Utente
Ho 45 anni, tiroidite di Hashimoto e portatrice di fattore V di Leiden.
Da qualche anno ipoacusia bilaterale, per il persiste di tale disturbo nel 2009 eseguivo rmn encefalo che evidenziava la presenza di gliosi in sede sopratentoriale. Nel luglio 2009 visita neurologica che evidenziava prove antigravitarie positive romberg positivo, ipostenia agli arti di destra . Eseguivo rmn cervicale e elettroneurografia del nervo surale tutto nella norma eccetto l'esame vestibolare che evidenziava iporeflessia vestibolare destra. Diagnosi deficit neurologico di forza di causa sconosciuta. Mi viene consigliato di fare ogni 6 mesi visita neurologica. A gennaio 2010 al controllo mi viene data la cardioaspirina per il mio fattore di Leiden. A giugno 2010 per il persistere dell'emiparesi mi viene prescritta altra rmn e rachicentesi. Nel frattempo a metà mese improvvisamente comincio ad avere il braccio sinistro intorpidito e formicolio, contatto il neurologo il quale mi dice di andare al pronto soccorso e fare una Tac. La tac risulterà negativa ma mi ricoverano per sospetta S.M. Durante tale ricovero eseguo rmn con mdc encefalo che evidenzia alcune aree iperintense in T2 e Turbo-flair a carico della sostanza bianca frontale sottocorticale bilateralmente compatibile con foci gliotici. Non si rilevano aree di diffusione ristretta compatibili con lesioni ischemiche recenti, a arico del parenchima encefalico. Elettroencefalogramma: presenza di alterazioni elettriche modeste in regione temporale bilateralmente (aspecifiche). Effettuo rachicentesi il cui esame è ancora in corso. Sono stata dimessa in attesa del referto del liquor. I neurologi mi rassicurano che non è niente di grave, ma allora questa emiparesi destra e ora questo braccio intorpidito, da cosa dipende è possibile da un problema vascolare visto che io ho questo fattore di Leiden? Ormai è un anno che ci giro intorno a questa cosa e non sono ancora riusciti a capire il perchè. La ringrazio.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

ha avuto il risultato dell'esame del liquor?
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dottore, purtroppo doveva essere pronto questo lunedì ma ci voglio ancora 3 giorni.
Appena avrò i risultati sarà mia premura comunicarglieli.
Grazie

[#3] dopo  
Utente
Dottore ho chiamato questa mattina in ospedale e sono arrivati i risultati del liquor:

citologico, dosaggio immunologico delle proteine, immunoblot, tutto NEGATIVO.

Sono in attesa di una relazione da parte della dottoressa che mi ha seguito.

Io continuo ad avere l'emiparesi destra che ora è anche al sinistro, punture di spilli e intorpidimenti arti inferiori e superiori e le braccia di notte si addormentano entrambe. Ricordo che non ho nessun schiacciamento cervicale.

Non so più cosa pensare.

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che l'esame del liquor sia negativo.
Purtroppo on line non è possibile formulare diagnosi, specialmente nel Suo caso.
Mi faccia sapere cosa Le dirà la neurologa.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
Grazie Dottore per la Sua pronta risposta. Ha ragione anche lei che le diagnosi a distanza non sono possibili, ma quando non si riesce a trovare una causa, si ci aggrappa a a tutto.
La terrò sicuramente informata su quanto mi dirà la neurologa.
La saluto cordialmente.

[#6] dopo  
Utente
Egregio Dottore purtroppo nonostante le mie richieste a tutt'oggi dopo quasi 3 mesi dalle dimissioni ospedaliere non mi hanno ancora fatto una relazione, pertanto mi vedo costretta a rivolgermi ad altro neurologo in altro ospedale. Grazie comunque di avermi ascoltata. Cordialità

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ok, Signora, se vuole può tenermi informato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Volentieri, spero di venire a capo di questi disturbi.

Grazie ancora

[#9] dopo  
Utente
Dottor Ferraloro buongiorno mi scusi se la disturbo nuovamente ma oggi sono andata a ritirare la mia cartella clinica che era finito in altro reparto e la diagnosi è la seguente: Occlusione e stenosi di arteria precerebrale non specificato con infarto cerebrale.

Ma Dottore scusi la mia ignoranza ma se così fosse non mi dicono niente a voce, non devo fare nessuna cura?

Non ci capisco più niente.

La ringrazio per il supporto

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la diagnosi mi pare molto generica, c'è soltanto questa dicitura?
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Grazie Dottore non c'è nessuna relazione allegata, vi sono allegati gli esami che le ho sopra elencati nella prima mail e questa diagnosi scritta proprio in prima pagina col n 43391.

Ho contattato un'altra neurologa proveniente da altro ospedale e dovrei nei prossimi giorni vederla per capire un attimo cosa sta succedendo.

Grazie della pronta risposta. La saluto

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi dispisce non poterLe dare, per il momento, altre delucidazioni dato che non ho altri elementi validi per potere rispondere. Comunque non stia tanto in preoccupazione, in attesa della prossima visita neurologica, in quanto è coperta dall'antiaggregante (cardioaspirina).
Mi faccia sapere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Dottor buongiorno ieri pomeriggio sono stata dalla neurologa che avevo contattato. Lei dice che non è un infarto cerebrale leggendo la risonanza, però dato il mio problema del fattore V di leiden e questi focolai gliotici mi ha prescritto un ecodoppler transcranico (mi sembra di aver capito) per vedere la pervietà del forame ovale, non sono certa di aver compreso bene.
Successivamente vuol vedere se c'è una neuropatia periferica e dovrò fare un esame che non ricordo come si chiama con aghetti in testa e le cuffie.
Tra l'altro mi ha detto che avendo tiroidite di hashimoto, essendo stata operata di endometriosi e il fattore v di leiden sono tutte malattie autoimmuni che possono entrare con il fatto neurologico
Ora attendo di fare queste cose e poi le farò sapere.

cordialità

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La ringrazio per avermi aggiornato. Faccia questi esami e mi faccia sapere. Comunque stia tranquilla e serena.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Dottore buonasera, non l'ho più aggiornata in quanto tutte le analisi previste devo farle a dicembre e anche con l'anno nuovo.
Mentre nel frattempo avendo di nuovo la debolezza arti di sinistra ho contattato la neurologa la quale mi ha prescritto Deltacortene 25 mg per una settimana per vedere se c'è una infiammazione e devo dire che sto meglio.
Tra una settimana la ricontatterò per vedere il prosieguo.

Per ora la saluto. Cordialità

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

La ringrazio per avermi aggiornato.
Le auguro di venire presto a capo di questa situazione.
Nel frattempo viva una vita tranquilla e normale e non si faccia prendere dalla sfiducia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente
Egregio Dottore, la ringrazio sono molto serena soprattutto ora che ho trovato questa neurologa che sta ad ascoltare e poi comunque sono una persona di natura molto forte di carattere. Per darle un'idea continuo ad andare in piscina nonostante la debolezza agli arti e non ho fatto un giorno di assenza dal lavoro nonostante a volte questa debolezza mi impedisca le normali attività lavorative. Aspetterò di eseguire tutte le analisi e poi vedremo il da farsi.
Per ora la ringrazio ancora. Cordialità

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Complimenti per il Suo carattere forte e determinato!

Un grosso in bocca al lupo
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente
Dottor Ferraloro buongiorno, ho eseguito ieri EMG e PEV tutto negativo. La neurologa mi ha consigliato di continuare la cardioaspirina e di risentirci tra 6 mesi.
Nel contempo vista la mia continua debolezza agli arti di sinistra, la febbricola persistente, mi ha consigliato di effettuare una visita reumatologica, anche perchè avendo tiroidite di hashimoto, fattore V di leiden e endometriosi sono tutte malattie autoimmuni e vuole escludere che ci sia qualcosa appunto di autoimmune che possa legare queste problematiche a questa debolezza muscolare che creda, dottore, faccio una fatica immensa ad alzare le braccia, a salire le scale. Il fatto poi che col cortisone io stavo meglio vuole vederci chiaro anche perchè mia figlia ha il fenomeno di Raynaud.
Questo per relazionarla. La saluto cordialmente

[#20]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi fa piacere che anche l'EMG ed i PEV siano risultati nella norma. Concordo con l'indicazione che Le ha dato la neurologa e La ringrazio per l'aggiornamento.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente
Caro Dottore questa mattina mi sono recata a fare ecodoppler transcranico e non essendoci scritto la dicitura con mdc è stata eseguita senza e il referto è stato non si osservano alterazioni morfologiche e velocimetriche a carico dei principali rami arteriosi intracranici. Mi hanno consigliato un cardiologo. Secondo lei può bastare per vedere la pervietà del forame ovale perchè la neurologa mi aveva detto che inserivano un ago con aria e del mezzo di contrasto per vedere se passavano delle bolle. Ora sentirò la neurologa. Ma dottore io non faccio più niente, mi tengo il mio mal di testa, la mia febbricola, la mia pressione alta, la mia debolezza e poi basta sono stanca di girare tanto non vengo a capo di nulla
Scusi ancora se l'ho disturbata ancora.

[#22]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non disturba certamente.
Comunque non penso che sia sufficiente l'esame che Le hanno fatto per vedere un'eventuale pervietà del forame ovale, Le aveva detto bene la neurologa.
Riferisca alla specialista e non si faccia prendere dallo sconforto, mi raccomando.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente
Egregio Dottor Ferraloro, mi fa piacere informarla che sono venuta a capo di tutta la mia situazione.
Vado per ordine:
in data 26 gennaio in seguito ad un picco pressorio altissimo comincio a non stare più in piedi ed ad avere andatura falciante a destra. Mi reco privatamente dal cardiologo che seguiva mia madre il quale, oltre a prescrivermi un farmaco per abbassare la pressione, vedendo tutta la mia situazione decide di farmi ricoverare in neurologia dove sono stata per 5 settimane.
L'esame neurologico all'ingresso, evidenziava, paziente vigile orientata. Ipostenia arti di distra al mingazzini con F=3 E 1/2. Atassia arti di destra. Romberg positivo con oscillazioni polidirezionali maggiormente a destra. Andatura falciante. Hofmann positivo a destra. Mi viene effettuato il EEG con alterazone elettriche in regione temporo parieto-occipititale bilaterale con diffusione al restante ambito encefalico.
Doppler transcranico nella norma con mezzo di contrasto.
Durante il ricovero mi viene pratica bolo steroideo endovenoso da 1 gr con miglioramento della sintomatologia emiparetico atassica.
In conclusione si tratta di una paziente affetta da anni da ipoacusia percettiva e deficit neurologici focali bilaterali il cui quadro clinico e neuroradiologico pongono il sospetto di vasculite di Susac. Terapia: Deltacortene 25 x 3 mesi, e controllo tra 3 mesi.
Ho chiesto al neurologo cosa rischio, lui mi ha detto che ho questi vasi che si chiudono con rischio ictus.
Dottore dopo 2 anni finalmente sono riuscita a trovare il perchè dei miei problemi, anche se non è una bella situazione comunque ora ho una cura. Non finirò mai di ringraziare il cardiologo che mi ha fatto ricoverare e il reparto di neurologia che mi ha rimesso in piedi.
l'unico neo che forse lo stare tanto in ospedale mi ha debilitato sono molto molto debole e anche un pò col pianto facile, io che non sono mai stata una depressa. Ma dice il cardiologo che una depressione reattiva è normale.
Grazie mille anche a lei di avermi sempre ascoltata.

[#24]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

innanzitutto La ringrazio davvero per avermi messo al corrente della Sua situazione e della diagnosi che ha avuto.
Dopo tanto peregrinare si è giunti finalmente al termine di un lungo iter diagnostico.
Adesso faccia serenamente la cura che Le è stata prescritta. Concordo col cardiologo che una depressione reattiva sia una cosa normale, nel Suo caso. Se dovesse persistere non esiti a curarla per un miglioramento della qualità della vita.
Nei limiti consentiti dal mezzo informatico resto a Sua disposizione qualora ne avesse bisogno.

Colgo l'occasione per inviarLe sinceri auguri

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente
Caro Dottore se non la disturbo troppo posso chiederle un parere? Questa mattina mi sono recata in ospedale perchè mi hanno chiamato per fare un esame audiometrico che si è rivelato peggiore di quello effettuato nel 2009 e di ricontrollare tra 1/2 mesi. Alla visita hanno riscontrato che c'è stato di nuovo un peggioramento dell'equilibrio ma che oltre al Deltacortene da 25 mg non possoo bombardarmi e che è la malattia che ha un andamento intermittente remittente.
Gli ho chiesto come posso fare per questa debolezza che ho sia alle gambe che alle braccia e che fatico molto a recuperare le mie energie, io che ho sempre spaccato il mondo. Mi ha risposto che è normale dopo tanto tempo in ospedale e per le cure che sto facendo. Gli ho chiesto un ricostituente perchè sto assumendo la pappa reale e vitamine con scarsi benefici. Mi ha prescritto il Samyr ma leggo che è un antidepressivo, io non mi ritengo assolutamente una depressa. Cosa mi consiglia? ho paura a prendere antidepressivi e non a riuscire poi a togliermeli.
Grazie

[#26]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

può tranquillamente assumere il Samyr in quanto le proprietà antidepressive sarebbero indirette e non è certo un antidepressivo tipico. Inoltre non provoca assuefazione e dipendenza e non ha effetti collaterali degni di nota. Diciamo che può essere paragonato ad un "integratore" e quando viene usato nelle depressioni lo si usa sempre come adiuvante e non certamente come antidepressivo primario. Vada tranquilla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente
Come sempre la ringrazio per la Sua disponibilità e cortesia.

[#28] dopo  
Utente
Dottore sono nuovamente a disturbarla perchè ho il controllo il 23 giugno e fino ad allora volevo solo sapere se mi devo preoccupare dei sintomi che ho in questi ultimi tempi. Mi formicola il viso sinistro ed è più gonfia la parte sinistra e ho il respiro corto, l'affanno.
Premetto che sto continuando a prendere il deltacortene 25 mg oltre a cardioaspirina, tareg e moduretic e actonel e rocaltrol.
Ho eseguito le analisi da portare appunto il 23 giugno in ospedale gli esami fuori dai parametri sono: colesterolo 248 - potassio 6,8 - calcio 7 - creatinina 0,93 (appena appena fuori dai valori).
Cosa può essere portato il formicolio che mi tormenta ormai da un mesetto? Scusi ancora se mi sono permessa

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

gli squilibri elettrolitici che descrive sono da attenzionare. Ne parli già domani col Suo medico curante, anche un controllo cardiologico con ECG sarebbe opportuno. Forse si dovrebbe variare in parte anche la terapia.
Senza allarmismi ma non sottovaluti il problema.
Mi faccia sapere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente
Grazie Dottore, ieri sera sono stata dal cardiologo che mi ha fatto ECG ed era nella norma. Mi ha dato il Lasix al posto del Moduretic e da ripetere tra 1 mese le analisi. Questa mattina ho chiamato l'ospedale per sapere se potevano anticiparmi la visita ma non è stato possibile. Dopo la visita del cardiologo e l'ECG pensa che possa stare tranquilla fino al 23 giugno? Scusi se l'assillo tanto

[#31]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non mi assilla certamente. Se il cardiologo l'ha tranquillizzata può stare serena. Pochi giorni prima della visita sarebbe opportuno ripetere gli esami che sono risultati alterati.

Buon pomeriggio
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente
Peccato per la distanza, perchè veramente Lei è sempre molto gentile e disponibile.
Le farò sapere. Grazie ancora

[#33] dopo  
Utente
Caro Dottor Ferrarolo oggi sono stata al controllo e vedendo che mi scende anche il braccio sinistro e che l'equilibrio è di nuovo poco stabile, e dato che accuso formicolio al viso sinistro e sono aumentati gli acufeni, ha deciso per un altro ricovero, cambiando cura, mi pare di aver capito con immunosoppressori.
E' stato un fulmine a ciel sereno perchè questo non me lo aspettavo proprio, pensavo mi diminuisse il cortisone che invece è rimasto a 25 mg ma non un altro ricovero. Lui parla di 7 - 10 giorni, anche l'altra volta doveva essere così e poi ci sono rimasta 5 settimane. Cosa dovevo fare lui sembrava alquanto preoccupato.
Scusi se mi rifugio sempre in un Suo consiglio.
La saluto cordialmente.

[#34]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ovviamente Le consiglio di seguire il consiglio del neurologo che l'ha visitata. In base ai riscontri della visita lo specialista ha ritenuto opportuno approfondire alcuni aspetti poco chiari. Ritengo che adesso i tempi di ricovero siano inferiori in quanto già si parte da una base definita, mentre la prima volta si partiva da zero.
Pertanto si ricoveri e poi mi faccia sapere.

Un grosso in bocca al lupo
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente
Sempre cortese e disponibile Dottore.
Crepi il lupo. Anche se sono abbastanza sfiduciata ormai. Non riesco ancora a crederci. Speravo di poter andare via con la mia famiglia ad agosto, ma a questo punto non so se sarà possibile.
La terrò al corrente. Grazie ancora di tutto.

[#36]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non si abbatta ed abbia fiducia (capisco che è facile per me dirlo). Le vacanze di agosto Le farà.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente
Egregio Dottore eccomi di nuovo a casa e la aggiorno subito. All'ingresso ipostenia arti di destra al Mingazzini con f=4. Atassia arti destra. Romberg positivo con oscillazioni polidirezionali maggiormente a destra. Emiipotestesia tattile sn. Risonanza cerebrale invariata. In conclusione si tratta di paziente affetta da anni da ipoacusia percettiva e deficit neurologici bifocali bilaterali a carattere intermittente remittente in cui considerata la stazionarietà clinica e neuroradiologica e l'assenza di reperti di sofferenza neurofisiologica non si è ritenuto sottoporre la paziete ad ulteriori terapie immunosoppressive o steroidee. Si consiglia monitoraggio ambulatoriale per eventuale ripresa steroidea. Dovrò fare una spec. Mi ha tolto tutto il cortisone, ma non deve essere scalato? E non si parla più di Sindrome di Susac. Credo di essere di nuovo al punto di partenza o no?
Grazie la saluto cordialmente.

[#38]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non so che dirLe. Mi dispiace che la Sua odissea continui senza raggiungere una meta ben precisa. Ovviamente a distanza non posso esprimere un parere attendibile.
La ringrazio comunque dell'aggiornamento che è sempre bene accetto. A quando il prossimo controllo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente
Buonasera Dottore. Devo aspettare a settembre di eseguire spect cerebrale e poi si vedrà. Ho pensato di andare a fare un consulto al Besta di Milano ad ottobre. Il mio cardiologo vuole che consulti un infettivologo per vedere se a volte potesse essere qualcosa di virale. Io farò ancora questo poi depongo le armi. La ringrazio di tutto Dottore per la sua disponibilità come sempre.

[#40]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi tenga aggiornato, se non Le crea fastidio.
Intanto si rilassi e si goda le ferie estive.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente
Dottore buongiorno non mi crea nessun fastidio aggiornarla. Lo farò sicuramente anche perchè è sempre stato così disponibile. Ora voglio proprio rilassarmi e non pensarci. La saluto cordialmente.

[#42] dopo  
Utente
Egregio Dottore eccomi nuovamente qua. Come d'accordo la aggiorno. Ho eseguito la spect cerebrale dalla quale risulta area di ipocaptazione in regione perirolandica sinistra. Assimetria di captazione per destra minore di sinistra a livello talamico.
Mi hanno spiegato che la ipocaptazione vuol dire che non circola bene il sangue nel cervello in questa area, ma non ho capito quella relativa all'assimetria. E non ho capito se questa ipocaptazione è dovuta agli eventi precedenti o che sono io così. La ringrazio.
La saluto.

[#43]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

bentornata!

L'asimmetria di captazione per destra minore di sinistra a livello talamico significa che le due regioni, che sono simmetriche, dovrebbero avere la stessa captazione, nel Suo caso invece le due aree hanno una captazione diversa in cui è maggiore a sinistra e minore a destra.
Circa l'interpretazione dell'esame deve necessariamente rivolgersi al neurologo che La segue perchè è fondamentale fare una correlazione clinica con l'esito dell'esame.
Mi faccia sapere appena saprà di più.

Cordiali saluti e, come sempre, i migliori auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#44] dopo  
Utente
Grazie Dottor Ferrarolo della Sua pronta risposta. Il neurologo che mi ha convocato stamattina mi ha detto appunto che in quella zona non circola bene il sangue e quindi di controllare con l'antiaggregante e farmaco ipertensivo e che devo controllarmi tra 4 - 5 mesi e che eventualmente ricomincerà la terapia steroidea.
Comunque ad ottobre andrò per un consulto a Milano ma non perchè non mi fido di questo neurologo, tutt'altro, è che mio marito vuole senta anche un altro parere.
Le farò sapere anche l'esito di questa altra visita se lo desidera e se non disturbo.
Nel frattempo Le porgo cordiali saluti.

[#45] dopo  
Utente
Intendevo continuare l'aggregante e non controllare. scusi l'errore di trascrizione.

[#46]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non disturba certamente, mi tenga al corrente se Le farà piacere.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente
Salve Dottore solo per informarla che sono stata a Milano ma non sono stata visitata per indisponibilità del medico. Perciò la riaggiornerò quando farò il controllo tra 4 mesi dal mio neurologo che mi segue normalmente.
La saluto.

[#48]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

La ringrazio per il puntuale aggiornamento ma non poteva essere rinviata a breve la visita?
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente
Dottore buonasera non volevo essere proprio esplicita. Il fatto è che dopo aver pagato la visita ho dovuto attendere un'ora e mezza e venivo da fuori Milano ma non mi hanno saputo dare spiegazioni di dove fosse il medico (forse in riunione) e non sapevano a che ora arrivasse e pertanto non ritengo di effettuare una nuova visita in quel centro. La ringrazio e la saluto cordialmente.

[#50]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' stato davvero un episodio increscioso ed antipatico!
Mi scusi per la domanda, sarà forse perchè non concepisco queste cose!

Sereno fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente
Nessun problema. Buon week end.

[#52] dopo  
Utente
Egregio Dottor Ferrarolo, diciamo che sono stabile. Ho fatto il controllo in neurologia a marzo e ora torno a settembre. Diciamo che mi pare non ci siano peggioramenti, la pressione è sotto controllo. I deficit sono rimasti ma ci convivo.
Sono a chiederLe un suo parere circa la cardioaspirina. A breve dovrò eseguire una gastroscopia per sospetto reflusso e dato che dovrò fare 2 biopsie mi ha detto il gastroenterologo che dovrò sospendere la cardioaspirina almeno 10 giorni prima ma di consultarmi col mio cardiologo. Il mio cardiologo dice che 10 giorni sono troppi senza 5 max 7 e comunque che dovrebbe chiedere un consulto anche al neurologo. Lui mi ha detto che vedrà il da farsi eventualmente di sostituirla con clexan (mi pare) sottocute.
Secondo lei quanto posso stare senza cardioaspirina (dieci giorni sono veramente troppi?)
Chiederlo in ospedale mi diventa un problema perchè se non hanno la scheda davanti non si ricordano di me.
La ringrazio se mi potrà dare una risposta.
La saluto cordialmente.

[#53]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi fa piacere risentirLa e sapere che tutto sommato andiamo bene.
Anche a me 10 giorni senza antiaggraante sembrano eccessivi. Però condivido il consiglio del medico (non ho capito se cardiologo o neurologo) sull'eventuale sostituzione con clexane s.c.
Come è andata la visita neurologica di marzo? Quale valutazone ha fatto il neurologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
Utente
Buondì Dottore, il Clexane me lo ha consigliato il gastroenterologo che mi farà la gastroscopia. Mentre il mio cardiologo mi ha detto di non sospenderla per più di 5 giorni la cardioaspirina.
Il controllo a marzo è andato bene, nel senso che alla visita si evidenzia l'emiparesi, il romberg positivo, oscillazioni polidirezionali maggiormente a destra ma non ha rienuto di farmi fare più il cortisone e di questo ne sono molto contenta.
Mi ha detto ci rivediamo a marzo, ma poi in definitiva io non so a cosa sono state dovute queste ischemie, nella mia ignoranza ho supposto che siano state dovute alla pressione e al fatto che ho quella ipocaptazione della regione perirolandica.
In questo ultimo mese sono peggiorati i fischi alle orecchie, ripeterò a luglio esame audiometrico.
Quindi Dottore anche lei mi consiglia 5 giorni di sospensione alla cardioaspirina, non rischierò un'emorragia sospendendola per così poco tempo quando faranno l'esame visto che faranno 2 biopsie.
Grazie e la saluto.

[#55]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

emorragia no, anzi il rischio potrebbe essere ischemico ma una sospensione di 5 giorni penso che non comprometta nulla.

Un grosso in bocca al lupo
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Utente
Egregio Dottore grazie, mi ha dato la stessa risposta del cardiologo però volevo sapere il parere di un neurologo. Allora farò così e il Clexane?

[#57]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

se il medico lo prescrive ritengo che lo possa tranquillamente fare, ne parli però sia col cardiologo che col neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#58] dopo  
Utente
Lo farò senz'altro grazie ancora di tutto. Buona serata.

[#59] dopo  
Utente
Buonasera Dottore, ieri ho fatto il solito controllo neurologico semestrale. Ho fatto presente al neurologo che da circa 2 mesi ho cominciato ad avere una forte debolezza all'arto superiore sinistro con formicolio e addormentamento notturno. Secondo lui dipende dalla cervicale pertanto devo fare una risonanza cervicale per vedere se c'è qualche ernia.
Mentre per l'emiparesi destra è rimasta invariata come al controllo di marzo, pertanto non ha ritenuto necessario ripetere una risonanza encefalica.
Ho invece iniziato ieri sera il Clexane perchè tra 10 giorni farò la gastroscopia, della quale ho molto timore perchè inizialmente la volevo fare in anestesia totale, ma poi anche loro mi hanno detto che con tutti i miei problemini è meglio farla in sedazione cosciente. Ciò non toglie che ho paura comunque.
Ho notato che il Clexane come la cardioaspirina, mi fa venire delle piccole emorragie all'interno della bocca che poi scompaiono, perchè questi farmaci fanno ciò?
La ringrazio se posso disturbarla ancora. Buona serata.

[#60]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non disturba mai, non si ponga questi problemi!
Stia tranquilla per la gastroscopia, è più la preoccupazione iniziale, l'ansia anticipatoria che poi l'esame vero e proprio, vedrà che andrà tutto bene.
Per emorragie all'interno della bocca cosa intende? Un sanguinamento gengivale, per es. quando lava i denti?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente
Grazie Dottore, è una bolla di sangue all'interno della guancia (si alternano le guance), ma non mi mordo, viene spontaneamente e alla sera spontaneamente se ne va sono della circonferenza di mezzo millimetro, ma questo mi succede anche con la cardioaspirina. Ho sempre pensato che fossero collegati perchè prima non mi accadeva.
Grazie come sempre per la sua disponibilità.
Buona giornata.

[#62]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il fenomeno è molto strano, non mi era mai capitato.
L'unica associazione con la cardioaspirina ed il clexane che si potrebbe trovare è la maggiore fluidità del sangue con questi farmaci ed una loro relativa tendenza al sanguinamento in soggetti predisposti.
Questa è però una spiegazione empirica, si faccia controllare dai medici che La seguono.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente
Egregio Dottore, sia il cardiologo che il neurologo non mi hanno saputo dare una spiegazione, io nella mia testa da profana ho pensato sia dovuto alle piastrine basse per questi farmaci? e comunque ora ho sospeso per 10 giorni la cardioaspirina e sto facendo il clexane fino al 27.
Resta il fatto che anche con la cardioaspirina mi vengono queste piccole emorragie all'interno delle guance.
Credo che non sia allarmante se non hanno dato peso alla cosa, almeno lo spero.
Buona serata e grazie.

[#64]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

infatti, se il cardiologo ed il neurologo non Le hanno detto nulla di particolare non dovrebbe essere un problema importante. La Sua ipotesi sulle pistrine corrisponde alla mia spiegazione nel post precedente.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente
Grazie mille dottore di tutto e la pazienza con cui mi ascolta. Buona giornata

[#66] dopo  
Utente
Dottore posso disturbarla un secondo? In attesa di portare la risonanza cervicale al neurologo che non so quando mi potrà ricevere volevo chiederle il significato dell'esito: artrosi interpofisaria cervicale.
Riduzione della regolare idratazione nucleare dei dischi cervicali.
Ernie quindi non ce ne sono?
Grazie e scusi per il disturbo

[#67]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

nessun disturbo, ci mancherebbe!
No, non ci sono ernie discali cervicali ma soltanto artrosi e dischi intervertebrali meno idratati della norma. Faccia comunque vedere la RM al neurologo.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#68] dopo  
Utente
Grazie Dottore, quindi dipende tutto dalla "gioventù"che avanza.
Buona giornata.

[#69]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non parli di queste cose perchè alla Sua giovane età non è permesso!

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#70] dopo  
Utente
Salve Dottore, ogni tanto mi permetto di disturbarla. Sto discretamente anche se il mio equilibrio tende sempre a destra ma mi barcameno. Ultimamente ho avuto problemi intestinali forse perchè ho passato un brutto 2012 marito con emorragia cerebrale e mia figlia operata per endometriosi, hanno reciso un vaso e l'hanno rioperata con trasfusioni. Insomma ho perso 10 anni di vita. E forse il mio intestino si è imbizzarrito. Di conseguenza il mio medico di base mi ha prescritto levopraid, normix. Ma LEVOPRAID deve essere usato con cautela in pazienti con fattori di rischio per stroke. Il normix hanno sottolineato la presenza di effetti collaterali abbastanza comuni quali : capogiri, cefalea, dolori addominali, costipazione, diarrea, flatulenza, nausea, vomito, febbre, rash e manifestazioni allergiche.
Più rari sono stati disturbi a carico del sistema vascolare, epatobiliare, muscolo scheletrico, renale e cutaneo, in ogni caso clinicamente poco rilevanti e del tutto transitori.
Il medico lo sa che prendo la cardioaspirina per ischemie cerebrali e fattore V di Leiden.
Sono combattuta se predere questi 2 farmaci. Cosa posso fare?

[#71]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

spero che Suo marito e Sua figlia abbiano risolto i loro rispettivi problemi.
Per quanto riguarda i farmaci in questione, è una domanda che dovrebbe porre anche al Suo medico curante. Comunque una terapia di breve durata non penso che possa creare particolari problemi, poi Le ricordo, che gli effetti collaterali dei farmaci sono strettamente individuali.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#72] dopo  
Utente
Grazie Dotore come sempre è estremamente disponibile.
Oggi mi sono recata dal mio gastroenterologo di fiducia il quale mi ha tolto il Levopraid perchè con i miei problemi e mi ha dato lo spasmomen.
Grazie di tutto. Speriamo che questo 2013 mi porti un pò più fortuna.
Buona giornata.

[#73]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente,lo auguro a Lei e a tutta la Sua famiglia!

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro