contiene in sè dati sui chinoni di Kock (non quello del bacillo della tbc), sull'equilibrio acido-base, sul rapporto alcalino/acido di 4/1, etc, sull'antiossidazione della vit. C, e non si dimentichi che l'acido citrico contenuto nel succo, se biologico, è un acido debole che sposta acidi forti, come l'HCl, avendo alla fine una valenza alcalina.

Provi a fare una cosa, come ad adiuvantibus: non gliela fraccia prendere per un mesetto, e così valuterà se è il caso di continuare o quantomeno bloccare la stabilizzazione dell'equilibrio acido-base generale con questa miscela o se, tornando, Dio non voglia, l'"acetone", dovrà insistere con tale semplificata terapia.

Tale epilogo, alla discussione -- che, non si dimentichi, è partita da segni clinici e di laboratorio ben precisi e a lungo "curati" --, solo per evitare che chi legga possa poi banalizzarla, infine.

Noi medici di medicina non convenzionale, e desidero in questo invitarla a continuare ad aver fiducia nella collega che la segue, a mio parere molto brava, siamo soggetti più degli altri a parare i colpi per i pazienti, non solo per le orride terapie che si vedono in giro, ma anche perchè ci dobbiamo affannare a comprendere, nel calderone delle stesse mnc, anch'esse sottoposte alla legge della domanda e dell'offerta, cosa abbia valore e cosa no.

Con questo, chiudo ogni replica, e la invito a considerare con la collega che la segue il ripristino del corretto rapporto alcalino/acido e della disbiosi, sia nei due bambini che per tutti.

Auguri.
Dr. Michele Montuori
http://klymnews.typepad.com
(è il mio weblog personale)
posta. elettr.: alimaxim@email.it