Quesito sulla sla

Buongiorno,
ho 38 anni e da circa 6/7 settimane soffro di alcuni disturbi: inizialmente vibrazioni della palpebra sinistra (molto fastidiose) poi anche a quella destra. Dopo circa 2 settimane, in aggiunta, fascicolazioni al braccio destro poi al sinistro. Da circa 2 settimane le fascicolazioni le ho + o - dappertutto (gambe, polpacci, piedi, mani, addirittura il mento...). Ne ho anche qualcuna addirittura nello sfintere e nei muscoli in mezzo alle gambe che arrivano al pene. Ho fatto visita neurologica e EEG negativi. La mia neurologa per tenermi tranquillo mi ha detto di fare EMG ma senza fretta (i primi 2 esami li ho fatti privatamente bypassando AUSL dato che avrei dovuto aspettare 2 mesi...). Le fascicolazioni variano da giorno a giorno: in alcuni casi di più in altri di meno. Ahimè ho iniziato a vagare su internet inserendo i sintomi sui motori di ricerca e naturalmente sono finito alla possibile diagnosi di SLA. Ho però letto in alcuni di questi siti che le fascicolazioni si avvertono nella fase terminale della malattia quando è già in fase avanzata e non come sintomi iniziali. Specifico che al momento non ho cali di forza e non soffro di particolare stanchezza anche se il grande stato di ansia in cui mi trovo non mi rende di certo riposato e tranquillo. Vorrei un parere da voi e anche, se possibile, una conferma sul fatto che le fascicolazioni nella SLA si manifestano solo in fase avanzata. Purtropppo questo stato di ansia non mi aiuta ad avere un atteggiamento positivo nei confronti dei sintomi che si manifestano. Non vorrei che ci fosse un rischio di somatizzazione anche se mi sono sempre chiesto come è possibile che il cervello riesca a simulare manifestazioni così evidenti come le fascicolazioni che in certi casi si vedono ad occhio nudo. Vi ringrazio della vostra attenzione e gentilezza.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

se ha effettuato la visita neurologica che è risultata negativa, può stare tranquillo perchè in caso di SLA vengono riscontrate anche inizialmente alterazioni dell'esame neurologico. Quando non si trova la causa delle fascicolazioni si può parlare di sindrome delle fascicolazioni benigne. A volte può dipendere da squilibri elettrolitici, ha fatto il dosaggio degli elettroliti nel sangue (calcio, magnesio, sodio, potassio)?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,
la ringrazio della sua pronta risposta.
Gli esami del sangue li farò a breve (mi sono stati prescritti dal neurologo): quando ne avrò risposta glielo farò sapere. La ringrazio della rassicurazione...purtroppo sono ansioso e certe malattie fanno davvero paura. Mi par d'aver capito che i sintomi, in casi di SLA, variano da persona a persona ma che l'esame neurologico sia comunque importante per dare già tracce di malattia in corso. La ringrazio ancora.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Ha perfettamente capito, non dubitavo.
Ok per gli esami del sangue.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test