Utente 120XXX
Gent.mi Medici,
mia madre è stata sottoposta a visita dalla commissione medica della ASL per il riconoscimento di invalidità ed handicap.

Il referto della invalidità recita così:

Dati anamnestici: diabete mellito, glaucoma, fibrillazione atriale, rallentamento psicomotorio, motu manu occhio destro, disequilibrio
Esame obiettivo: soggetto in dcg adeguata corretta grave compromissione alla deambulazione ed alla postura
Accertamenti disposti: NESSUN ACCERTAMENTO
Documentazione acquisita: NESSUNA DOCUMENTO
Diagnosi: DISEQUILIBRIO CON RALLENTAMENTO IDEO MOTORIO IDROCEFALO PROGRESSIVO DIABETE MELLITO NID PERDITA VISUS OD
Codice DM 5/2/92
Codice ICD9
La commissione medica riconosce l'interessato:
INVALIDO ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni ed i compiti propri della sua età (L.509/88 L.124/98) medio grave 67%-99%

Mentre il referto dell'Handicap dice così:

Dati anamnestici: diabete mellito, glaucoma, fibrillazione atriale, rallentamento psicomotorio, motu manu occhio destro, disequilibrio
Esame obiettivo: soggetto in dcg adeguata corretta grave compromissione alla deambulazione ed alla postura
Accertamenti disposti: NESSUN ACCERTAMENTO
Documentazione acquisita: NESSUNA DOCUMENTO
Diagnosi: DISEQUILIBRIO CON RALLENTAMENTO IDEO MOTORIO IDROCEFALO PROGRESSIVO DIABETE MELLITO NID PERDITA VISUS OD
Codice ICD9
Ai sensi dell'art. 4 della legge 05 febbraio 1992 n. 104, la Commissione Medica riconosce l'interessato:
PORTATORE DI HANDICAP (COMMA 1 ART. 3)
La commissione medica riconosce che l'interessato è portatore di:
RIDOTTE O IMPEDITE CAPACITA' MOTORIE/DEAMBULATORIE

Secondo il Vostro qualificato parere abbiamo diritto ai permessi retribuiti per assisterla?
Grazie infinite
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

purtroppo non è il nostro parere a stabilire il diritto ai permessi retribuiti in questione, bensì è il giudizio della competente Commissione in materia di handicap.
Infatti con il riconoscimento della condizione di handicap senza connotazione di gravità (art. 3, comma1) non vengono concessi al familiare i permessi per l'assistenza.

Può verificare anche al seguente link:
http://www.handylex.org/schede/benefici/codH2.shtml

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Gent.mo Dott. Mascotti, la ringrazio per la risposta.
Cordiali Saluti