Bruciore arti inferiori

Buongiorno e vi ringrazio per questa opportunità che mi date.
Sono una donna di 34 anni, ho dei bruciori agli arti inferiori e piedi inclusi da molti anni,ho fatto di tutto dai raggi, ecocolor doppler, elettromiografia, risonanza magnetica, e non vi dico quante medicine ho preso, non sto qua ad elencarle, mi sembra di essere una cavia, con tutto ciò io non riesco a vivere bene, lo so e ne sono consapevole che ci sono malattie molto più grave, però questi bruciori non li resisto più.
Gli eseti degli esami sono:
risonanza ; canale spinale di ampiezza regolare. Bulging dell'anulus L3-L4
ecocolor doppler ; nella norma
elettromiografia ; sofferenza neurogena prevalente su estentore lungo dell'alluce e gastrocnemio mediale bilateralmente, senza attività di denervazione in atto.
Ho fatto anche una visita ortopedica per l'ernia con esito negativo.
Al momento sto prendendo NORMAST 600 da 20 giorni, il bruciore persiste non mi da tregua.
L'ultimo tentativo è di fare una visita con un neurochirurgo, il mio medico curante non sa più cosa darmi e non sa più dove mandarmi.
Vi prego solo di darmi qualche consiglio in merito sono disperata, ho due figli che vogliono la mia attenzione e non riesco a daglierla perchè i bruciori a volte sono molti intensi sembrano delle ustioni interne.
[#1]
Attivo dal 2009 al 2010
Neurochirurgo
La sensazione di bruciore che descrive interessa la parte di dietro della coscia e/o il polpaccio?

Cordialmente,
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno e grazie per la tempestiva risposta, i bruciori sono localizzati lateralmente i polpacci per poi diffondere il bruciore su tutto lo stesso. In precedenza è può capitare un giorno al mese più o meno, era anche sui glutei e una fascia della schiena, per poi diffondersi anche nelle parti intime.
[#3]
Attivo dal 2009 al 2010
Neurochirurgo
Dalla sua descrizione, la localizzazione ai polpacci è compatibile con il risultato dell'elettromiografia ("sofferenza neurogena prevalente su estentore lungo dell'alluce e gastrocnemio mediale bilateralmente") mentre la diffusione del bruciore all'inguine mi fa pensare ad una discopatia L3-L4, come evidenziato alla RM ("Bulging dell'anulus L3-L4").

In entrambi i casi, però, i risultati degli esami diagnostici mi sembrano "poca cosa" per essere responsabili della sua sintomatologia.

E' fondamentale una valutazione clinica, per correlare il suo quadro clinico con quello neuroradiologico e neurofisiologico.

Consulti un neurochirurgo e mi faccia sapere.

Cordialmente,

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa