Guarigione ferita

salve vorrei chiedere a voi esperti qualche domanda. parto dal fatto che il mio ragazzo di 26 anni il 5 ottobre è stato operato di cavernoma frontale sinistro è stato aperto da orecchio a orecchio e nel giro di due tre settimane tutto è andato a posto. verso il 15 novembre inizia ad uscirgli liquido dalla ferita. siamo andati dal neurochirurgo che l'ha operato e gli ha riscontrato un'infezione. il 23 novembre è stato operato di nuovo gli hanno effettuato una toilettatura. tuttora assume due farmaci per infezione il zyvoxid e il levoxacin da prendere per un mese sperando che l'infezione non torni.il mio quesito è un'altro il neurochirurgo gli ha tolto i punti dopo 20 giorni perchè essendo stata riaperta la ferita ha fatto piu fatica a richiudersi. la ferita ora è tutta chiusa l'unica cosa è che in mezzo gli è rimasto un buchino dove ora c'e la crosta, 2 volte al giorno medichiamo la ferita con il trofodermin che il neurochirurgo gli ha prescritto per farla chiudere meglio. la mia domanda è : quanto tempo ci vuole affinchè un buchino si possa rimarginare del tutto e se c'e rischio dato che comunque lui ha gia avuto un'infezione? attendo risposta cordiali saluti
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Le ferite, specie se infette, vanno seguite periodicamente ed ad intervalli brevi a seconda della loro situazione oggettiva.
Se il lembo è ben attaccato ai tessuti sottostanti, non è caldo nè arrossato...la guarigione appare vicina- Mi raccomando quel "buchetto" coperto da crosticina. A volte può essere un albero che nasconde la foresta, quindi non rimuovere l'inizio di guarigione che è "la crosticina".

Per essere più precisi nella risposta bisognerebbe conoscere il microbo responsabile della complicanza, il suo antibiogramma, l'esito degli esami ematochimici recenti (VES, emocormo con formula...).
Se ha questi dati, li comunichi e riferisca sullo stato della ferita e se, nel frattempo, il paz si sia sottopsto ad un esame neuroradiologico di controllo.
Cordialmente-

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
per quanto riguarda gli esami ha effettuato il prelievo per verificare se c'e ancora infezione giovedi e dovremo attendere martedi per avere i risultati dopodichè farà una visita con l'infettivologo. volevo chiederle un'altra cosa è possibile che le medicine che prende cioè zyvoxid e levoxacin gli portino problemi gastrointestinali e il fatto che va in bagno circa 4-5 volte al giorno è normale?nel caso l'infettivologo dica che deve continuare la cura queste medicine non sono troppo pesanti per essere prese per più di un mese?grazie in per la sua attenzione
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Molto è legato all'evolversi del processo infettivo in atto e del tipo di microbo individuato con relativo antibiogramma. Senza avere tali dati non è possibile rispondere.
Quando si assumono antibiotici per un tempo prolungato, e specie per via orale, è buona norma ripristinare la flora intestinale per evitare spiacevoli effetti collaterali.
Ne parli col Chirurgo che ha operato e con l'Infettivologo, anzi ne faccia cenno anche al Medico di base
Cordialmente.
[#4]
dopo
Utente
Utente
salve oggi siamo andati a prendere i risultati delle analisi e questi sono i referti:
emocromo:
leucociti 5.88 10^3/microl (4.00-10.80)

eritrociti 4.70 10^6/microl (4.50-6.10)

emoglobina 14.1 g/dl (14.0-18.0)

ematocrito 42.1 % (42.0-54.0)

volume glob.medio 89.6 fl (80.0-99.0)

mch 30.0 pg (27.0-31.0)

mchc 33.5 g/dl (31.0-37.0)

rdw 13.1 % (11.5-15.5)

piastrine 269 10^3/microl (130-450)

neutrofili% 44.3 % (40.0-74.0)

linfociti % 46.1 % (19.0-48.0)

monociti% 8.7 % (3.0-10.0)

eosinofili% 0.7 % ( 0.0-7.0)

basofili% 0.2 % (0.0-1.5)

neutrofili 2.61 10^3/microl (1.90-8.00)

linfociti 2.71 10^3/microl (0.90-5.20)

monociti 0.51 10^3/microl (0.16-1.00)

eosinofili 0.04 10^3/microl (0.00-0.80)

basofili 0.01 10^3/microl (0.00-0.20)

ves velocità eritrosedim (esr) 8 mm/1h (1-15)

urea 19 mg/dl (10-50)

creatinina 0.75 mg/dl (0.65-1.30)

e-gfr /1.73 m2 (mdrd) 125.89 ml/min (> 60)
(velocità di filtrazione glomerulare stimata)

aspartato aminotransferasi 17 u/l (10-40)

alanina aminotransferasi 27 u/l (10-40)

gamma gt 18 u/l (10-50)

proteina c reattiva <n 0.10 (questa è marcata di nero) mg/dl (0.10-0.75)

fibronogeno coagulante 305.0 mg/dl (150.0-400.0)


questi sono i risultati delle analisi sui fogli l'unica segnata di nero è la proteina c reattiva. in attesa della visita del 24 dicembre con l'infettivologo gradirei sapere come sono queste analisi. grazie in anticipo distinti saluti
[#5]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Mi sembrano dei buoni esami, anche la proteina c reattiva.
Auguri di Buone Feste.
[#6]
dopo
Utente
Utente
salve dottore mi scusi se continuo a scriverle ma ogni giorno si presenta un nuovo problema.è da due giorni che al mio ragazzo è venuta fuori un'irritazione nella zona inguinale sia a destra che a sinistra con dei taglietti,che gli provoca prurito e bruciore. dato che sono ormai 35 giorni che assume zyvoxid e levoxacin vorrei sapere se questo può essere un effetto indesiderato data la lunga terapia. grazie per l'attenzione cordiali saluti
[#7]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Alterazioni sul derma per l'uso di antibiotici, ne sono descritti sia pure in maniera non rilevante. Se è solo questo il problema, chieda al Medico di base una crema/pomata lenente magari con un po' di cortisone.
Cordialità

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa