Operato di ernia discale l4-l5

Operato a dicembre 2009.
Effettuata una nuova RMN , per dolori alla parte lombare e collo della cavigli.
Esito della RMN:
Esame eseguito con sequenza TSE pesate in T1 e T2, con magnete operante a basso campi (0,3T).
Esiti di intervento chirurgico a livello di L4-L5.
A tale livello , attualmente si apprezza nucleo di tessuto ipointenso in T2 , isointenso in T1, localizzato in sede epidurale laterale sinistra, a livello del recesso radicolare di L5 che appare improntata , possibile espressione di una recidiva d'ernia pur non potendosi escludere con certezza la natura fibrotica del reperto; a tale proposito si consiglia integrazione diagnostica con MCD .
Segni di degenerazione discale multisigmentaria di grado moderato , come documentato dall'ipointensita in T2 dei dischi , relativa a disidratazione del nucleo polposo e dall'irregolarità delle superfici condrali contrapposte.
Piccola ernia discale mediana paramediana sinistra L5-S1 che impronta il tessuto adiposo epidurale; concomitano a tale livello alterazioni distrofiche delle limitanti soamtiche contrapposte come per fenomeni di natura degenerativa adiposa.
Non si apprezzano chiare immagini riferibili ad alterazione di segnale focale nel contesto del cono e delle radici della cauda.

Chiedo gentilmente se il risultato dell'esame e tragico e se è il caso di fare la RMN con mdc o effettuare un nuovo intervento i dolori per adesso sono sopportabili riesco con il bruffen 600 a stare in piedi.

Grazie della cortese risposta.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Farei la rmn con contrasto per vedere se a L4-L5 vi sia fibrosi cicatriziale.
Alla valutazione ambulatoriale si evidenzierà se è la vecchia ernia a dare fastidio o quella sottostante. Eventualmente, si potrà fare una infiltrazione periradicolare per definire, senza dubbio, il livello.
In funzione di quanto esposto si dovrà decidere se si deve fare un intervento chirurgico o meno.
Se sì, sarà da preferire la tecnica mininvasiva proprio per evitare una successiva possibilità di fibrosi reatiiva.
Cordialmente

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dott. la ringrazio della risposta.
ma come gia detto non avendo dolori atroci, se effettuo terapia fisica (gin. posturale) posso risolvere il fastidio o devo per forsa essere sottoposto ad intervento anche nel caso si tratti di fibrosi cicatriziale.
grazie
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Faccia l'esame per avere la diagnosi.
Il successivo da farsi dipenderà da vari fattori, non ultimo la paucità della sintomatologia da Lei lamentata.
Cordialità
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore.
La RMN con MCD la posso fare tranquillamente in uno studio privato.
E un esame rischioso.
Grazie
[#5]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
La faccia pure in uno studio privato (preferibilmente convenzionato).

Non ho notizie di sostanziali effetti pericolosi.

Cordialmente.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa