Utente
Salve, sono una ragazza di 25 anni. Da circa ottobre soffro di un senso di stordimento/vertigine, che si è intensificato verso natale provocando forti giramenti di testa (soprattutto di notte), nausea, e forti dolori al collo/testa (di cui peraltro soffro regolarmente). Ho fatto gli esami vestibolari da cui è risultato un modesto scompenso, ho fatto la risonanza magnetica che era ok, lo specialista (vestibologo, da cui sono andata varie volte)mi ha dato vari medicinali tra cui microser, vertiginko e vertiserc. Inoltre mi ha diagnosticato una distorsione cranio-mandibolare.HO eseguito nche gli esami VEMPS che sono risultati "non evocabili" a destra. Dopo il periodo di Natale non ho più avuto "crisi" forti, il senso di smarrimento e stordimento è rimasto ma è andato diminuendo e verso la fine di marzo stavo bene. Inoltre per circa due mesi sono andata in cura da un osteopata per i problemi del collo, e anche questo mi ha aiutato.POi a maggio è ricomparso il sintomo, sono tornata dallo specialista che mi ha detto che questi disturbi prob mi torneranno ogni qualvolta sono stressata o al cambio di stagione ecc. La cosa è però davvero molto fastidiosa, soprattutto perchè nell'ultimo periodo mi prende allo stomaco, e ho spesso la nausea. A Tutti questi sintomi si è aggiunto un formicolio/pizzicore/prurito alle mani piedi e gambe (un lieve formicolio alle mani lo avevo già verso febbraio ma all'inizio non lo avevo considerato anche perchè accadeva raramente, mentre ora succede più spesso).
Sono andata da un neurologo che non ha riscontrato niente di anormale dalla visita.Mi ha detto che la cosa riguarda l'orecchio e quindi devo tornare dal vestibologo. All'occorrenza mi ha consigliato il Levopraid. Però non mi ha ordinato ulteriori accertamenti, e la cosa mi ha lasciato un po perplessa; non mi ha dato una spiegazione per i formicolii che attualmente sono la cosa che mi preoccupa di più. Ora quindi sto pensando se rivolgermi ad un secondo neurologo per sapere il suo parere.
A tutto questo aggiungo che sono veramente stanca di cercare di capirci qualcosa e vorrei trovar equalcuno che mi dica esattamente cos'ho e cosa devo fare. Io sono molto ansiosa e mi preoccupo sempre molto (tendo all'ipocondria), e so che questo di certo non aiuta(ho letto che potrebbe anche esserci una causa di origine psicologica ai miei disturbi)
Inoltre nessuno dei medici a cui mi sono rivolta ha mai considerato i problemi dei miei mal di testa e collo come possibili cause. MIo padre soffre di cervicalgia tensiva da sempre (e in modo molto intenso), per questo mi rimane il dubbio che anche io possa soffrirne (anche perchè ho già alcuni dei sintomi).
Chiedo genitlmente se qualcuno ha dei pareri/consigli da darmi sul da farsi.
Grazie

[#1]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
la sua complessa situazione necessiterebbe di un approfondimento anche dal punto di vista neuro-psicologico, in quanto alcuni disturbi da lei riferiti possono essere legati ad una co-presenza di uno stato d'ansia che se opportunamente curato determina un sollievo importante dei sintomi.
Le consiglio pertanto un accertamento ed una consulenza in tal senso.

Cordialmente.

Stefano Garbolino
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per il consiglio...vorrei chiederle anche se può consigliarmi qualcuno per un consulto nella mia zona (Modena), dato che non saprei proprio da che parte cominciare a cercare (non so bene se cercare uno psicologo o un neurologo o qualcuno che faccia entrambi..!!). Se non vuole fare nomi può anche rispondere in privato.
La ringrazio ancora
Cordiali Saluti