Referto risonanza magnetica; dolore nella parte posteriore-sinistra della testa

Gentile staff di Medicitalia.it,
vi scrivo non riguardo me, ma riguardo mia nonna. Ha 82 anni, e presenta da parecchi mesi dei dolori insopportabili nella parte posteriore-sinistra della testa, dalla base fino alla sommità del capo e dietro l’orecchio. Nel mese di dicembre, al pronto soccorso i medici temevano si potesse trattare di meningite, ma le analisi e la TAC l’hanno escluso, ed è stata dimessa dal pronto soccorso con la consulenza di un neurologo dell’Ospedale S. Eugenio di Roma, il quale le ha fatto la richiesta per fare la risonanza magnetica per poter visionare meglio di che cosa si trattasse. Ha in seguito, pochi giorni fa, fatto la risonanza magnetica e ha portato il referto al proprio medico curante, il quale però le ha consigliato di rivolgersi a un neurologo, poiché non era in grado di darle un’interpretazione precisa del referto stesso. Mia nonna dovrà aspettare un mese per parlare con il neurologo e per sapere dunque che cos’ha… Nella speranza di ricevere un’interpretazione tale da permettere di capire quale sia il problema che le arreca quel dolore, e ringraziandovene calorosamente in questa eventualità, trascrivo qui di seguito il referto della
risonanza magnetica:

Referto (Esame RM encefalo):
Sono stati acquisiti tomogrammi sul piano assale con immagini pesate in T1 e T2, sia con tecnica convenzionale che con tecnica FLAIR, e tomogrammi sul piano coronale e sul piano sagittale con immagini pesate in T2.
Alcune circoscritte puntiformi aree di alterata intensità di segnale, iperintense nelle sequenze a TR lungo, in sede sottocorticale insulare destra e frontale bilaterale di significato gliotico in esiti di sofferenza tissutale su base vascolare cronica.
IV ventricolo normale ed in sede.
Sistema ventricolare sovratentoriale moderatamente ampliato, asimmetrico per prevalenza del corno ventricolare occipitale di destra sul contro laterale, in asse rispetto alla linea mediana.
Dilatazione diffusa e di discreta entità degli spazi sub aracnoidei in sede sovra e sottotentoriale, prevalente in sede fronto temporale bilaterale.
Promininenza delle cisterne soprasellari nel cavo sellare con quadro RM di sella vuota parziale.

***

Vi ringrazio.

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

il quadro RM encefalo della nonna non presenta caratteri di particolare gravità, anzi tutto sommato è un quadro frequente da riscontare in soggetti di questa età. E' stata rilevata una vasculopatia cerebrale ischemica (scarso apporto di ossigeno) e un ampliamento degli spazi che indica una perdita neuronale spesso correlata all'età e quindi parafisiologica.
La sella vuota parziale generalmente non dà problemi particolari ma è opportuno consultare un endocrinologo.
Questi riscontri difficilmente possono giustificare la cefalea descritta, anche se nel 50% dei casi di sella vuota è presente cefalea.
Il tutto con i limiti del consulto on line e senza avere visionato le immagini e visitato la Signora.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio