Meningioma calcifico

Salve dottori,
Vi scrivo in merito all’esito della risonanza che mi è stata prescritta dal mio neurologo.

Mi preoccupa la prima parte dell’esito.

Se potreste fornirmi delucidazioni in quanto sono molto preoccupato, non ho fatto che piangere oggi è non sono nemmeno riuscito ad andare al lavoro!
Vi ringrazio anticipatamente per il riscontro.

Di seguito il referto:
A livello della grande falce è presente sul versante di destra una formazione fortemente extra assiale, ipointensa in T2 *, a larga base d'impianto meningea, con estensione antero-posteriore di circa 15 mm, ed uno spessore di circa 10 mm, senza significativo effetto massa né edema perilesionale, da riferire in prima ipotesi
a piccolo meningioma calcifico più che a grossolana calcificazione falciale.

Non si osservano alterazioni della morfologia e del segnale del parenchima cerebrale e cerebellare; non sono presenti lesioni parenchimali focali.

Cavità ventricolo-cisternali nella norma.

Scavo sellare di volume normale; neuroipofisi in sede; ghiandola ipofisaria, dalla faccia superiore concava verso l'alto, contenuta nella parte inferiore dello scavo.

Nulla di rilevante nelle regioni orbitarie e nella giunzione cranio cervicale.
[#1]
Dr. Alfio Spina Neurochirurgo 37 3
Salve,

nulla di cui preoccuparsi. Potrebbe essere un meningioma per il quale deve stare tranquillo.
Le consiglio una valutazione neurochirurgica ambulatoriale, al fine di verificare il dato visualizzando lo studio eseguito e definire il prosieguo successivo, sempre considerato l'ipotesi di un intervento, remota.
Cordialità,

Dr. A. Spina
Neurochirurgo
https://milanoneurochirurgo.com

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa