Una visita fisiatrica nonchè una neurochirurgica,ma siccome i tempi d'attesa sono abbastanza

Salve,sono un ragazzo di quasi 23 anni residente nella provincia di parma e svolgo il lavoro di idraulico.Da un pò di tempo,e soprattutto alla domenica,giorno di riposo, avvertivo dei fastidiosi mal di schiena,che interessavano la parte lombo-sacrale.La settimana scorsa però sono stato bloccato da un fortissimo mal di schiena e così mi sono recato a fare sia i raggi sia una risonanza magnetica;con i seguenti risultati:


Raggi:
RX COLONNA CERVICALE

Allineamento posteriore confermato.
Non crolli somatici.
Non lesioni ossee focali in atto evidenziabili con la metodica.

RX COLONNA DORSALE-LOMBOSACRALE

Allineamento posteriore conservato.
Atteggiamento scoliotico dorso-lombare con curvatura destro-convessa a livello lombare.
Non crolli somatici.
Lieve riduzione dello spazio intersomatico a livello L5-S1.
Non lesioni ossee focali in atto evidenziabili con la metodica.

Risonanza magnetica:

RMN COLONNA LOMBOSACRALE

Normale morfologia dei forami di coniugazione e del canale vertebrale.
Presenza di numerose ernie intraspongiose a livello dei metameri dorso lombari.
Piccola protusione discale mediana L5-S1.
Normale morgologia e segnale del cono-cauda.

Io ho già provveduto su consiglio del mio medico curante a fissare una visita fisiatrica nonchè una neurochirurgica,ma siccome i tempi d'attesa sono abbastanza lunghi,ed essendo abbastanza preoccupato della presenza di tali ernie;vi chiederei gentilmente un consulto con,possibilmente,eventuali consigli.
Inoltre vorrei chiedervi se posso continuare tranquillamente a svolgere il mio lavoro di idraulico,o vista la mia situazione sia meglio cercare un altro lavoro.
In attesa di una vostra risposta vi ringrazio e porgo i miei più cordiali saluti
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile ragazzo,
Le ernie intraspongiose solitamente non creano sintomi e non sono da trattare chirurgicamente.
Credo che una valutazione fisiatrica sia opportuna per valutare l'indicazione a un ciclo di fisioterapia.
Non credo sia necessario cambiare lavoro, soprattutto di questi tempi.

Cordiali saluti ed auguri
[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve,intanto grazie mille per la sua risposta e per la velocità con la quale è arrivata.
In pratica quindi le numerose ernie che mi sono state riscontrate con la risonanza non sono niente di grave e non hanno niente a che vedere con l'ernia al disco?
E secondo lei basta soltanto la visita fisiatrica,con conseguente ciclo senza la necessità di ricorrere a quella neurochirurgica di qualche suo collega della zona?
La saluto e la ringrazio ancora per la sua disponibilità
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Se la diagnosi è quella emersa dalla RM, le ernie non hanno valenza clinica. Comunque una vista anche dal neurochirurgo può essere utile per la valutazione della protrusione L5.S1.

Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Molto bene,il mio medico curante invece mi aveva fatto preoccupare dicendomi che erano delle piccole ernie al disco.
Grazie ancora,cordiali saluti.
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
In un certo senso il Suo medico ha ragione.
Il disco intervertebrale invece di fuoriuscire (erniare= venir fuori) all'esterno verso il canale vertebrale dove sono contenute le radici nervose, <si sposta>, <ernia> all'interno dell'osso vertebrale stesso dove solitamente non produce alcun sintomo in quanto non comprime o irrita alcun elemento nervoso.

Cari saluti.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Scusi se approfitto della sua disponibilità,ma questo spostamento è dovuto a qualcosa in particolare oppure è una cosa normale in tutti gli individui?E con le dovute cure(senza operare ovviamente) e possibile che tutto torni al posto giusto?
Grazie ancora.Cordiali saluti
[#7]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Certamente non è un riscontro normale. Le ernie intraspongiose si possono verificare sia spontaneamente senza una precisa causa o a seguito di microtraumi ripetuti nel tempo.
In entrambi i casi le ernie intraspongiose non recano disturbi particolari e quindi non vi è necessità di alcun trattamento e vanno lasciate lì dove sono.
Semmai, come Le dicevo, soprattutto se la lombalgia dovesse essere ribelle alle terapie medico-conservative, andrà valutato se essa può dipendere dalla discopatia in L5-S1.
Cordialmente
[#8]
dopo
Utente
Utente
Ok,allora provvederò prima alla visita fisiatrica con conseguente cura riabilitativa,e se il il problema dovesse continuare a sussistere,non mancherò a sottoprmi anche ad una visita neurochirurgica.
Grazie ancora e scusi per il disturbo
[#9]
Attivo dal 2008 al 2009
Neurochirurgo
Gent.le Sig.re
ho letto in ritardo la sua mail e le relative risposte del Collega.
Pur essendo vero che nella maggior parte dei casi le ernie intraspongiose non danno significtivi quadri clinici, considerata la sua età ed il lavoro che esercita io non sarei cosi categorico sul fatto che queste siano dei reperti occasionali. sarebbe importante sapere se in passato ha effettuato altre radiografie per potere fare un confronto
A sua disposizione
[#10]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile ragazzo,
ci faccia sapere il parere del Fisiatra ed eventualmente se tali ernie intraspongiose erano già presenti in passato. In ogni caso esse non sono suscettibili di intervento chirurgico.
Cordialmente

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio