Utente
Gentili dottori,
è dai primi di settembre che avverto un senso di ovattamento con relativo calo dell'udito all'orecchio destro.
Il tutto è iniziato dopo aver dormito con la finestra aperta per due notti consecutive, benché, negli anni passati, abbia avvertito, sempre dallo stesso lato, una strana sensazione di liquido in movimento, che tuttavia ho trascurato.

Dopo una prima visita del medico di famiglia, che mi ha prescritto una cura con aerosol (purtroppo rivelatasi infruttuosa), mi sono recato dall'otorino che ha riscontrato una deviazione del setto nasale e una probabile otite sieromucosa in remissione.
Ieri, a distanza di circa dieci giorni, ho effettuato una seconda visita presso lo stesso specialista, che ha anche verificato la presenza di un'ipoacusia sulle alte frequenze.

Il dottore, pur essendosi dimostrato molto tranquillo, mi ha comunque consigliato di fare con calma un RM dell'encefalo con mezzo di contrasto, al fine di escludere la presenza - rarissima - di un neurinoma dell'acustico.

Aggiungo che da qualche giorno avverto alcune parestesie alla parte destra del viso e che mio padre, in giovane età, ebbe i miei stessi sintomi, perdendo alla fine la capacità uditiva sempre sulle alte frequenze.

Dovrei svolgere l'esame già domattina, ma attendo fiducioso anche un vostro parere.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Vediamo l'esame che forse oggi ha già eseguito.
La mia sensazione è che sia un problema otorino ...
Vediamo gli esami da eseguire.
Con gli elementi da Lei forniti non si può dire molto.
Se ha piacere, dia pure notizie ulteriori.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, dottore.
Stamani ho effettuato la risonanza magnetica con contrasto dell'encefalo e dell'angolo del ponto cerebellare. Il referto ufficiale arriverà lunedì, ma il tecnico preposto mi ha tranquillizzato, dicendomi che dall'esame non appariva alcuna area "colorata", quindi l'esito doveva essere negativo.
A questo punto verrebbe da domadarsi per quale motivo abbia questa ipoacusia sulle frequenze acute, tra l'altro già presente un anno fa durante un casuale controllo amplifon.
Può esserci familiarità? Oppure vecchi traumi possono aver delineato un quadro che si è progressivamente aggravato?

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Di solito un disturbo vascolare, come nelle persone anziane, è responsabile delle ipoacusie. Forse, l'Otorino è il Medico giusto.
Per completezza ed esclusivamente per scrupolo, visto che Le sembra di avvertire anche parestesie ad un emivolto, faccia un'angio-rmn encefalica per possibili conflitti vascolo-nervosi (di solito un'arteria cerebellare col V n.c.).
Faccia sapere e cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille dottore.
Aggiungo soltanto che ho 27 anni e sono persona molto ipocondriaca, quindi non so se le parestesie potrebbero essere imputate anche alla componente ansiosa.

[#5]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
OK. Se non ci sono altri disturbi credibili, si affidi unicamente all'Otorino.
Saluti cordiali.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#6] dopo  
Utente
Seguirò il suo consiglio, dottore.
Le auguro buona serata.