Referto tac presenza di angioma

salve vi chiedo un consulto per mia nonna 84 anni, senza sintomi ma alcune volte dimentica alcune cose ma in pochi secodni si ricorda fatat una tac con il seguente referto
Esame tac eseguito senza infusioni di mdc in regione frontale sinistra si documenta formazione iperdensa con calcificazioni nel contesto di mm44 a cui si associa edema perilesionale che determina compressione del corno frontale del ventricolo adiacente e deviazione verso dx della linea mediana.
Nei limiti l ampiezza degli spazi liquorali
Quart ventricolo in sede

ora mi hanno cosnigliato una rmn
secondo voi cosa potrei fare ? prognosi? se resta cosi non facciasmo nulla vista l'eta?
cosa puo succedere se resta cosi?

[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Si tratta verosimilmente di un MENINGIOMA e non di un angioma.
Il meningioma è un tumore benigno che cresce lentissimamente.
Nel caso di Sua nonna sarebbe anche molto piccolo e in sede che non dovrebbe comportare grossi disturbi.

Queste mie considerazioni devono però essere ritenute generiche e non applicabili al caso proposto, in quanto non mi è possibile visionare le immagini nè visitare la paziente, procedure essenziali per porre una diagnosi di certezza.

Le consiglio quindi la visita presso un neurochirurgo.

Cordialmente
[#2]
Dr. Nicola Benedetto Neurochirurgo 402 9 2
Gentile utente

La TC da lei descritta non consente di dirle molto.
La RMN darà delle informazioni aggiuntive con relativa possibilità di fare una presunta diagnosi ed un'eventuale prognosi.

Cordiali saluti

Dr. Nicola Benedetto
Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Universitaria Pisa
nicola.benedetto@gmail.com

[#3]
dopo
Utente
Utente
sono riuscito a fare la rmn
il referto è il seguente
sono presenti numero artefatti da movimento
per quando possibile osservare si conferma la voluminosita formazione espansiva fgià riscontrata all'esame tc del 08/09/11
la lesione presenta sviluppo a livello della fossa cranica anteriore sinistra con appoggio deviato sulla falce e apparentemente sulla stessa volta frontale. le caratteristiche di segnale sono di ipodensità in t2 con parziale disomogeneità, le dimensioni sono stimste di circa 5x6x4 cm (saggitale x coronale x trasversale)
marcata la reazione di edema perifocale ed estensione emisferica anteriore sinistra, deplazzata la falce verso destra, impronta sulla porzione anteriore del ventricolo sinistro con accenno a divaricamento del controlaterale.
iperostosi frontale interna
i reperti di non univoca interpretazione sono compatimili con l'ipotesi di grossolano meningioma.
si consilgia completamento con rmn con mdc.

vorrei chiedervi cosa puo comportare se rimane cosi? puo creare problemi vista l eta?
grazie per le vostre risposte?
cosa servirebbe farla con mdc cosa potrebbe vedersi in più' (perchè mia nonna nn vuole ripetere l esame)
cosa mi consigliate io vorrei eviatre l intervento ma cosa vado in contro?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio