Post-operatorio meningioma

Mia madre, 78 anni, è stata operata di meninigioma il 6 dicembre. L'intervento è perfettamente riuscito e il meninigoma completamente asportato ma, nonostante la terapia preventiva con KEPPRA, nella settimana successiva all'operazione ha avuto alcuni episodi epilettici non gravi (crisi di assenza, e qualche tremore al viso). Alla dimissione le è stata prescritta una terapia con KEPPRA 1000, 1 pastiglia 2 volte al giorno, e SOLIAN 1/4 di pastiglia alla sera. Da qualche giorno ha iniziato a lamentare malesseri generali e mal di testa per circa due ore dopo l'assunzione della mattina, e il medico ha deciso di dimezzare le dosi di KEPPRA. Negli ultimi due giorni però ha detto di soffrire degli stessi disturbi ma alla sera, e ha quindi deciso di provare a riaumentare le dosi quasi a quelle originali (75 mg. la mattina, 1g. la sera). Ieri ha avuto disturbi che non è riuscita bene a spiegare, che interpreto come disturbi d'ansia, e problemi di sonno, ha quindi ripreso il solian che nel frattempo aveva deciso di smettere perchè non ne sentiva il bisogno. Qual'è la dose giusta di KEPPRA per una terapia protettiva post-operatoria? So che KEPPRA può provocare problemi di depressione, e quindi preferirei che prendesse la dose minima necessaria. Solian è il farmaco ideale visto tra l’altro che il foglio illustrativo dice che abbassa il livello epilettogeno?
Grazie della attenzione
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Sua madre avrà eseguito anche una rmn di controllo senza e con mdc. Cosa mostrava?
Le dosi dei farmaci vanno personalizzate, perciò ritengo che lo Specialista che la cura sia il più idoneo a stabilire il dosaggio e/o a sostituire il tipo di farmaco antiepilettico da somministrare. Ci si deve regolare caso per caso.
Cordialità

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore, al momento mia madre ha eseguito solo un TC con contrasto, la RMN è prevista per il 1° aprile. Della TC non sappiamo molto, i medici dell'ospedale in cui si è operata ci hanno detto solo "è OK" (la TC è stata fatta da interna, quindi non abbiamo accesso al referto).
Inoltre al momento nessuno specialista ha in cura mia madre, solo il medico di base la segue. Pensa che sia necessario contattare un neurologo? Nessuno ci ha consigliato in merito.
Grazie della sua cortese e celere riposta
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Dopo due mesi, direi che una visita n.ch. ci stia bene.
In tale sede potrà chiedere anche della terapia (e dei controlli rmn).
Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa