L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 770XXX
Gentili dottori,sono una ragazza di 26 anni e da più di 8 anni ho iniziato a perdere i capelli i vari endocrinologi dermatologi e ginecologi mi hanno diagnosticato una micropolicistosi ovarica (all'ecg le ovaie risultano aumentate di dimensioni 8cc la dx e 9.5cc la sx)gli esami ormonali sono sempre risultati nella norma(e manca l'inversione del rapporto LH/FSH).In fase follicolare 7°giorno
LH 4.04
FSH 6.97
PROGESTERONE 0.34
DELTA4 ANDROSTENEDIONE 2.33
17BETA ESTRADIOLO 37.70
TESTOSTERONE 0.31
PROLATTINA 5.16
Ho fatto cure con propecia androcur fedra dueva eulexin per anni e ultimamente sono 2anni che prendevo senza interruzione la Diane che nn mi ha migliorato ma neanche peggiorato la situazione.A giugno sotto anche consiglio del medico l'ho dovuta smettere e la caduta ha ripreso drasticamente(sono quasi calva)!Ora mi chiedevo se si poteva "curare" questa patologia,che mi provoca principalmente l'alopecia ma anche lievissima peluria in viso e brufoletti,con l'omeopatia o l'omotossicologia attraverso estrogeni e progesterone diluiti.Visti anche i moltelici effetti collaterali che la pillola mi ha provocato e considerando che non posso prenderla a vita!
Vi ringrazio per la cortese attenzione e per una eventuale risposta.
Distinti saluti

[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,
le do il mio parere da medico omeopata. Non si può dire a priori se riuscirà a risolvere il suo problema ma sicuramente l'omeopatia l'aiuterebbe a ritrovare un equilibrio generale che non comprenda solo il suo quadro ormonale, tanto più che risulta normale. Non sempre i disturbi possono essere spiegati da alterazioni di esami di laboratorio ed è soprattutto in questi casi, quando la diagnosi è la causa della malattia sono "vaghe" che l'omeopatia può offrire i suoi vantaggi;a noi omeopati interessa infatti di più la persona nella sua totalità (sintomi fisici,mentali e costituzionali) che la diagnosi vera e propria della malattia.
La cura omeopatica va però strettamente personalizzata sulla base dei suoi sintomi e quindi le sconsiglio di limitarsi a prendere estrogeni o progesterone diluiti. Le sconsiglio inoltre di praticare le due terapie (omeopatica e omotossicologica) contemporaneamente poichè si basano su principi completamente diversi tra loro.
Dr. Tancredi  Ascani
Medico omeopata unicista

www.omeosan.it