Utente 414XXX
Gentili dottori;
sono una studentessa di 22 anni, non fumatrice e non bevitrice. Circa tre settimane fa mi sono recata al pronto soccorso a causa di una fortissima fitta sul lato sinistro della testa, sopra l'orecchio, con formicolio che dalla zona del dolore si è propagato in tutta la testa.
Al pronto soccorso mi hanno fatto qualche domanda e gli esami del sangue dove risultava alterato solo il valore cpk (non so se può essere utile ma gli esami mi sono stati fatti un'oretta e mezza dopo prenzo, l'attacco l'ho avuto durante), e mi hanno rimandato a casa dicendomi solo che avevo preso freddo e di prendere dell'aulin.
Da quel pomeriggio ho passato una settimana tra mal di testa e fitte istantanee alla testa, mi sono recata dal mio medico curante e mi ha riscontrato una cervicalgia da stress e da postura errata, quindi mi ha prescritto 10 sedute di massoterapia.
Nonostante queste sedute le fitte alla testa si sono alleviate ma non sono passate in più ho da tre giorni una specie di formicolio al piede destro.
Preciso anche che la notte non riesco ad addormentarmi tranquillamente, ho il sonno agitato, questa notte mi sono svegliata tremando, e che proprio quando mi sto per addormentare è come se mi venisse una specie di attacco di panico, come se mi mancassero i sensi ma senza perdere coscienza.
Vorrei sapere cosa potrebbe essere, se tutta la sintomatologia è riconducibele solo a stress e cosa potrei fare.
Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Fulvio Di Cosmo

24% attività
0% attualità
8% socialità
PORDENONE (PN)
CONEGLIANO (TV)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Potrebbe effettivamente trattarsi solo di stress, comunque le consiglierei una visita specialistica neurologica ed eventualmente un esame RMN cerebrale per escludere ogni possibile dubbio e quindi tranquillizzarla completamente.
Dr. Fulvio Di Cosmo
Specialista in
Ortopedia, Chirurgia vascolare, Medicina dello sport.
già AMA1 Patologia Vertebrale

[#2] dopo  
Utente 414XXX

La ringrazio per la risposta.
Con le vacanze di Natale la situazione è migliorata mi sono rimaste "solo" le fitte alla testa che tornano nei momenti in cui mi sento particolarmente agitata o in tensione. Ho notato anche che me le scatenano determinati movimenti del viso, le fitte prendono il muscolo interessato dal movimento e che alcune zone della testa sono dolorose al tatto.

[#3]  
Dr. Riccardo Lo Presti

24% attività
0% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Gentile utente,
nei limiti di quello che è possibile ipotizzare sulla base del suo riferito, tutti gli elementi che lei descrive sembrerebbero effettivamente orientare verso una possibile causa "funzionale" del disturbo, legata verosimilmente a particolari livelli di ansia e stress, con caratteristiche di secondarie cefalea tensiva ed altre somatizzazioni. Dovrebbe essere sufficiente un controllo specialistico neurologico per dirimere i dubbi ed, eventualmente, evitare anche indagini eccessive, quale potrebbe essere, nel suo caso, la RM cerebrale.
Ci dia comunque notizie.
Cordiali saluti
dr. Riccardo Lo Presti

[#4] dopo  
Utente 414XXX

La ringrazio della risposta.
Ultimamente alle fitte alla testa si è agginto che, soprattutto nei giorni in cui le fitte sono più presenti, mi vengono delle specie di sbandamenti, uno o due durante la giornata e non tutti i giorni, nel senso che è come se sento che la testa cadere in avanti da sola come se perdessi conoscenza ma senza che ciò avvenga è una sensazione momentanea di pochissimi secondi che aggiunge stress e preoccupazione. Può essere anche questa una manifestaziione del mio stato ansioso e dello stress?
Penso che fisserò a breve un appuntamento dal neurologo e la ringrazio nuovamente per la gentile risposta e per l'attenzione!
Distinti saluti.

[#5]  
Dr. Riccardo Lo Presti

24% attività
0% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Gentile Marzia,
confermando tutte le cautele implicite in un consulto a distanza, direi che le ulteriori manifestazioni che Lei segnala tendono a confermare la relazione dei suoi disturbi con uno stato d'ansia. Bene il consulto con lo specialista, eventualmente ci aggiornerà successivamente.
Sinceri auguri
dr. Riccardo Lo Presti