Utente 255XXX
Gentile Dottori,
sono un ragazzo di 20 anni che presenta disturbi all'orecchio da ormai 4 anni. è iniziato una mattina di 4 anni fa quando è comparso improvvisamente questo fischio all'orecchio che in questi anni si è accentuato ed è molto peggiorato tanto che ho perso quasi tutte le tonalità acute dell'orecchio destro. L'orecchio sinistro sta per il momento bene. soffro inoltre di forti mal di testa da molti anni che mi compaiono 1-2 volte al mese ed interessano lla zona occipitale e le tempie. Recentemente ho avuto qualche lieve vertigine durata pressoché una settimana. Nella risonanza fatta una settimana fa è stato evidenziato che ho la sindrome di arnold chiari ma la malformazione è molto molto lieve, appena visibile. MI hanno detto che è una cosa congenita ma non riesco ancora a capire perché nella risonanza fatta 3 anni fa mi hanno detto che andava tutto bene. La mia domanda è questa: iil mio acufene è dovuto a questo? L'orecchio peggiorerà ancora? io faccio nuoto (3 volte a settimana) e palestra (braccia e flessioni, mezz'ora un giorno si e uno no): lo sport che pratico peggiora la situazione? aggiungo che devo prenotare una visita dal primario di padova ma chissà quando la visita mi sara data sapendo i tempi lunghi. Ringrazio in anticipo i gentili dottori e ringrazio per il tempo a me concesso.

[#1] dopo  
Prof. Paolo Perrini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
PISA (PI)
PISTOIA (PT)
MASSA (MS)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,

nella malformazione di Chiari è presente una discesa tonsillare di almeno 5 mm e tale condizione può indurre una serie di sintomi di cui il più frequente è la cefalea da sforzo. Altri sintomi includono disturbi oto-vestibolari, sintomi visivi, sintomi legati ad alterazioni midollari ed alterazioni dei nervi misti (disturbi della deglutizione, disfonia).
In realtà, in molti casi, la discesa tonsillare è modesta e non configura una reale malformazione di Chiari. In questi casi il riscontro è generalmente casuale.
Nel suo caso, per darle un parere occorre valutare lo studio RM eseguito. Se la discesa tonsillare è minima, è probabile che i suoi sintomi non siano dovuto a tale condizione. In linea di massima, in caso di reale malformazione di Chiari sono sconsigliate le attività che inducono attivazione del torchio addominale (tra cui il sollevamento di pesi), in quanto tale condizioni determinano un peggioramento della cefalea.

Cordiali saluti,
Dr Paolo Perrini
Neurochirurgia Universitaria,
Ospedale "Santa Chiara", Pisa.
perrinipaolo@hotmail.com

[#2] dopo  
Utente 255XXX

gentili dottori,
volevo aggiornare la mia situazione. Mi sono rivolto al reparto di neurochirurgia padova. Vedendo le lastre della risonanza, il dottore ritiene che sia proprio tale malformazione a causarmi i forti ronzii all'orecchio. Mi sembra di avere capito che ciò dipenda proprio dalle caratteristiche dell'erniazione, un tipo di erniazione diversa avrebbe causato altri sintomi. Il dottore mi ha detto che la situazione dovrebbe stabilizzarsi terminata la crescita e i miei recenti "più forti" disturbi sono dovuti proprio a questo. Mi sento veramente molto più tranquillo ora.