Disturbi alla testa

Gentili dottori, sono un ragazzo di 24 anni premetto che soffro di ansia e attacchi di panico da tanti anni e di emicrania con aura da circa 7 anni. Ho girato diversi specialisti(Neurologi, pschiatri ) per queste due cose ma non ho concluso nulla.Vi scrivo perché da un periodo sto avendo alcuni disturbi che mi stanno facendo preoccupare , da premettere che non si presentano tutti in una volta ma in modo casuale, e sono: senso di svenimento, confusione mentale, lievi mal di testa sia unilaterali che diffusi,fotofobia cioè vedo come scontomi scintillanti, senso di riduzione del campo visivo cioè vedo bene è solo una sensazione, senso di afasia parlo bene però ho come questa sensazione ,è vertigini che in questo periodo si stanno presentando tutti i giorni e disturbi alle orecchie cioè è come se a volte mi parlano con il microfono.Ho effettuato diversi controlli tra cui : visite neurologiche risultate negative, Tac encefalo risultata negativa, elettroencefalogramma risultata negativa, visita oculista risultata negativa, campo visivo risultato negativo, analisi del sangue inclusa la tiroide risultati negativi, elettrocardiogramma risultata negativa, adesso sono in attesa di fare la risonanza magnetica con è senza mezzo di contrasto e angio Rm mi è stata prescritta per stare tranquillo, come farmaci sto solo prendendo lo xanax al bisogno, secondo voi questi sintomi possono divenire da qualche patologia neurologica importante come tumori o ischemie? Possono essere somatizzazioni d'ansia o aure emicraniche?
Vi ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Caro Utente,
i fenomeni che lei descrive possono essere ascritti sia alla fase aurale dell'emicrania (scotomi e disturbi del campo visivi ed anche afasia) che alla somatizzazione dell'ansia (sensazioni di vertigini e/o di svenire). Comunque, l'emicrania che consegue all'aura è molto di rado lieve e assai di meno diffusa.Inoltre è estremamente improbabile che queste "aure" si verifichino con tanta frequenza. Prima di concludere pertanto che si tratti di manifestazioni di ansia somatizzata, esegua pure le indagini che le hanno consigliato, che serviranno al Suo Curante per confermare la diagnosi ed anche a Lei per sentirsi più rassicurato.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, e' possibile che soffro sia di emicrania con aura e di emicrania olftamica contemporaneamente? Un neurologo anziché di un pschiatra può essere d'aiuto?
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
L'emicrania con aura è anche detta "impropriamente" oftalmica quando il fenomeno aurale è costituito da disturbi visivi, che possono essere positivi (come ad es. gli scotomi) o negativi (quando c'è un deficit campimetrico). Se accede su Medicitalia allo Speciale "Tutto su cefalea", scritto da me, ne può trovare una dettagliata descrizione. Pertanto, come vede, questi due modi di denominare l'emicrania indicano, in sostanza, la stessa cosa. Ambedue gli Specialisti possono andar bene anche se, mio avviso, nel caso suo sarebbe più indicato il Neurologo,
Cordialità
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore la ringrazio ancora una volta per la risposta è per il consulto le auguro un buona giornata Cordiali saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, mi scusi se ancora la disturbo le scrivo perché le volevo riportare il referto della Risonanza magnetica effettuata alcuni giorni fa : Esame eseguito con seguenze FSE T2-SE T1 pesate, DWI, FLAIR, e GE T2 sui tre piani ortogonali e con sequenze 3D-TOF e 3D T1-FSPGR con ricostruzioni MPR e MIP.
Ventricoli laterali di dimensioni lievemente aumentate e modicamente asimmetriche per sinistro maggiore del destro.
||| e |V ventricolo di normali dimensioni, in asse.
Regolare lo sviluppo del corpo calloso.Assenti alterazioni di segnale a carico del parenchima encefalico. Si segnala il maggior ampliamento della cisterna magna a livello di entrambi i versanti. Regolare la rappresentazione degli spazi corticali della base e della convessita celebrale e cerebellare bilateralmente.Le sequenze Angio-Rm in fase arteriosa non evidenziano alterazioni morfo-strutturali e/o del segnale da vuoto di flusso a carico del poligono di Willis e dei suoi principali rami; si segnala solo lieve tortuosita' del decorso dei tratti intra-cranici delle aa. Vertebrali.
Sfumate alterazioni di segnale da mastodite cronica si riconoscono bilateralmente e modico ispessimento della mucosa dei turbinati nasali di sinistra. Secondo lei alcuni miei disturbi come le vertigini o la sensazione di svenimento e sensazione di afasia possono essere somatizzazioni d'ansia? Oppure possono divenire dalla cervicale? Riguardo i miei disturbi visivi come le aure e gli scontomi possono divenire da una componente epilettica? Visto che anche il radiologo non l'ha escluso ,la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#6]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Il referto che ha riportato è indicativo di un esame RM dell'encefalo del tutto normale. Non posso che confermarle che il suo problema è costituito da una emicrania con aura che un Neurologo potrà aiutarla a curare in odo efficace. I disturbi che riferisce potrebbero anche essere caratteristici del quadro sintomatologico dell'emicrania e le escludo che dipendano da problemi a carico della colonna cervicale. Eseguire anche un EEG nell'ambito della valutazione dell'emicrania è buona norma ed esclude nel contempo la presenza di epilessia.
Cordialmente
[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, la ringrazio tanto per la risposta
Cordiali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa