Ernie discali,stenosi,angioma

Di seguito vi riporto la diagnosi della RM effetuata il 19/11/2009 presso il centro ITAB in provincia di Chieti:ESITI DI INTERVENTO CHIRURGICO(nucleolisi)NEL TRATTO L3-S1(effettuata nel giugno 2008)/ROTOSCOLIOSI DX-CONVESSA DEL RACHIDE LOMBARE/STENOSI DEL CANALE VERTEBRALE NEL TRATTO L3-L4 ED L5-S1 DI NATURA CONGENITA AGGRAVATA DA DISCOPATIE DEGLI SPAZI INTERSOMATICI COMPRESI/IN L5-S1 E'PRESENTE UN ERNIA DISCALE CENTRALE LEGGERMENTE CAUDALIZZATA CHE IMPRONTA IL SACCO DURALE.IN L4-L5 E'PRESENTE UNA ERNIA DISCALE SOTTOARTICOLARE SN CHE COMPRIME LA TASCA RADICOLARE CORRISPONDENTE/REGOLARE PER MORFOLOGIA ED INTENSITA'DI SEGNALE IL MIDOLLO IL CUI CONO MIDOLLARE E' POSIZIONATO AL LIVELLO DI L1/REGOLARE L'ALLINEAMENTO DEI METAMERI OSSEI ESAMINATI/ANGIOMA DI D12/DELORDOSI LOMBARE.DISTINTI SALUTI
[#1]
Dr. Antonio Zingale Neurochirurgo 224 6
E'necessario conoscere i suoi disturbi per poterli correlare in modo tuttavia grossolano (visita e visione delle imagini indispensabile).

Dr. Antonio Zingale

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ill.Mo Dott Zingale da circa 15 giorni sono rimasto bloccato nel vero senso della parola ricurvo su me stesso con forte dolore sulla gamba DX che appoggio a malapena per camminare.Appena faccio per raddrizzarmi un pò sento una fitta interna corrispondente alla gamba DX suppongo nervo sciatico.Non riesco a stare sdraiato nè a pancia in su tantomeno a pancia in giù,leggermente posso sdraiarmi sul lato SN ma solo per pochi minuti.Il dolore è forte anche sulla schiena lato DX e come un chido conficcato sul gluteo sempre DX.Questo è il quanto cordiali saluti.
[#3]
Dr. Antonio Zingale Neurochirurgo 224 6
Dalla sua descrizione dei fastidi e dal referto riportato ritengo, con i limiti legati a quanto nella precedente risposta, verso una radicolopatia da stenosi lombare e non da ernia (in quanto questa è a sn mentre il dolore a dx) favorita dalla distribuzione di carico alterata dalla scoliosi. La conferma può essere fatta eseguendo una infiltrazione selettiva transforaminale lombare. La scomparsa del dolore confermerà o meno la diagnosi. In caso di conferma è indicata la chirugia di decompressione radicolare a quel livello.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ill.Mo Dott. Zingale la ringrazio per il consulto che Lei mi ha offerto.Volevo sapere in fine se è da preoccuparsi sia per quella stenosi e soprattutto per quell'angioma.La rigrazio distinti saluti.
[#5]
Dr. Antonio Zingale Neurochirurgo 224 6
Per l'angioma sicuramente no. La stenosi può peggiorare; in tal caso quando i suoi disturbi peggioreranno l'opzione chirurgia è sempre disponibile
[#6]
dopo
Utente
Utente
Ill.Mo Doot.Zingale la ringrazio vivamente è stato un piacere conoscerLa anche se via web,è stato molto gentile Le porgo distinti saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio