Ischemia pontina

CIRCA UN ANNO FA HO SUBITO UNA LEGGERA ISCHEMIA PONTINA CHE MI HA CAUSATO UN' ALTERAZIONE DEL PASSO E DELL' EQUILIBRIO CON PERDITA DI FORZA NELLA PARTE SINISTRA DEL CORPO. ADESSO LA CAMMINATA RISULTA NORMALE PER IL 90% MA NELLA CORSA HO ANCORA QUALCHE PROBLEMA SOPRATUTTO NELL' APPOGGIO CORRETTO DEL PIEDE, NEI CAMBI DI DIREZIONE VELOCI E NEL SALTARE. HO LETTO CHE DOPO UN ANNO, A ME SONO TRASCORSI 15 MESI, IL POSSIBILE ULTERIORE RECUPERO E' PRESSOCHE' NULLO. FACENDO PALESTRA LA FORZA MUSCOLARE E' AUMENTATA ED IN PARTE HO PERSO ANCHE LA FLACCIDITA' MA RESTANO I PRECEDENTI PROBLEMI ED HO ANCORA L' IPERFLESSIA. SECONDO VOI HO QUALCHE SPERANZA DI POTER RECUPERARE ANCORA OLTRE A QUELLO GIA' RECUPERATO.
GRAZIE.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6,1k 203 2
Egregio Signore,
le indagini neuroradiologiche sono state eseguite recentemente (rmn, tac, pet...)? Cosa dicono?
Continuare con la rieducazione, la terapia, un equilibrato stile di vita, è d'obbligo.
Mi tenga informato e cordialità.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
RNM DI CIRCA 6 MESI FA DEICE CHE IL DECORSO E' REGOLARE. MA NEL CASO RIESCA A RECUPERARE ANCORA QUALCOSA LA QUANTO TEMPO DEVE PASSARE.

GRAZIE.
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6,1k 203 2
Di norma il miglioramento è graduale quando ormai la fase acuta si considera abbondatemente trascorsa. Magari, Lei stesso, studiandosi a distanza di mesi, si accorge, senza pretendere virtuosismi, di riuscire a fare con maggior sicurezza determinati movimenti che, originariamente, venivano portati a termine con maggiore difficoltà.
Bisogna essere pazienti e costanti nella rieducazione perchè, seppur inavvertitamente, qualche cosa in più arriva quasi sempre.
Coraggio ed insista (senza mai strafare).
Mi tenga informato ed auguri cordiali.
[#4]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test