Cisti grande ramificata

Buon pomeriggio, porgo la seguente domanda per un caro amico, il quale ha avuto problemi a seguito di un'intervento per rimuovere una ciste in zona sacrale, l'intervento è stato svolto circa un anno fa ma i problemi da allora non sono certo finiti, anzi il tutto è peggiorato con infezioni, setticemie e dolori su tutta la parte destra della zona sacrale come se qualcosa premesse e ostacolase il movimento come qualcosa che punta, inizialmente si ricondusse tutto a fistola, solo successivamente si iniziò a parlare di ciste radicolare grande e ramificata ricoperta di radici, fu eseguita una risonanza la quale riportava Buona parte di tessuto cicatriziale più evidente in sede paragittale destra, segni di flogosi cronica, strutture venose che portano ad un quadro infiammatorio, e presenza di cisti liquorali e/o meningocele sacrale all'altezza di S2 S3. Da circa tre settimane è stato eseguito un altro intervento per rimuovere il tessuto cicatriziale attorno alla zona, ma i sintomi sono sempre gli stessi e tendono a peggiorare ogni giorno di più, c'è anche la presenza di febbre ma nessuno sa spiegare il motivo, è possibile che tutto sia stato scatenato rimuovendo quelle cisti nel primo intervento? E soprattutto cosa si può fare per risolvere la situazione?
Ringrazio anticipatamente per la risposta
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
è impossibile rispondere alle sue domande perché sarebbe necessario valutare il paziente e la documentazione clinica degli interventi subiti.
Il paziente è stato visitato da un neurochirurgo?
Ci faccia sapere

Con cordialità
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio. Oltre ad un ricovero attualmente stiamo svolgendo accertamenti, e tramite la tac con contrasto è risultata una palla ovale che supera la grandezza dei 2 centimetri, il chirurgo, che non è un neurochirurgo dice di voler operare per pulire o comunque drenare, ma specifica anche che l'operazione non risolverà il problema e che c'è bisogno di un neurochirurgo, noi non sappiamo cosa fare, voi potete consigliare di svolgere l'operazione o consultare un neurochirurgo? Grazie anticipatamente.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio