Problemi alla colonna plurioperata

Egregio Dott.Migliaccio muovendomi su internet ho avuto il piacere di conoscerla ed apprezzarla per la Sua grande disponibilità;mi chiamo Emanuela e Le scrivo da arezzo :la mia è una lunga storia che cerchero’ di abbreviare per ovvi motivi, visto che tante persone hanno bisogno di Lei.Sono del 04/12/1960 e nel lontano 1987 ho avuto un infortunio sul lavoro ceh mi ha portato ad un intervento di emilaminectomia sx l4/l5 dopo 11 mesi altro intervento di artrectomia sx l5 / s1 entrambe per ernia discale ,ma nel 2à intervento è stto tolto anche un enorme lipoma e tantissime aderenze .Per alcuni anni è andato tuttop abbastanza bene nonostante la vita difficilissima che ho dovuto affrontare perché sono rimasta sola con un figlio di 8 anni e quindi ho fatto per parecchi anni due o tre lavori del tipo .pulizie barrista ,aiuto cucina ecc….fino ad arrivare al 1993 quando mi sono accorta che camminavo poco bene ,che non riuscivo ascendere dal latto se non dopo un grosso sforzo che mi praticava un grosso “stock” e riprendevo a camminare in seguito ho notato nel tratto basso della colonna una protrusione a quel punto dopo 100 visite senza esito sono approdata all’Istituto Rizzoli Bologna e un prof. Mi ha diagnosticato lo scivolamento della colonna e mi ha consigliato un artrodesi postero laterale l4 / s1 con frammenti ossi prelevati dalla fossa iliaca.ho eseguito l’intervento nel 1994 .Per un po di tempo tutto bene visto che nel 2000 ho avuto anche un altro figlio ( non con poche difficoltà , pero ne è valsa la pena ):da qui comincia un calvario che va sempre di piu’ ingravescendo .e a questo punto le scrivo solamente qualche esito di RM e EEMG per semplificare.RM del rachide cervicale :sono state eseguite scansioni coronali,sagittali ( che esplorano la cerniera craniovertebrale ed il segmento dorsale superiore ) e assiali.Le dimensioni del canale vertebrale e del sacco durale sono leggermente ridotte su bas eprevalentemente degenerativa del tratto compreso tra c4 e c7 ; a questo livello infatti sono apprezzabili importanti alterazioni degenerative discali e somatiche che improntano a piu’ livelli il sacco durale.In particolare in c4 c5 è apprezzabile una protrusione disco-ostiofitaria mediana e paramediana bilaterale che impronta il sacco durale con maggior intrinsecazione a sx dove è possibile un coinvolgimento radicolare.In c6 c7 ernia discale postero-laterale dx che ingombra la regione preforaminaria con conseguente interessamento della radice nervosa c7 dx,Angioma intrasomatico che interessa tutta la spongiosa ossea in d2 ,regolari le restanti porzioni del canale esplorato normale il midollo spinale.RACHIDE DORSALE . Regolari le dimensioni del canale vertebrale e del sacco durale;normali il midollo dorsale e il cono midollare .Iniziali segni ddi disidratazione de dischi intersomatici nel tratto intermedio in assenza di protusioni compressive.Modesta scoliosi sinistro-concava a fulcro nel tratto medio dorsale.RM RACHIDE LOMBO SACRALE.i diametri sagittali del canale e del sacco durale sono regolari, normale la morfologia del cono midollare e delle radici della cauda equina che decorrono regolarmente addossate alla parete posteriore del sacco durale.Esiti di pregresso intervento con esplorazione degli spazi l4 – l5 e l5- s1 a sx,mentre a livello l4- l5 non si osservano recidive erniarie o cicatrizzazioni anomale in l5- s1 nel recesso entero-laterale sx nel canale ,si apprezza tessuto cicatriziale che ingloba la tasca radicolare s1 di sx. Queste risonanze sono ormai del 2004 ma dal 2005 ho cominciato a peggiorare nel tratto cervicale tanto da avere grossi problemi alle braccia e al collo.eseguta una visita mi viene scritto;i tracciati EMG evidenziano segni di una denervazione cronica a carico dei muscoli di pertinenza della radice motoria di c8 a sx .Le U.M. a carico di tali muscoli sono rimaneggiate ,di aumentata ampiezza e durata .Non si osservano segni di denervazione in atto .REPERTI EMG COMPATIBILI CON UNA SOFFERENZA COMPRESSIVA CRONICA della radice motoria di c8 a sx,Rallentat vcm,DEL NERVO MEDIANO A DX NEL TRATTO GOMITO POLSO.nella norma la latenza distale motoria e sensitiva del mediano bilaterale .A dx si osserva denervazione dei muscoli di pertinenza del mediano aala m,ano.segni strumentali riferibili ad una sofferenza compressiva del nervo mediano e pronatore quadrato del polso a dx in iniziale fase deficitaria per la componente motoria.esame obbiettivo:la digitopressionein corrispondenza delle apofisi delle vertebre cervicali è riferita dolorosa,il movimento di estensione della testa è limitato di 1/3,come quello di flessione,il movimento di rotazione verso sx è limitato di ¼ come a dx il movimento di inclinazione laterale a sx antalgicamente limitato di 1/4 come a dx.Contrattura della muscolatura posteriore delle docce vertebrali e di entrambi i trapezi,se tali movimenti vengono forzati passivamente la dolorosità aumenta di concerto all’aumentare dell’angolo articolare.Alla palpazione è apprezzabile contrattura antalgica della muscolaturaposteriore delle docce vertebrali di entrambi i trapezi e degli scternocleidomastoidei.Manovra di Valsalva non significativa, la pressione dei punti di Valleix evoca sintomatologia algica.RACHIDE LOMBARE.Relitto cicatriziale che nella parte terminale del rachide lombare si porta al rachide sacrale ,contrattura della muscolatura con lieve protuberanza a livello de passaggio lombosacrale a sx movimenti limitati di ¾ nella flessione e nell’estensione ,limitata di circa la metà la sx e 3/4 a dx Caro dottore detto tutto questo circa 20 gg. Fa ho accusato un dolore fortissimo nella parte lombo sacrale e da allora il dolore rimane insistente sia nelle posizione di riposo,infatti ogni 15/20 minuti ho il bisogno di girarmi per alleviare il dolore,in posizione eretta o seduta ho un ucrudescenza forte del dolre dopo circa 1 ora dal momento che mi metti in stazione eretta,ho difficoltà nella deambulazione le gambe sono sempre gelate e intorpidite e spesso mi tradiscono nella marcia ( premetto di essere persona di minuta corporatura altezza 1,68 per circa 54kg di peso): ho fatto rchiesta di rx colonna e bacino visto che il dolore si è fortemente irradiato anche al bacino che eseguirò il 16/01;le mnadero il referto appena in mio possesso la nuova rm è purtroppo fissata per il 20 marzo quindi se lei lo riterrà opportuno prenderò volentieri appuntamento con lei per discutere il caso visto che le problematiche si stanno accentuando anche a livello cervicale ho avuto anche episodi di diplopia e visto il fatto che al momento sono in malattia ma sto lavorando come aiuto cucina ,e mi creda dottre spesso non è facile arrivare a sera con i dolori che mi porto dietr.SO Già CHE LEI NON POTRà FORMULARE UNA DIAGNOSI MA SPERO MI POSSA DIRE CHE ANCORA QUALCHE SPERANZA DI MIGLIORARE LA SITUAZIONE CI POTRà ESEERE .GRAZIE INFINITE EMANUELA BERNARDINI.Caro dott.mi scusi ma le ho rispedito il messaggio perchè due date erano errate e quindi incongruenti.
Grazie di nuovo.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
OK.
[#2]
dopo
Utente
Utente
egregio dott.migliaccio scusi se la disturbo di nuovo , volevo sapere se ok stava per si ci sono possibilita' o se mi voleva dire che avrebbe valutato il mio caso ?Grazie di nuovo Emanuela
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Si, mi telefoni pure. Non ci sono problemi.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa