Glaucoma e problemi ormonali, opportuno consulto neurochirurgico?

Buongiorno gentili dottori, sono un uomo di 51 anni che da un anno circa e' affogato in problematiche di salute di difficile gestione. I principali sintomi e riscontri sono i seguenti:
- glaucoma occhio sx riscontrato con analisi campi metrica a luglio
- problematiche ormonali: tsh bassissimo con relativa terapia con eutirox iniziata da 2 mesi, acth altalenante tra normale e 3 volte il limite
- micro adenoma di 2 mm alla ipofisi riscontrato con Rm con contrasto
- sensazione di "botta alla nuca" con lieve dolore diffuso
- sensazione di sbandamento
- soffio altalenante nelle orecchie
- frequenti cali di forze con andamenti ciclici giornalieri
- cali momentanei della vista

Durante questo anno ho subito vari ricoveri e sono stato curato per le cose più varie, dalla ipertensione (pasticca data e poi tolta) a problematiche gastroenterologiche (sospetta Celiachia non riscontrata) per finire poi in cure psichiatriche che non hanno avuto effetti.
I maggiori riscontri li ho avuti di recente quando di mia iniziativa ho effettuato Rm alla testa e anali ormonali che hanno permesso di vedere i problemi con gli ormoni e la ipofisi ( la tiroide pare sana).
Adesso sono in attesa di ulteriori analisi sull'ACTH e ormonali in genere, i medici che mi seguono non sembrano dare molta importanza al micro adenoma e agli effetti che ho ... A me è' venuto il sospetto che tutto possa avere cause neurologiche o comunque situate nel cranio , visto anche che nella RM e' stata evidenziata anche una displasia venosa nella capsula esterna destra (alla quale i miei medici non sembrano dare molta importanza).
Non ritenete che sarebbe opportuno un consulto con un neurochirurgo è una sua valutazione degli esami, specie la RM, che ho disponibili?
I miei sintomi possono avere spiegazioni solo ormonali o sono possibili anche cause di competenza neurochirurgiica?
Vi ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
a distanza non è possibile nessuna diagnosi di certezza, soprattutto quando un quadro clinico può risultare un pò complesso a causa di sintomi che possono riguardare diversi organi ed apparati.
In ogni caso ritengo che un consulto con l'endocrinologo sia proritario, rispetto al neurochirurgo, in quanto, stando alle notizie forniteci, il microadenoma non ha indicazione chirurgica.

La varietà dei sintomi che Lei riferisce potrebbe indurre a ipotizzare fantasiose teorie su cause originanti da strutture cranio-facciali, ma che non possono avere una concreta valenza scientifica.

Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa